Menu

L’amore di Dio mi ha consolata dal dolore del divorzio

Traduzione di Maria falvo

Ero infermiera. Raggiunta l’età del matrimonio, i miei genitori mi presentarono Luo Jie, il quale lavorava in una clinica della mia città. Poiché avevo vissuto lontana dalla città, non lo avevo mai visto prima. Tuttavia, mia madre mi disse che era un ottimo medico e una brava persona. La stima che mia madre nutriva per lui fece sì che ebbi una buona impressione. Subito dopo ricevetti una lettera da Luo Jie, nella quale mi chiedeva di sposarlo. In quella lettera mi prometteva: “Mi prenderò cura di te e ti farò vivere una vita felice. Se non mi abbandoni, sarò sempre con te”. Fui commossa dalla sua sincerità e dalle sue promesse. Pensavo tra me e me: “Se formiamo una famiglia, vivrò la vita che ho sempre desiderato”. Così, lasciai convinta il mio lavoro e ritornai nella mia città per sposarlo.

Dopo il matrimonio, mantenne le sue promesse. Gestivamo la clinica in team e ci occupavamo di tutte le faccende domestiche insieme. Poiché era la prima volta che mi occupavo di una casa, non sapevo cucinare o fare le faccende domestiche. In quei momenti, egli mi insegnava pazientemente. Sul lavoro, egli si occupava di visitare i pazienti, di fare i colloqui e prescrivere le cure, mentre io preparavo le medicine e facevo bere ai pazienti degli infusi. Lavoravamo bene insieme. Tuttavia, le persone intorno a noi erano tutte invidiose di me, dicevano che ero stata molto fortunata ad avere incontrato un marito modello. Vedendo tutto ciò, ero al settimo cielo e credevo fermamente che la vita felice che avevo desiderato così a lungo finalmente l’avevo ottenuta. Ero molto soddisfatta.

Ma le cose non durano a lungo. In seguito, mio marito spesso usciva con gli amici a bere, giocare a carte e andare a divertirsi in giro e trascurava persino il lavoro della clinica, facendo sì che l’attività della clinica gravasse interamente su di me. Io lo persuadevo a rimanere nella clinica e concentrarsi di più sull’attività, ma non mi ascoltava e continuava ad andare per la sua strada. Stava via anche durante il giorno e talvolta non tornava a casa per giorni. Sono solo una donna, non solo dovevo prendermi cura di nostro figlio, ma dovevo anche gestire l’attività. Ero gravata da tutte queste cose.

Una sera, passate le 21, mio marito non era tornato a casa. Mi stavo occupando di nostro figlio dopo il lavoro e mi accorsi che aveva un’afta. Ero in panico e in fretta chiamai mio marito. Ma non avrei mai immaginato che dopo aver saputo che nostro nostro figlio stava male, mi avrebbe riposto con superficialità e avrebbe riattaccato subito. Vedendo mio figlio lamentarsi e piangere, ero davvero preoccupata che potesse accadergli qualcosa. Così ancora una volta chiamai mio marito, per scoprire poi che aveva spento il telefono. A quel punto, dovevo dare a mio figlio le medicine, ma non riuscivo a far da sola. Odiavo vedere mio marito insensibile e irresponsabile, unicamente preoccupato della ricerca del piacere, senza mostrare alcuna preoccupazione per nostro figlio. Così, chiusi la porta dall’interno in preda all’ira. Erano le 3 del mattino, mio marito ubriaco sfondò la porta. Prima che potessi parlare, egli con il dito puntato contro di me, con sguardo furioso, mi aggredì verbalmente: “Avere una moglie come te è una sfortuna. La tua chiamata mi ha fatto perdere tutti i soldi che avevo portato con me oggi. Sei una iella. È colpa tua!”. Mi sentivo così sbagliata e gli dissi a voce alta e con aria di sfida: “Nostro figlio è grave e non te ne importa nulla. Mi accusi addirittura di averti fatto perdere i soldi a carte. Sei assurdo! Sentendo le mie parole, mi colpì alla testa. Tutto ad un tratto, vidi le stelle e sentii un dolore terribile. Prima che potessi reagire, egli urlò: “Tornatene a casa dai tuoi…!” Quando l’ho visto trattarmi in quel modo, dai miei occhi uscivano lacrime amare e di sofferenza. Sentivo un dolore straziante al petto e mi sentivo come se dovessi lasciarlo subito assieme al nostro bambino. Ma quando pensavo al divorzio e all’infelicità che nostro figlio avrebbe vissuto a causa della nostra separazione, il mio cuore si inteneriva e l’idea di abbandonare quella casa svaniva. Restai sveglia tutta la notte. A casa, mi rivolgeva parole offensive di tanto in tanto e inoltre aveva una relazione. Di fronte ad un matrimonio infelice, i giorni sembravano anni. In seguito, cominciai a soffrire di insonnia e non dormivo bene di notte.

Una volta, mio fratello il più giovane venne a trovarmi. Mentre cenavamo, poiché i piatti che avevo preparato non piacevano a mio marito, egli li gettò a terra. Mio fratello non poteva sopportare di vedere tutto ciò e fu molto critico nei suoi riguardi. Sentendo le sue parole, si adirò e chiese ad entrambi di andare via. Di fronte a tutto questo, sentii una lama trafiggermi il cuore. Pensai: La mia vita dipende da mio marito e alla fine ancora una volta i miei sforzi per la famiglia vengono ripagati in questo modo. La vergogna e la rabbia mi stracciarono il cuore, facendomi quasi crollare a pezzi. Alla fine, non ce la facevo più a sopportare tutto ciò e sfinita, presi mio figlio e me ne tornai a casa dai miei, in lacrime.

Nella notte profonda e silenziosa, la scena delle promesse di mio marito e l’essere picchiata e rimproverata andava e veniva nella mia testa. Soprattutto la scena di lui che mi buttava fuori di casa mi faceva molto male. L’ombra di quelle cose cadeva su di me come dei fantasmi, torturandomi a tal punto da perdere il sonno la notte e l’appetito. Di conseguenza, avevo perso più di 5kg in due mesi. Pensando a mio marito che aveva girato le spalle a me e nostro figlio, mi sentivo depressa. Non riuscivo più a reggere la batosta e avevo perso la voglia di vivere, allora presi metà scatola di pillole per poter dormire tutta in una volta sola. Ma scoprii che passato l’effetto delle pillole mi svegliai dopo oltre 10 ore. Dopo ciò, non solo mio marito non si sentiva in colpa, ma mi disdegnava perché ero ammalata. Inoltre, mi disse che voleva divorziare e che non mi avrebbe dato nulla. In quel momento, caddi nella disperazione più totale. Non potevo non sospirare: Dio! Salvami!

Diversi giorni dopo, mia zia venne a trovarmi mentre ero in convalescenza a casa dei miei. Vedendomi in quello stato infelice e sconvolto, mi diede il Vangelo sul Regno di Dio e mi lesse un passo delle parole di Dio: “Benedetti siano coloro che hanno letto la Mia parola e credono che verrà adempiuta – non ti maltratterò, ma farò sì che ciò in cui credi si adempia in te. Questa è la Mia benedizione che discende su di te. La Mia parola colpisce i segreti nascosti in ogni persona. Tutti hanno ferite mortali e Io sono il bravo medico che le guarisce – non devi fare altro che venire al Mio cospetto. Perché ho detto che in futuro non vi saranno più dolore né lacrime? Questo è il motivo. […]” Dopo aver letto la parola di Dio, mi disse: “Sono parole del Creatore. La parola di Dio può rompere le nostre catene e risolvere tutti i nostri problemi. Fino a quando avremo fede nella parola di Dio, la volontà di fidarci di Lui, tutte le nostre preoccupazioni ed ansie saranno scacciate”. Sentendo queste parole, sentii una sensazione piacevole pervadere il mio cuore, che trovò pace. Ella continuò dicendo: “La tua situazione attuale mi ricorda le mie esperienze pregresse. In passato, tuo zio giocava d’azzardo tutto il giorno e non mi aiutava per nulla nelle faccende domestiche. Lo persuadevo molte volte con buone parole, ma non mi ascoltava e ha e persino litigava con me. Per l’armonia della nostra famiglia, non avevo scelta se non seppellire la rabbia che avevo nel mio cuore e non avevo nessuno con cui parlare della mia sofferenza. Proprio mentre ero preoccupata e senza aiuto, un amico mi trasmise il Vangelo. Solo leggendo la parola di Dio venni a conoscenza che tutte le nostre sofferenze sono dovute all’afflizione di Satana. Egli usa qualsiasi tendenza negativa per tentare e corrompere le persone, affinché esse perseguano la ricerca del piacere, dell’alcool e del cibo e soddisfino i piaceri carnali. Anche tuo zio era influenzato dalle tendenze maligne della società e così cadde nel gioco d’azzardo, non preoccupandosi della sua famiglia. Attraverso la lettura delle scritture, riuscii a comprendere i modi e i metodi che Satana usa per corrompere l’uomo e inoltre vidi la salvezza di Dio per me, così fui in grado di riconoscere gli schemi di Satana e non fui più incatenata dall’odio e dal dolore”. Ascoltando la sua esperienza e vedendo che lei, un tempo infelice, ora era così serena e il suo atteggiamento mentale era completamente cambiato, avvertii che la parola di Dio è veramente potente. Pensai: Sono stata abbandonata da mio marito e ho sofferto molto a causa della malattia ed ero caduta nella disperazione, però questo Dio può curare le ferite dell’anima delle persone. Se mi accosto a Lui e mi affido a Lui con cuore sincero, non vivrò più in pena. Con questa convinzione, ritrovai la speranza e fui felice di accogliere il Vangelo del Regno di Dio.

Nei giorni seguenti, lessi con gran voglia le parole di Dio e ascoltai i canti della parola di Dio. Grazie alla guida della Sua parola nella mia vita, quelle problematiche ingombranti mi passarono senza farci caso dalla testa. Quasi un mese dopo, l’insonnia che mi torturava scomparve miracolosamente. Inoltre, conobbi molti fratelli e sorelle nella chiesa. Anche se ci vedevamo per la prima volta, mi sentivo di far parte della stessa famiglia. Ogni volta che avevo un problema e non sapevo come gestirlo, loro mi erano vicini nella volontà di Dio e condividevano con me le loro esperienze. Ciò mi commosse molto. Sentivo che questo genere di vita era quello che avevo desiderato per molto tempo e pensavo: “Se solo avessi conosciuto Dio prima”. Mi sentivo straordinariamente felice, come un bambino che si è smarrito e torna a casa.

Poco dopo, mio marito mi inviò la sentenza di divorzio durante la mia assenza. Ricevuta la sentenza, sentii rabbia nel mio cuore, che moriva dalla voglia di andare da lui e chiedergli: “Ho dato molto alla nostra famiglia, perché mi tratti così?”. Il risentimento e l’odio mi stringevano come un nodo al collo, torturandomi mentalmente. Di conseguenza, ancora una volta persi il sonno. Non avevo scelta se non accostarmi a Dio ed essere costante nella preghiera.

Successivamente lessi un passo delle parole di Dio: “Nato in tale sudicia terra, l’uomo è stato gravemente rovinato dalla società, ha subito l’influsso di un’etica feudale ed è stato istruito presso ‘istituti d’istruzione superiore’. Pensiero retrogrado, moralità corrotta, visione meschina della vita, ignobile filosofia, esistenza del tutto priva di valore, stile e abitudini di vita depravati: tutte queste cose sono penetrate seriamente nel cuore dell’uomo, e ne hanno gravemente minato e intaccato la coscienza. Il risultato è che gli esseri umani sono sempre più lontani da Dio […]”. Dalle parole di Dio, capii che dopo essere stati corrotti da Satana, ciò che noi uomini accettiamo sono modi sbagliati di pensare e regole di vita instillate da lui. Così, diventiamo sempre più corrotti e perdiamo la coscienza originale e la capacità di essere ragionevoli. Prendete me e mio marito per esempio. Ossessionato dal pensiero: “Cogliere l’attimo per il piacere, perché la vita è breve”, si concedeva ai piaceri della vita, vivendo egoisticamente e in modo deprecabile per sé stesso. Non si preoccupava del lavoro e di nostro figlio e non mi dimostrava amore, diventando sempre più freddo e immorale. In quanto a me, io ero ciecamente innamorata dell’idea del matrimonio perfetto, credevo che “L’amore è al di sopra di ogni altra cosa” e che “L’amore non ha prezzo”. Guidata da questi pensieri, guardavo all’amore come all’unico obiettivo da perseguire per una vita felice. Tentai di tutto per salvare il mio matrimonio, indipendentemente dalla sofferenza. Avrei preferito piuttosto essere ingannata e calpestata da Satana che rompere il matrimonio. Egli era come una rete invisibile, che controllava il mio corpo e la mia mente, che causava un grandissimo dolore nel mio cuore, pertanto avevo deciso di suicidarmi prendendo dei sonniferi. Non era tutto questo causato dall’inganno di Satana sulle regole della vita? Tutto ciò perché non conoscevo la verità e non riuscivo a vedere i metodi e le vie attraverso cui Satana corrompe e affligge l’uomo e fui ridotta ad un oggetto sacrificale delle tendenze del male. Sotto la guida della parola di Dio, riuscii a vedere attraverso gli schemi di Satana e non fui più ingannata e gradualmente riuscii a spazzare via dal mio cuore l’odio per mio marito.

una cristiana lode a Dio

Non molto tempo dopo, appresi da un conoscente che il mio ex marito dopo tutto non era felice dopo dopo il suo secondo matrimonio. La sua seconda moglie aveva sperperato i soldi liberamente e spesso litigava con lui e lo minacciava di divorziare. Non aveva raggiunto i quaranta, ma aveva fatto i capelli bianchi. Tutti i giorni, affogava i suoi dispiaceri nell’alcool. Era evidente che vivendo secondo il veleno di Satana, poteva solo godersi piaceri momentanei e peccaminosi, ma ciò che ne traeva era solo infinita sofferenza. D’altro canto, nonostante io avessi un matrimonio fallito alle spalle, era stata una fortuna per me incontrare Dio e ottenere le Sue cure e la Sua protezione. Pensando a tutto ciò, il mio cuore era colmo di gratitudine verso Dio e Lo ringraziavo per avermi salvata.

In seguito, per ripagare l’amore di Dio, mi sono gettato nella predicazione del Vangelo. Dopo, ritornai alla mia casa natale. Quando le persone videro che avevo un atteggiamento mentale diverso ed ero più spensierata, mi chiedevano con curiosità: “Da quando ti ho vista diversi anni fa, sei cambiata molto. Sembri in salute e più giovane di prima, come se fossi un’altra persona. Cos’è cambiato ora?” A quelle parole, sorridevo e testimoniavo loro l’opera di Dio e raccontavo la mia personale esperienza. Dopo aver udito ciò, accolsero felicemente il Vangelo.

Pensando al cammino fatto, davvero sento che la parola di Dio mi ha cambiata e permette al mio cuore di trovare riscatto e libertà, che non ho mai provato prima. Nella famiglia di Dio, ho trovato la vera vita felice. Grazie Dio! Gloria a Dio!

Scopri di più:

I matrimoni sono decisi dal Destino

Aspettando la “dolce metà” che Dio ha preparato per te

Contattaci!

Ora i disastri si stanno verificando con sempre maggiore frequenza e questo è un momento critico per salutare il ritorno del Signore. Se vuoi accogliere il Signore prima dei grandi disastri ed essere rapito davanti al trono di Dio, non esitare a contattarci. Ne discuteremo insieme!