Il rammarico di un mercante

Traduzione di Claudia Gesù

Una volta ho ascoltato una storia stimolante: un mercante vagava in un grande deserto con una gran quantità di monete d’oro, cibo e acqua. Tuttavia, il caldo torrido del deserto era insopportabile per lui. Doveva alleggerire il carico per poter uscire dal deserto il prima possibile. Era esitante nella sua scelta tra monete, cibo e acqua. Poiché non era disposto a gettare una sola moneta, scartò la maggior parte del cibo e dell’acqua, poi si mise di nuovo in cammino.

Non camminò molto prima di trovarsi con poco cibo e acqua. Proprio in quel momento vede una carovana di cammelli che veniva verso di lui. Andò lì frettolosamente in cerca di aiuto. Inaspettatamente, la carovana gli chiede una grossa somma di denaro in cambio di cibo e acqua. Il mercante, affamato e assetato, toccò il suo sacco di soldi, poi strinse i denti e decise di non comprare cibo e acqua. Tutti i membri della carovana gli consigliarono di pensare a quale fosse la cosa più importante per lui. Ma lui ignorò il consiglio è riprese il suo viaggio.

Persone che cammina nel deserto

Il giorno seguente, il mercante arrancò fino al limitare del deserto. Tuttavia, era già sfinito. Alla fine crollò. Prima di morire sospirò: “se avessi rinunciato prima alle mie monete d’oro, non starei morendo adesso”.

A questo punto della storia, molti di noi possono sentirsi dispiaciuti per l’avidità e l’ignoranza del mercante. Tuttavia, mettendoci nei suoi panni e riflettendo su noi stessi o guardando le persone intorno a noi, non siamo spesso uguali a lui? Ingannato da Satana, così tante persone si danno da fare per lottare per la fama e la fortuna con tanti sforzi per tutta la vita. Non contenti di una vita confortevole, alcuni fanno del loro meglio per ottenere i beni materiali migliori per tutta la vita e non sono disposti a rinunciare alla loro ricerca nemmeno quando sono pieni di malattie. Non soddisfatti di essere soltanto ricchi, alcuni lottano perché lo status sia distinto e si distingua. Alcuni passano la vita a lottare per la fama e il profitto e quando si ammalano e restano allettati, si preoccupano ancora dei loro guadagni e perdite. Tentati dalla fama e dalla fortuna, le persone espongono varie follie, il che ci costringe a riflettere l’uomo vive solo per fama e fortuna? Qual’è esattamente il valore della nostra esistenza?

Dio dice: “Gli uomini passano la vita a inseguire il denaro e la fama; si aggrappano a questi fili di paglia pensando che siano i loro unici mezzi di sostentamento, come se, possedendoli, potessero continuare a vivere, potessero esonerarsi dalla morte. Soltanto quando stanno per morire, tuttavia, si rendono conto di quanto queste cose siano distanti da loro, di quanto essi siano deboli davanti alla morte, di quanto facilmente vadano in pezzi, di quanto siano soli e impotenti, senza alcun luogo in cui rifugiarsi. Si accorgono che la vita non si può comprare con il denaro o con la fama, che per quanto una persona sia facoltosa, per quanto alta sia la sua posizione, tutti sono parimenti poveri e insignificanti dinanzi alla morte. Si rendono conto che il denaro non può comprare la vita, che la fama non può cancellare la morte, che né l’uno né l’altra possono allungare l’esistenza di una persona anche solo di un minuto o di un secondo”. “Il Creatore tratta tutti in modo giusto, dando a ciascuno un’intera vita di opportunità per sperimentare e conoscere la Sua sovranità, eppure è soltanto quando la morte si avvicina, quando il suo spettro incombe su una persona, che essa comincia a vedere la luce, e allora è troppo tardi”.

La parola di Dio avverte ognuno di noi che la fama e il denaro non possono portarci la vita perché sono gli strumenti usati da Satana per ingannarci e farci del male. Se diventiamo ossessionati da questi, ci allontaneremo ancora di più da Dio. Senza la cura e la protezione di Dio, saremo ingannati da Satana come un giocattolo nelle sue mani, accecati dalla fama e dalla fortuna e incapaci di distinguere tra il bene e il male. Sprechiamo tantissima energia vitale ad inseguire la fama e il guadagno. Inoltre, di fronte alle minacce di disastri, malattia e morte, pensiamo ancora come preservare i nostri sudati soldi e la nostra fama, proprio come il mercante nel deserto. Non lo realizza se non all’ultimo minuto della sua vita. Ma è troppo tardi per pentirsene a quel punto. In realtà, siamo stati creati personalmente da Dio quindi la nostra vita e il nostro destino sono controllati dalle mani di Dio. La volontà di Dio è che noi Lo adoriamo, ubbidiamo alla Sua volontà e disposizione e lasciamo tutto nelle Sue mani, di modo che Dio ci protegga dalle prove di Satana. Solo vivendo davanti a Dio e ottenendo la verità come vita possiamo vivere una vita più significativa.

Durante gli ultimi giorni, Dio ci dona tutta la verità di perseguire la salvezza e ottenere la vita eterna. Se siamo in grado di non essere trattenuti dalla fama, dal denaro, dalla posizione e di venire davanti a Dio per ricevere la Sua salvezza, otterremo la guida e le benedizioni di Dio e vivremo il valore che dovrebbe avere un essere creato. Perché Dio disse: “Se si considera la vita un’opportunità per sperimentare la sovranità del Creatore e per arrivare a conoscere la Sua autorità, se la si vede come una rara occasione di compiere il proprio dovere come essere umano creato e di realizzare la propria missione, si avrà necessariamente una visione corretta dell’esistenza, si condurrà una vita beata e guidata dal Creatore, si camminerà nella Sua luce, si conoscerà la Sua sovranità, ci si sottometterà al Suo dominio, si diventerà testimoni delle Sue azioni miracolose e della Sua autorità”.

Se ha nuove conoscenze sul contenuto del nostro sito web o quali sono le Sue perplessità e difficoltà nella fede,sia il benvenuto a condividerli con noi, perché il Signore Gesù disse: “Che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi” (Giovanni 15:12),desideriamo che ci aiutiamo e ci sosteniamo nel Cristo,la vita cresce. Può contattarci attraverso i seguenti modi:
1. Chiacchiera online con noi attraverso la finestra di online sotto il sito.
2. Manda l’email a [email protected]