Il matrimonio cristiano: cos’è la perfezione

Yun, una normale ragazza di campagna, aveva un aspetto normale e viveva una vita normalissima. Tuttavia, diversamente da molta gente, era stata una perfezionista fin dall’infanzia. Nello studio, nel lavoro, nelle relazioni con gli altri, e sulle richieste su sé stessa, ha sempre perseguito la perfezione.

Fece lo stesso anche nel suo matrimonio ovviamente. Si immaginava di avere un amore come quello descritto nei racconti di Qiongyao, perciò era riluttante a seguire i progetti dei suoi genitori come i suoi simili, ma invece voleva una storia d’amore perfetta. Ogni volta che pensava al suo futuro Principe Azzurro, il suo cuore iniziava a battere forte.

Amore ragazza
Foto di moda creata da freepik – www.freepik.com

Siccome Yun era una perfezionista, spiccava in ogni aspetto del lavoro che faceva, cosa che attraeva molti corteggiatori. Ma lei non gli prestava alcuna attenzione. Finché un giorno, quando Ming, un suo vecchio compagno delle medie, venne a lavorare nella sua azienda, Yun cominciò a sentire qualcosa per lui, poiché era rimasta colpita da lui alle scuole medie. Ma durante quel periodo era troppo giovane per capire l’amore. Ora Ming era diventato un uomo veramente attraente, cosa che fece innamorare Yun di lui immediatamente. Intanto, vista l’eccezionale performance di Yun nell’azienda, Ming iniziò a seguirla. Poi si innamorarono.

Si dice spesso che ogni persona spensierata quando è innamorata. Yun non fece eccezione. Lei credeva in ogni parola che diceva Ming. Una volta la sua migliore amica Juan le disse che Ming aveva un appuntamento con una ragazza molto ricca e che c’era il dubbio che avrebbero rotto. Juan disse anche a Yun di stare attenta a Ming. Tuttavia, ammaliata dalle parole dolci di Ming, Yun credeva che lui fosse serio con lei e unì il loro conto su cui veniva versato lo stipendio. Ming veniva a lavorare nell’azienda e non faceva molte cose eclatanti e le sue spese quotidiane erano tutte supportate da Yun. Tuttavia, era molto obbediente a Yun. Per guadagnare terreno nell’azienda velocemente, Ming chiedeva sempre a Yun di portarlo a incontrare il capo per avere una relazione più stretta col capo. Per la loro promozione, Yun si dava da fare instancabilmente.

Proprio quando Yun era immersa nell’amore, un improvviso cambio nella sua azienda – la discontinuità degli affari – sconvolse la sua vita. E in quel momento, il padre di Ming, un segretario del paese, sistemò Ming in un buon lavoro in un’istituzione pubblica nella loro città. Prima che Ming se ne andasse, Yun gli comprò un completo da uomo e gli diede gli ultimi 700 yuan che aveva e un cellulare nuovo (questo successe quando il primo cellulare divenne popolare), pensando che aveva bisogno di essere decente quando avrebbe incontrato i nuovi colleghi e capi.

Più tardi, l’azienda andò in bancarotta. Yun tornò a casa e disse a Ming venirla a prendere alla stazione. Yun pensava che Ming sarebbe stato molto felice quando l’avrebbe vista; invece, lui era molto calmo e inespressivo. Quando Yun chiesi a Ming di andare a trovare i suoi genitori, lui glissò esitando. Yun sentì che c’era qualcosa di strano, ma cacciò subito i suoi pensieri, pensando che lo amava così tanto che lui non l’avrebbe tradita e forse aveva solo qualche problema.

Passarono diversi giorni da quando Yun era tornata, ma Ming non l’aveva contattata. Yun sentiva che qualcosa stava andando storto. Un giorno, Yun andò a trovare Juan, un’amica che entrambi conoscevano. Vedendo Yun così abbattuta, Juan chiese: “Come va la tua relazione con Ming?” Yun disse: “Deve essere molto occupato con il suo lavoro in questi giorni. Non siamo rimasti in contatto”. Juan disse: “Yun, non essere sciocca! Sono andata da Ming coi miei amici prima che tu tornassi. I suoi genitori ci hanno detto che si sposerà con un’altra ragazza. Abbiamo visto molte foto di loro in casa. Rompi con lui! Avevo intuito fin dall’inizio che aveva cattive intenzioni quando ha iniziato a seguirti. Sin da quando hai avuto ottime performance nell’azienda, lui ha voluto usarti per raggiungere i suoi obiettivi. Non è una persona affidabile e non è meritevole del tuo amore”.

Lei si sentì abbattuta perché non si aspettava che il suo primo amore finisse in quel modo. Non si rassegnò a quella fine e il suo amore per Ming si trasformò in odio. Volle indietro le cose che le appartenevano, perciò andò a sistemare le cose con Ming; tuttavia, con sua sorpresa, Ming era completamente diverso dicendo: “Non ti devo nulla”. Yun era senza parole. Più tardi, un’amica di Yun le disse che Ming, così meschino, non meritava le sue lacrime. E le consigliò anche di smettere di contattarlo in modo che avrebbe portato il suo senso di colpa per tutta la vita. Così, Yun ruppe con Ming. In quel periodo di tempo dopo la loro rottura, Yun diventò depressa e cantava sempre una canzone, le cui parole erano “La storia d’amore è così perfetta, ma oggi mi devasta…”.

Più tardi, attraverso un’agenzia matrimoniale, Yun sposò Shuai, un ragazzo onesto e giusto proveniente da un paese vicino. A quel tempo Yun aveva perso la speranza nella vita e pensava che chiunque avrebbe sposato, lei avrebbe vissuto nella confusione. Tuttavia, non sapeva che Shuai era una persona di buon cuore. Anche se Yun era una persona molto insistente, lui tollerava tutti i suoi fallimenti e non la infastidiva perché pensava che Yun era perfetta, cosa che commuoveva molto Yun. Yun inizi ad aprirsi con Shuai e loro vissero una vita pacifica e felice. Ora hanno due figlie e tutti e quattro vivono felici assieme. Yun sapeva che questa era la vera vita.

In seguito, Yun venne a sapere da un’amica che Ming stava cercando ogni possibile mezzo per chiederle il modo per contattarla. Ma i loro compagni gli avevano detto che Yun stava vivendo una vita felice e che fortunatamente non lo aveva sposato allora. Anche se la sua amica aveva detto che Ming sentiva costantemente che doveva troppo a lei, nel cuore di Yun, era acqua che passava sotto il ponte e ringrazi Ming di averle dato una così vivida lezione. Il suo odio era svanito molto tempo prima. Lei ringraziò Dio per averle messo Shuai accanto. Lei si sentiva molto soddisfatta.

In seguito, lei vide la parola di Dio che diceva, “Si incontrano molte persone nella vita, ma nessuno sa chi diventerà il suo coniuge. Benché tutti abbiano le proprie idee e posizioni personali sull’argomento del matrimonio, nessuno può prevedere chi alla fine diventerà la sua vera anima gemella, e le concezioni individuali conteranno poco. Dopo aver incontrato una persona che ti piace, puoi corteggiarla; ma non spetta a te decidere se sia interessata a te o se sia in grado di diventare il tuo partner. L’oggetto del tuo amore non è necessariamente la persona con cui potrai condividere la vita; nel frattempo qualcuno che non ti saresti mai aspettato entra silenziosamente nella tua esistenza e diventa il tuo partner, l’elemento più importante del tuo destino, la tua dolce metà, cui la tua sorte è legata indissolubilmente. Così, sebbene ci siano milioni di matrimoni nel mondo, ognuno è diverso: quanti sono insoddisfacenti, quanti felici; quanti si distribuiscono da est a ovest, quanti da nord a sud; quanti sono unioni perfette, quanti vengono celebrati tra persone della stessa classe sociale; quanti sono felici e armoniosi, quanti penosi e dolorosi; quanti sono l’invidia degli altri, quanti sono incompresi e visti di cattivo occhio; quanti sono pieni di gioia, quanti sono inondati di lacrime e provocano disperazione…” (“Dio Stesso, l’Unico III”).

Io sono perfettamente al corrente dei pensieri che albergano nella mente degli uomini e dei desideri del loro cuore: chi non ha mai cercato una scappatoia? Chi non ha mai pensato alle proprie prospettive? Eppure, sebbene l’uomo sia dotato di un’intelligenza ricca e prismatica, chi è stato in grado di prevedere che, età dopo età, il presente sarebbe venuto fuori così com’è? È realmente il frutto dei tuoi sforzi personali? È la ricompensa per la tua instancabile laboriosità? È il bellissimo quadro contemplato dalla tua mente? Se Io non guidassi l’intera umanità, chi sarebbe in grado di staccarsi dai Miei piani e trovare un’altra via d’uscita? Sono stati i suoi pensieri e i suoi desideri a portare l’uomo nell’epoca attuale? Molte persone trascorrono la loro intera vita senza realizzare i loro desideri. Ciò è realmente dovuto a un difetto nel loro modo di pensare? Le vite di molte persone sono piene di soddisfazione e felicità inattese. Ciò accade perché le loro aspettative sono davvero molto basse? Chi, tra tutti gli uomini, non è accudito agli occhi dell’Onnipotente? Chi non vive nella predestinazione dell’Onnipotente? La nascita e la morte di quali persone sono frutto delle loro scelte personali? L’uomo è artefice del proprio destino? […]” (“L’undicesimo discorso).

Yun sospirò: l’uomo non può controllare il suo destino. Il matrimonio non è deciso dall’uomo ma dipende dalla predestinazione del Creatore. Solo quando uno si sottomette alle disposizioni del Creatore, lui riesce a ottenere la vera perfezione.

Proprio come dice Dio, “Ovunque una persona si trovi, qualunque lavoro faccia, i suoi mezzi di sostentamento e il perseguimento dei suoi obiettivi non le portano altro che un dolore interminabile e una sofferenza incurabile, al punto che essa non sopporta di guardarsi indietro. Soltanto quando si accetta la sovranità del Creatore, quando ci si sottomette alle Sue orchestrazioni e disposizioni e si cerca la vera vita umana, ci si libererà gradualmente da tutto il dolore e da tutta la sofferenza e ci si scrollerà di dosso tutta la vacuità della vita” (“Dio Stesso, l’Unico III”). Dalle parole di Dio, Yun capì che la ragione per cui lei aveva sperimentato così tanti disgrazie e dolori era che non aveva conoscenza della sovranità e della predestinazione del Creatore. Lei aveva sempre cercato una vita perfetta d’accordo con quella che era la sua immaginazione, solo per ottenere il risultato opposto. Ora Yun aveva capito finalmente che solo quando si sottometteva all’orchestrazione e ai piani di Dio, sarebbe stata libera dalle sue sofferenze.

Yun si sentiva grata di aver trovato la fonte della perfezione – il Creatore.


“Testimonianze di fede” condivide di più:

Testimonianze di fede – Con la Grazia di Dio, ottengo la Vera Felicità

I matrimoni sono decisi dal Destino