Origine della Bibbia: che cos’è la Bibbia?

La Bibbia è una testimonianza dell’opera di Dio

La Bibbia sola, e null’altro che la Bibbia, è il canone del cristianesimo. Essa è formata dall’Antico e dal Nuovo Testamento. Registra principalmente le due fasi precedenti dell’opera di Dio: una è l’opera che Jahvè Dio compì nell’Età della Legge e l’altra è ciò che Gesù Cristo fece nell’Età della Grazia.

L’Antico Testamento registra l’opera di Dio nell’Età della Legge. Dalla Genesi al Libro di Malachia, si tratta di una testimonianza dell’opera che Jahvè Dio compì durante l’Età della Legge. Nell’età dell’Antico Testamento, Dio realizzò due opere, di cui la prima fu creare il mondo. Con le Sue parole Egli creò i cieli e la terra e tutte le cose. Non appena Dio parla, le Sue parole divengono realtà, cioè le Sue parole sono accompagnate dal loro adempimento. Da queste testimonianze, possiamo comprendere che Dio è il Sovrano di tutte le cose e che il fatto che possiamo vivere in un mondo così meraviglioso dipende completamente da ciò che Egli compì. L’altra opera è la legge promulgata da Dio per guidare la vita del popolo. Gli uomini e le donne di quell’età non sapevano come condurre la loro vita, quindi, attraverso Mosè, Jahvè Dio emanò leggi e comandamenti per guidarli. Con il comando della legge, il popolo sapeva quali erano i peccati e come osservare i comandamenti, come adorare Dio e così via. E pertanto iniziò a condurre una vita sotto la conduzione di Dio.

Il Nuovo Testamento registra l’opera di Dio nell’Età della Grazia. Il Signore Gesù Si fece carne e venne tra gli uomini, portò il Vangelo del Regno dei Cieli e predicò la via del pentimento. Se accettiamo la Sua opera e ci rivolgiamo a Lui per confessare i nostri peccati e ci pentiamo, allora le nostre colpe saranno perdonate e noi saremo risparmiati dall’essere messi a morte per aver violato la legge. Durante il periodo in cui operò, Dio compì anche molti miracoli, calmò il vento e il mare, diede da mangiare a cinquemila persone con cinque pani e due pesci, risuscitò i morti e così via, offrendo in tal modo al popolo una grazia ricca e abbondante. La Sua opera è registrata principalmente nei quattro Vangeli e, attraverso la loro lettura, possiamo riconoscere la Sua identità di Cristo, Dio incarnato. Il fatto che Egli è stato inchiodato sulla croce per redimerci, ci permette di comprendere la Sua indole misericordiosa e compassionevole, e di capire che l’amore che nutre per noi esseri umani è reale.

Inoltre, nella Bibbia l’Apocalisse profetizzò l’opera di Dio negli ultimi giorni. Essa dice: “Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese. A chi vince io darò a mangiare dell’albero della vita, che sta nel paradiso di Dio” (Apocalisse 2:7). “Diceva con gran voce: Temete Iddio e dategli gloria poiché l’ora del suo giudizio è venuta” (Apocalisse 14:7). Da questi due versetti, possiamo comprendere che quando il Signore ritornerà, pronuncerà parole e svolgerà una fase dell’opera di giudizio. Solo accettando la Sua opera di giudizio negli ultimi giorni possiamo avere la possibilità di ottenere la salvezza di Dio e di essere rapiti nel Regno dei Cieli.

Attraverso la lettura della Bibbia, siamo capaci di comprendere la precedente opera di Dio e di avere una vera conoscenza della Sua onnipotenza e sovranità, delle Sue azioni meravigliose, del Suo amore per noi esseri umani, così come della Sua volontà di salvarci. Quindi, possiamo ringraziare Dio dai nostri cuori ed essere pronti a seguirLo e ad amarLo. La Bibbia è davvero un mezzo attraverso il quale conosciamo Dio.

Che cos'è la Bibbia? La Bibbia sul tavolo

Essa non contiene solo la parola di Dio, ma anche quella di altri autori

Nella Bibbia sono contenute le parole di Jahvè Dio e del Signore Gesù e, oltre a queste, sono presenti anche le profezie dei profeti e le esperienze e le conoscenze delle persone utilizzate da Dio. Le parole di Dio sono precise e infallibili, e sono verità, ma le parole dell’uomo sono inevitabilmente mescolate con le intenzioni umane o contengono errori. Ad esempio, il discepolo Matteo attribuì al Signore Gesù una genealogia, sostenendo che Egli è un discendente di Abramo, figlio di Davide e figlio di Giuseppe (vedi Matteo 1:1-16), ma il Signore Gesù non asserisce di essere figlio di Davide (vedi Matteo 22:41-45). Egli fu concepito dallo Spirito Santo ed è il Dio incarnato, quindi come potrebbe avere una genealogia? Un altro esempio è la testimonianza dei tre rinnegamenti del Signore da parte di Pietro, contenuti nel Vangelo di Matteo, che è diversa da quella presente nel Vangelo di Marco (vedi Matteo 26:75, Marco 14:72). Inoltre, la Bibbia include anche le parole pronunciate dal serpente quando sedusse Eva, le parole di Satana e le parole che l’asino disse a Balaam. Pertanto, dovremmo avere una comprensione autentica della Bibbia. Non dovremmo considerare tutte le parole contenute in essa come verbo di Dio, o andremo fuori strada.

La Bibbia venne scritta da uomini

La Bibbia fu composta da oltre quaranta autori, inclusi profeti, apostoli, discepoli e altri. Al suo interno, solo le parole di Jahvè Dio e del Signore Gesù, così come le parole pronunciate dai profeti in quanto direttamente ispirate da Dio, sono veramente parole Sue. Il resto è costituito per lo più da testimonianze storiche e da esperienze e conoscenza degli uomini. Prendiamo ad esempio i quattro Vangeli del Nuovo Testamento. Parti di essi sono state scritte dopo che gli autori ascoltarono la predicazione del Signore Gesù; alcune porzioni sono state redatte sulla base di ciò che veniva pronunciato dai predicatori e sulla scorta delle indagini personali degli autori, non dell’ispirazione diretta di Dio (vedi Luca 1:1-2). Possiamo pertanto comprendere che l’autore della Bibbia è l’uomo, non Dio.

Conclusione

Da ciò che abbiamo condiviso qui sopra, possiamo evincere che la Bibbia è una testimonianza dell’opera di Dio compiuta nel passato. Essa non è costituita interamente dalle parole di Dio, ma contiene anche quelle dell’uomo. L’autore della Bibbia è l’uomo, non Dio. Dovremmo, quindi, considerarla correttamente e non trattarla come se fosse scritta da Dio.


Condividere i più misteri della Bibbia, studi biblici insieme:

Chi ha scritto la Bibbia?

Guadagni inaspettati grazie allo studio della Bibbia