Testimonianze di fede – C’è un amore chiamato dolore

Forse hai un talento, ma ti prendi sempre cura degli altri, mentre alcune persone molto codarde vengono accudite; forse hai avuto molte difficoltà e sofferenze, invece chi ti è più familiare ha vissuto la sua intera vita in pace; forse la maggior parte della tua esistenza è stata tormentata dalla malattia, mentre alcuni hanno vissuto felici e tranquilli… Per farla breve, ci possono essere tante cose che ti risultano difficili da accettare e che non ti soddisfano.

Ma non devi pensare di essere sfortunato, di avere un peso sul cuore o lamentarti sempre che il destino ti è stato avverso. Intorno a noi ci sono anche persone che hanno avuto problemi e sofferenze, alcune hanno scelto di fuggire, altre li hanno affrontati con coraggio, cercando di andare avanti. Le prime, per non provare dolore, vivono nella mediocrità; invece le seconde, nonostante abbiano provato dolore e versato molte lacrime, dopo aver combattuto contro la sofferenza, sono diventate più empatiche e in grado di capire meglio molte cose, i loro pensieri sono sempre più profondi, sono più posate e competenti…

Siamo venuti al mondo per volere di Dio, ogni uomo è una parte del Suo piano. Nella nostra vita, Dio organizza in modo dettagliato molte cose per ognuno, alcune per noi sono deludenti, addirittura ci fanno soffrire, ma si verificano sempre per formarci e cambiarci. Dato che non conosciamo le decisioni e l’onnipotenza di Dio, dobbiamo adeguarci, modificando la nostra arroganza, superficialità e slealtà. Dio, in base ai nostri bisogni, ci manda una serie di problemi e tribolazioni, persino sofferenze, in modo da portare la croce sulle nostre spalle. Con un carattere obbediente si accettano le Sue disposizioni. Ma dopo, possiamo vedere che tutto ciò che Dio ha fatto ci ha portato molti benefici.

La mia vita era superficiale: quando facevo qualcosa o parlavo mi piaceva ricevere complimenti e lodi. Se qualcuno diceva cose che danneggiavano la mia reputazione, ne ero sconvolta. Poi ho sposato un uomo molto pigro e irascibile, che spesso faceva un pandemonio, tanto che nemmeno i vicini erano tranquilli. Sentivo che la mia reputazione era rovinata, non riuscivo a guardare negli occhi familiari e vicini, vivevo sempre nel dolore e nella depressione, non avevo nemmeno la forza di continuare a vivere. Poi ho letto un passo in un libro spirituale: “La corruzione della natura umana deve però essere risolta mediante le prove. Quali che siano gli aspetti in cui non supera prove, è in tali aspetti che deve essere affinato: questa la disposizione di Dio. Dio crea per te un ambiente, costringendoti a essere lì affinato per conoscere la tua corruzione. In definitiva raggiungi un punto in cui preferiresti morire e abbandonare i tuoi progetti e i tuoi desideri e sottometterti alla sovranità e alla disposizione di Dio. Così se le persone non subiscono diversi anni di affinamento, se non provano una certa dose di sofferenza, non potranno evitare la schiavitù della corruzione della carne nel pensiero e nel cuore. Quali che siano gli aspetti in cui sei ancora soggetto alla schiavitù di Satana, quali che siano gli aspetti in cui ancora hai i tuoi desideri, le tue esigenze, è in tali aspetti che devi soffrire. Solo nella sofferenza si possono apprendere lezioni, vale a dire si può acquisire la verità e capire l’intenzione di Dio”. Leggendo questo passo, ho capito il motivo per cui Dio aveva agito così. Lui conosce bene le persone, sapeva che avevo sempre paura di perdere la reputazione e che vivevo nella sofferenza e nella depressione, senza essere in grado di liberarmi. Perciò, in base ai miei bisogni, mi ha mandato un marito così. Io non riuscivo ad accettarlo, pensavo che mi trattasse male per farmi vivere in modo misero e soffrire amaramente. Poi ho fatto un’analisi accurata: se una persona come me, che considerava la reputazione più importante della vita, avesse ottenuto tutto ciò che voleva, avrebbe voluto sempre di più e sarebbe diventata più arrogante. Se un giorno fosse successo qualcosa che metteva in pericolo la mia reputazione, dato che avrei avuto difficoltà ad accettare la cosa, avrei avuto un crollo mentale o avrei preso la strada sbagliata. In quel caso, non solo la mia intera vita sarebbe stata rovinata a causa della reputazione, ma avrei fatto soffrire la mia famiglia. Dunque, ho capito le intenzioni di Dio, cioè che aveva fatto tutto ciò per salvarmi e proteggermi. È un amore indescrivibile.

In quel libro c’era anche un passo che diceva: “Dio può perfezionare l’uomo sia negli aspetti positivi che negativi. Dipende se sei in grado di sperimentare e se ricerchi di essere perfezionato da Dio. Se cerchi veramente di essere perfezionato da Lui, allora il negativo non può farti soffrire la perdita, ma può portarti cose che sono più reali…”. Dopo averlo sperimentato, saprai che queste parole sono verissime. Qualsiasi cosa faccia Dio, che sia giusta o sbagliata agli occhi degli uomini, è sempre volta a cambiare gli uomini. Solo dopo aver sofferto possiamo davvero riconoscere che il dolore è la nostra salvezza, è la benedizione più grande che Dio ci abbia dato.

Se ha nuove conoscenze sul contenuto del nostro sito web o quali sono le Sue perplessità e difficoltà nella fede,sia il benvenuto a condividerli con noi, perché il Signore Gesù disse: “Che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi” (Giovanni 15:12),desideriamo che ci aiutiamo e ci sosteniamo nel Cristo,la vita cresce. Può contattarci attraverso i seguenti modi:
1. Chiacchiera online con noi attraverso la finestra di online sotto il sito.
2. Manda l’email a [email protected]