Testimonianze di fede – Conoscere il piano di Dio per te e conquistare una vita felice

Traduzione di Barbara Barozzi

Recentemente ho visto un tema del genere su internet: “Ho i miei progetti per tutto. Così ogni volta che succede qualcosa di inaspettato, sono infelice e mi lamento, il che fa sì che i miei famigliari e i miei amici non osino parlarmi. Non so come affrontare i progetti e i cambiamenti”. Questa è la realtà. La vita di tutti è piena di variabili, del tutto inevitabili e inaspettate. Se siamo spesso angosciati per il fatto che i nostri piani sono disorganizzati a causa di un’emergenza, dovremo affrontare molte sofferenze. Ora, vorrei parlare delle mie esperienze e capire riguardo a questo tema.

In realtà, in passato pianificavo il mio futuro sia per la vita quotidiana che per il futuro. Se non fossi riuscita a raggiungere un obiettivo che mi ero prefissata sarei rimasta deluso. A volte ero molto contenta quando il risultato era migliore di quello che mi aspettavo. Col passare del tempo, ho gradualmente scoperto che più volevo controllare la mia vita, più variabili c’erano. Ho lottato più e più volte, ma ho fallito ogni volta. Sembrava che stessi lottando contro un potere misterioso invisibile, ma ero sempre la perdente. Per esempio, dopo la laurea e l’ingresso in società, per il bene delle mie prospettive future, mi rivolsi a mio nonno, persona influente, per un buon lavoro. Contrariamente a tutte le mie aspettative, mio nonno era caratterizzato dall’autodisciplina e considerava la sua reputazione particolarmente importante. Di conseguenza, il mio piano non andò a buon fine. Piena di rancore, mi lamentavo con tutti e di tutto riguardo al mio futuro difficile e vivevo nel dolore. In seguito, non mi sono arresa al mio destino e sono tornata a lavorare. Tuttavia, approfittando dei lavoratori non nativi che vivevano in azienda, il manager, un ragazzo astuto, ci ordinava spesso di svolgere del lavoro straordinario non retribuito. Alla fine, diversi anni dopo, sono tornata alle mie origini. Perché i miei piani non hanno mai avuto successo? Ero perplessa e non sapevo quale fosse la ragione.

In seguito, ho accettato il Vangelo del Signore Gesù. Ho visto queste parole nella Bibbia: “Per tutto v’è il suo tempo, v’è il suo momento per ogni cosa sotto il cielo: un tempo per nascere e un tempo per morire; un tempo per piantare e un tempo per svellere ciò ch’è piantato; un tempo per uccidere e un tempo per guarire; un tempo per demolire e un tempo per costruire; un tempo per piangere e un tempo per ridere; un tempo per far cordoglio e un tempo per ballare; un tempo per gettar via pietre e un tempo per raccoglierle; un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracciamenti; un tempo per cercare e un tempo per perdere; un tempo per conservare e un tempo per buttar via; un tempo per strappare e un tempo per cucire; un tempo per tacere e un tempo per parlare; un tempo per amare e un tempo per odiare; un tempo per la guerra e un tempo per la pace. Che profitto trae dalla sua fatica colui che lavora? Io ho visto le occupazioni che Dio dà agli uomini perché vi si affatichino” (Ecclesiaste 3:1-10).

Da questi versetti ho compreso che tutto ciò che riguarda l’uomo, comprese la nascita e la morte, il pianto e la risata, il successo e il fallimento, il dire e il fare, sono tutte cose nelle mani di Dio. In altre parole, Dio ha sovrinteso e predestinato tutta la nostra vita. In quali famiglie nasciamo, quali posti di lavoro otteniamo, quali talenti possediamo, e cosa ci accadrà, chi incontreremo e quali parole diremo nella nostra vita quotidiana, tutte queste cose sono al di fuori del nostro controllo. Anche le cose che accadono in un minuto o in un secondo sono nelle mani di Dio.

Inoltre, possiamo fare piani per la nostra vita quotidiana e il nostro futuro, ma non importa come pianifichiamo, non possiamo trascendere il dominio di Dio. Non c’era da meravigliarsi se i miei piani non funzionavano come mi aspettavo. Non solo ero ignorante della Sua sovranità, ma lottavo anche contro l’ordine e la sovranità, andando contro Dio per seguire il mio progetto, desiderando liberarsi il dominio di Dio e prendere il mio destino nelle mie mani. Quello che ho fatto mi ha fatto precipitare in un’immensa sofferenza. E i dolori erano sempre più profondi oppure indeboliti con un divario tra i piani e i cambiamenti.

Così, come al solito, sfogavo il mio dolore sulle persone che mi circondavano. Inoltre, come una bomba ad orologeria che può esplodere in qualsiasi momento, ho sempre danneggiato gli innocenti e interrotto rapporti tra me e la mia famiglia. Ecco, la mia vita era diventata un pasticcio. Da tutte queste cose si può vedere che il motivo per cui siamo sofferenti è che non ci sottomettiamo all’autorità di Dio e ci allontaniamo da Dio e per scegliere il nostro modo di vivere.

Di fronte a questa situazione, quale atteggiamento dovremmo adottare?

È scritto nella Bibbia: “Siate sempre allegri; non cessate mai di pregare; in ogni cosa rendete grazie, poiché tale è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi” (Prima lettera ai Tessalonicesi 5:16-18). “Ecco, l’ubbidienza val meglio che il sacrifizio, e dare ascolto val meglio che il grasso dei montoni” (Primo libro di Samuele 15:22).

In realtà, tutte le cose che ci coinvolgono sono orchestrate e organizzate da Dio, specialmente le cose inaspettate, e in esse deve esserci il buon fine di Dio. C’è una sorella che ama molto viaggiare. Una volta, ha organizzato un incontro con un suo amico per visitare un luogo per alcuni giorni. Dopo aver preparato tutto per bene, si erano verificati alcuni problemi nell’ufficio del suo amico. Lui aveva bisogno di occuparsi di queste cose, quindi non avevano altra scelta che rinunciare al viaggio. Alcuni giorni più tardi, vide la notizia di frane e smottamenti avvenuti nel luogo in cui avevano pianificato di andare compresi ora e giorno in cui avevano pianificato di viaggiare. Proprio allora, improvvisamente si rese conto che Dio la stava proteggendo con la Sua disposizione. Mossa da ciò che Dio aveva fatto, era disposta a Credere in Dio per tutta la vita e a donarsi a Lui. Quindi non dovremmo limitare le nostre vite e la vita ai nostri pensieri. Al contrario, dovremmo obbedire all’organizzazione e alla disposizione di Dio, vivere la vita e conoscere la Sua sovranità. Allora possiamo vedere che tutte le cose che Dio organizza per noi sono buone, e la Sua buona volontà si nasconde sempre dietro a loro. Inoltre, possiamo arricchirci di esperienze più vivaci nelle difficoltà. Da ciò si può vedere che se possiamo cercare e pregare Dio per cogliere la Sua intenzione, e obbedire al Suo operato invece di fare tutto secondo le nostre idee e i nostri piani, non saremo più angosciati, ma ci sentiremo liberi e rilassati nel nostro cuore.

Guardando indietro al mio cammino, se avessi realizzato il mio sogno all’inizio, non sarei arrivata davanti a Dio. Durante momenti difficili ho conosciuto Dio e creduto nella Sua sovranità. Sono disposta a mettere tutta la mia vita nelle Sue mani. Anche se non ho un buon lavoro nel mondo, posso assolvere al mio compito come essere umano. Mi coordino con i fratelli e le sorelle per servire Dio ogni giorno e colmiamo le reciproche carenze. Anche se ci sono alcuni problemi tra noi, possiamo cercare di pregare e fare affidamento su Dio e per risolverli con la Sua parola. E così tutto diventa facile, mi sento libera e a mio agio. Quando sono disposta a sottomettermi alla Sua sovranità, le cose inaspettate nella mia vita non sono più preoccupazioni, ma possibilità migliori per conoscere le meravigliose azioni di Dio. grazie a Dio!

Sia fatta la Sua gloria!

Se ha nuove conoscenze sul contenuto del nostro sito web o quali sono le Sue perplessità e difficoltà nella fede,sia il benvenuto a condividerli con noi, perché il Signore Gesù disse: “Che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi” (Giovanni 15:12),desideriamo che ci aiutiamo e ci sosteniamo nel Cristo,la vita cresce. Può contattarci attraverso i seguenti modi:
1. Chiacchiera online con noi attraverso la finestra di online sotto il sito.
2. Manda l’email a [email protected]