Lettura del giorno: il 1 giugno 2018 – Matteo 9:13

Or andate e imparate che cosa significhi: Voglio misericordia, e non sacrifizio; poiché io non son venuto a chiamar de’ giusti, ma dei peccatori.

-Matteo 9:13

Riflessioni sul versetto di oggi…

In molti casi, dopo aver commesso dei peccati, diventiamo negativi e deboli, e vogliamo anche lasciarci andare alla disperazione. Sentiamo di essere così profondamente corrotti che Dio non salverà persone come noi. Questo perché non conosciamo l’opera di Dio. In questo versetto, il Signore Gesù disse di essere venuto a salvare i peccatori, non i giusti. E da questo capiamo che nessuno è impeccabile, né perfetto, quindi dobbiamo considerarci correttamente. In secondo luogo, Dio non ha mai detto di essere venuto per salvare gli angeli e i giusti. Disse di essere venuto a salvare i peccatori. Finché non rinunciamo a perseguire la verità, Dio non ci abbandonerà.

Se ha nuove conoscenze sul contenuto del nostro sito web o quali sono le Sue perplessità e difficoltà nella fede,sia il benvenuto a condividerli con noi, perché il Signore Gesù disse: “Che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi” (Giovanni 15:12),desideriamo che ci aiutiamo e ci sosteniamo nel Cristo,la vita cresce. Può contattarci attraverso i seguenti modi:
1. Chiacchiera online con noi attraverso la finestra di online sotto il sito.
2. Manda l’email a [email protected]