Lettura del giorno: il 13 giugno 2018 – Matteo 16:4

Questa generazione malvagia e adultera chiede un segno, e segno non le sarà dato se non quello di Giona. E, lasciatili, se ne andò.

-Matteo 16:4

Riflessioni sul versetto di oggi…

Perché il Signore Gesù ha abbandonato i farisei? Perché le loro opinioni sulla fede in Dio non erano corrette. La loro fede in Dio non era per conoscere Dio, ma per ammirare prodigi e segni. Credevano che il Signore dovesse avere un aspetto degno ed essere nato in un palazzo; ma il Signore appariva come un’immagine ordinaria. Credevano che quando il Signore sarebbe venuto il Suo nome doveva essere Messia; ma il nome del Signore era Gesù. A causa dei loro sbagliati punti di vista sulla fede in Dio, non hanno accettato il fatto che il Signore Gesù è Dio, e Lo hanno addirittura inchiodato alla croce. Come risultato, sono stati maledetti da Dio. Riflettiamo, sono corretti i nostri punti di vista sulla fede in Dio? Cosa dobbiamo continuare a perseguire nella nostra fede? Le parole di Dio dicono: “Nessuna lezione è più profonda di quella di amare Dio, e si può dire che la lezione che le persone imparano da una vita di fede è come amare Dio. Vale a dire che se credi in Dio devi amare Dio. Se ti limiti a Credere in Dio e non Lo ami, non hai raggiunto la conoscenza di Dio e non Lo hai mai amato con un amore vero che viene dal cuore, e allora la tua fede in Dio è inutile; se, nella tua fede in Dio, non Lo ami, allora vivi invano e la tua intera esistenza è la più misera di tutte. Se, in tutta la tua vita, non hai mai amato o soddisfatto Dio, che senso ha la tua esistenza? E che senso ha la tua fede in Dio? Non è uno spreco di energie?”. Le Sue parole ci dicono che credere in Dio è conoscerLo e amarLo. Soltanto questa vita è preziosa e significativa, ed è lo scopo di un credente di Dio. Pietro ha cercato di conoscere e soddisfare Dio durante la sua vita. Tutto ciò che nella sua vita non soddisfaceva Dio lo faceva sentire triste e avrebbe soddisfatto Dio la volta successiva. A causa di tale visione corretta della fede in Dio, è giunto ad avere una maggiore conoscenza di Dio più di tutti gli altri nel corso dei secoli. E anche lui era quello che era più benedetto da Dio.

Se ha nuove conoscenze sul contenuto del nostro sito web o quali sono le Sue perplessità e difficoltà nella fede,sia il benvenuto a condividerli con noi, perché il Signore Gesù disse: “Che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi” (Giovanni 15:12),desideriamo che ci aiutiamo e ci sosteniamo nel Cristo,la vita cresce. Può contattarci attraverso i seguenti modi:
1. Chiacchiera online con noi attraverso la finestra di online sotto il sito.
2. Manda l’email a [email protected]