Qual è il significato di “Dio vide che era cosa buona” nella Bibbia?

Traduzione di Jenny Graziella Giacomelli

Quando ero alle superiori, ho imparato dal mio insegnante che la Bibbia è stata una grande opera letteraria mondiale. Poi, ho trovato questo libro per sapere chiaramente, con curiosità, ciò che era stato scritto. Nel momento in cui l’aprii, vidi il capitolo I della Genesi. Allora, senza pensarci, mi misi a leggere frettolosamente la creazione di Dio in sei giorni. Mi chiesi: perché le parole sono così ripetitive in questo capolavoro mondiale? La ripetizione più ovvia riguardava la parola “Dio vide che era buono”, ripetuta cinque volte; come può essere concepito come capolavoro mondiale? Mi sentivo perplesso.

Grazie per la grazia del Signore. In seguito, credetti nel Signore Gesù ed ero convinto che i cieli e la terra e tutte le cose erano state create da Dio. Tuttavia, facevo fatica a comprendere il motivo per cui le parole “Dio vide che era buono” nella Bibbia venivano ripetute più volte. Fino al giorno in cui un mio amico mi diede un libro spirituale, attraverso cui capii che le parole, semplici e ripetitive, contengono il valore e l’approvazione del Creatore per tutte le cose dell’universo creato da Lui. Inoltre, vidi l’autorità e il potere di Dio in queste parole.

Dice nel libro: “‘Dio vide che questo era buono’. Secondo voi che cosa significa? In queste parole sono racchiuse le emozioni di Dio. Dio osservò tutte le cose che aveva creato nascere e persistere per via delle Sue parole e a poco a poco cominciare a cambiare. In quel momento Dio era soddisfatto delle varie cose che aveva fatto con le Sue parole e dei vari atti che aveva compiuto? La risposta è: ‘Dio vide che questo era buono’. Che cosa vedete qui? Che cosa rappresenta la frase: ‘Dio vide che questo era buono’? Che cosa simboleggia? Significa che Dio aveva la potenza e la sapienza per realizzare ciò che aveva progettato e prescritto, per realizzare gli obiettivi che Si era proposto di realizzare. Quando Dio ebbe portato a termine ciascun compito, provò forse rammarico? La risposta è sempre questa: ‘Dio vide che questo era buono’. In altri termini, non solo non provava rammarico, ma era invece soddisfatto. Che significa che non provava rammarico? Significa che il progetto di Dio è perfetto, che la Sua potenza e la Sua sapienza sono perfette e che solo con la Sua autorità può essere realizzata tale perfezione. …tutto ciò che Egli aveva fatto assunse una forma permanente, fu classificato secondo la specie e gli furono assegnati una posizione fissa, uno scopo e una funzione, una volta per tutta l’eternità. Inoltre il suo ruolo fra tutte le cose e il percorso da compiere durante la gestione di tutte le cose da parte di Dio erano già stati predisposti da Dio ed erano immutabili. Questa era la legge celeste impartita dal Creatore a tutte le cose”.

‘Dio vide che questo era buono’ queste parole semplici e poco apprezzate, tanto spesso ignorate, sono le parole della legge celeste e del decreto celeste assegnati da Dio a tutte le creature. Sono un’altra personificazione dell’autorità del Creatore, più concreta e più profonda. Attraverso le Sue parole, il Creatore non solo fu in grado di acquisire tutto ciò che Si era proposto di acquisire e di realizzare tutto ciò che Si era proposto di realizzare, ma poté anche tenere sotto controllo con le Sue mani tutto ciò che aveva creato e governare con la Sua autorità tutte le cose che aveva creato, e per di più tutto era sistematico e regolare. E poi tutti gli esseri vivevano e morivano secondo la Sua parola e inoltre in base alla Sua autorità esistevano secondo la legge che Egli aveva emanato, e nessuno ne era esente! Questa legge ebbe inizio proprio nell’istante in cui ‘Dio vide che questo era buono’ ed esisterà, proseguirà e funzionerà per il piano di gestione di Dio fino al giorno in cui sarà abrogata dal Creatore! L’autorità unica del Creatore si manifestava non solo nella Sua capacità di creare tutte le cose e ordinare a tutte le cose di venire alla luce, ma anche nella Sua capacità di governare e detenere la sovranità su tutte le cose e di conferire vita e vitalità a tutti gli esseri e inoltre nella Sua capacità di far sì, una volta per tutta l’eternità, che tutte le cose che Egli avrebbe creato nel Suo progetto comparissero ed esistessero nel mondo da Lui creato in una forma perfetta e con una struttura vitale perfetta e con un ruolo perfetto. E si manifestava anche nel modo in cui i pensieri del Creatore non erano soggetti ad alcuna restrizione, non erano limitati da tempo, spazio o geografia”. Attraverso l’interpretazione di questo brano, sono stato in grado di capire il significato delle parole “Dio vide che era cosa buona” delle Scritture. Sotto l’autorità delle parole di Dio, tutte le cose create da Lui si sono rivelate e manifestate in fretta, e sono state assunte come una forma permanente per l’eternità, non essendoci alcun bisogno di modificare nulla. Dall’inizio fino ai giorni nostri, tutte queste diverse configurazioni di vita sono sempre esistite nel mondo. Grazie alla predestinazione di Dio, tutti gli esseri, nella loro rispettiva posizione, portano modi d’uso e funzioni, aderendo a questa legge immutabile. La loro esistenza manifesta tutta l’autorità e il potere del Creatore, ed è la prova dell’identità unica e dello stato del Creatore stesso. Il fatto che Dio vedesse che tutti erano buoni significa che il piano di Dio era perfetto, che la Sua potenza e saggezza sono perfette e che l’autorità di Dio è l’unica fonte mediante la quale Egli può compiere la perfezione. Pertanto, le parole ripetute “Dio vide che era cosa buona”, infatti, implicano l’infinita saggezza di Dio, che non è in grado di essere compreso da noi esseri umani. Da quel momento in poi, non osai disprezzare e dubitare di queste parole, pensai non ne aveva senso, ma ho imparato a sperimentare e ad apprezzare attentamente le parole di Dio.

Per tutte le cose create da Lui, Dio vide che erano buone, per cui non potei fare a meno di associarmi al fatto che Dio governa tutto dell’uomo, e che sia le nostre famiglie che il nostro lavoro sono disposti da Lui. Che ci piaccia o no, non dovremmo giudicare ciecamente, perché Dio ha visto che erano buoni. Per quale motivo dobbiamo trovare un difetto? Io, prima, non ero soddisfatto di mia moglie. A causa del suo aspetto comune e di alcune sue idee, opinioni e conoscenze che si scontravano con la mia, l’ho spesso commentata e screditata a volontà. Così, spesso ci siamo scontrati, con il risultato di pochi giorni pacifici nella nostra casa. Ma, poiché conoscevo il volere di Dio attraverso le parole “Dio ha visto che era buono”, ho cercato di mettere da parte le mie opinioni e guardarla da un altro punto di vista. Con mia grande sorpresa, ho trovato che lei aveva molti pregi che non avevo mai considerato prima. Per esempio, lei è ordinaria, semplice, il che le permette di agire con lealtà, gestire la famiglia fattivamente e con parsimonia, prendendosi cura dei nostri bambini con attenzione senza lamentele e conducendo la nostra vita casalinga in modo perfetto. Anche se alcune delle sue parole non mi soddisfacevano affatto, tuttavia, grazie alle sue parole fastidiose, non giocavo più a carte e non bevevo molto e rinunciavo a molte altre brutte abitudini… Quando ripensai profondamente a tutto questo, vidi che tutto ciò che Dio aveva predisposto per me era buono, ed ero quindi pronto a sottomettermi alla sovranità e alla volontà di Dio. E cominciai a considerare mia moglie come uno specchio per riflettere su me stesso e conoscere i miei difetti, piuttosto che fare commenti inappropriati su di lei. Da quel momento in poi, la lotta tra noi finì e la nostra casa accolse una vita tranquilla e pacifica. Grazie a Dio! Per noi, conoscere la parola di Dio attentamente per i Suoi pensieri è una degna ricerca. In questo modo, noi possiamo conoscere Dio, affinché la Sua parola conduca la nostra vita, onorarLo nei nostri cuori e vivere sempre al Suo cospetto. Se è così, possiamo vivere sotto lo sguardo e la protezione di Dio, trascorrendo una vita felice e tranquilla.

Se ha nuove conoscenze sul contenuto del nostro sito web o quali sono le Sue perplessità e difficoltà nella fede,sia il benvenuto a condividerli con noi, perché il Signore Gesù disse: “Che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi” (Giovanni 15:12),desideriamo che ci aiutiamo e ci sosteniamo nel Cristo,la vita cresce. Può contattarci attraverso i seguenti modi:
1. Chiacchiera online con noi attraverso la finestra di online sotto il sito.
2. Manda l’email a [email protected]