Quando prenderà i Suoi credenti, il Signore Gesù tornerà nel Corpo Spirituale o nella Carne? Studio biblico

Traduzione di Barbara Barozzi

Oggi sono arrivati gli ultimi giorni. Credo che i fratelli e le sorelle di diverse confessioni e sette stiano tutti prestando grande attenzione al ritorno del Signore Gesù. Il Signore una volta ci ha promesso: “io vo a prepararvi un luogo; e quando sarò andato e v’avrò preparato un luogo, tornerò, e v’accoglierò presso di me, affinché dove son io, siate anche voi” (Giovanni 14:2-3). Per questo motivo, aspettiamo tutti con ansia che il Signore torni a portarci nel Regno dei Cieli. Tuttavia, per quanto riguarda i mezzi del ritorno del Signore, ogni confessione ne ha una diversa comprensione. Vi sono principalmente due punti di vista. Alcune confessioni credono che, come il Signore ha lasciato nel corpo spirituale, quando verrà a rapirci, Egli certamente ci apparirà nel corpo spirituale. Ma altri hanno un’idea diversa. Credono che il Signore si rivelerà a noi nella carne quando tornerà indietro. In ogni caso, in quale forma il Signore tornerà è legato al fatto che ognuno di noi cristiani può essere rapito. Perciò, dobbiamo chiarirlo, per non essere abbandonati dal Signore.

In quale modo Gesù verrà a prendere i Suoi credenti?

I pastori hanno spiegato le seguenti scritture, “Uomini Galilei, perché state a guardare verso il cielo? Questo Gesù che è stato tolto da voi ed assunto in cielo, verrà nella medesima maniera che l’avete veduto andare in cielo” (Atti Degli Apostoli 1:11). “Ecco, egli viene colle nuvole; ed ogni occhio lo vedrà; lo vedranno anche quelli che lo trafissero, e tutte le tribù della terra faranno cordoglio per lui. Sì, Amen” (Apocalisse 1:7). E ci hanno detto: Poiché il Signore Gesù è salito in cielo nel corpo spirituale dopo la Sua risurrezione, così Egli verrà e apparirà nel corpo spirituale per rapire i Suoi credenti. Molti credenti, convinti di queste parole, guardano il cielo e le nuvole e sono impazienti di vedere il Suo corpo spirituale manifestarsi. Al giorno d’oggi, la profezia di quattro lune di sangue si è compiuta, e il grande disastro sta per cadere. Noi, tuttavia, dobbiamo ancora essere portati davanti al trono di Dio. Partendo da questo fatto, cominciai a dubitare di ciò che avevano detto i pastori. E poi, ho cercato attentamente la Bibbia. Ho visto che ci sono molte Scritture che parlano della profezia della venuta del Figlio dell’uomo, come ad esempio, “perché, come il lampo esce da levante e si vede fino a ponente, così sarà la venuta del Figliuol dell’uomo” (Matteo 24:27), “Anche voi siate pronti, perché nell’ora che non pensate, il Figliuol dell’uomo verrà” (Luca 12:40), “perché com’è il lampo che balenando risplende da un’estremità all’altra del cielo, così sarà il Figliuol dell’uomo nel suo giorno. Ma prima bisogna ch’e’ soffra molte cose, e sia reietto da questa generazione” (Luca 17:24-25). Tutte queste Scritture citano le parole “la venuta del Figlio dell’uomo”, “viene il Figlio dell’uomo” e dicono anche quando ritorna il Figlio dell’uomo, “prima bisogna ch’e’ soffra molte cose, e sia reietto da questa generazione”. Ho pensato: Dato che Egli è chiamato Figlio dell’uomo, non vuol dire che Egli sarà nato dall’uomo? Per esempio, il nostro amorevole Signore Gesù apparve come un uomo ordinario, e aveva bisogno delle necessità fondamentali della vita come una persona normale. Tuttavia, la Sua sostanza è divina e Lui stesso è il Dio incarnato. Qui, il Signore disse che sarebbe disceso come Figlio dell’uomo negli ultimi giorni, il che deve significare che Dio si incarnerà ancora e apparirà come immagine del Figlio dell’uomo per fare la Sua opera tra noi negli ultimi giorni. Se il Signore si rivela a noi nel Suo corpo spirituale dopo la risurrezione, camminando attraverso i muri e apparendo e scomparendo a noi improvvisamente, saremo spaventati dal nostro ingegno e adorati davanti a Lui. Chi osa rifiutare il Suo ritorno? In quel caso, non sarebbe la profezia del Signore Gesù “Ma prima bisogna ch’e’ soffra molte cose, e sia reietto da questa generazione” si parla invano? Quindi, solo quando il Signore Gesù tornerà nella carne, la profezia si compirà. Perciò, è molto probabile che il Signore Gesù come Figlio dell’uomo venga a portare i Suoi credenti, il che significa che Dio diventerà carne con il guscio esteriore dell’umanità normale a lavorare in mezzo a noi.

Il Signore arriverà come un uomo normale?

Quando ho studiato attentamente la Bibbia, sapevo: Quando ritornerà negli ultimi giorni, il Signore compirà l’opera di separare le pecore dalle capre, i servitori malvagi dai buoni servi, le tare dal grano classificando tutti secondo la loro specie e premiando il bene e punendo i malvagi. Se il Signore ritorna nel Suo corpo spirituale dopo la risurrezione, tutti, dopo averLo visto, prosterneranno e obbediranno davanti a Lui per paura. In una tale condizione, se l’uomo è buono o cattivo non può essere rivelato, molto meno può distinguere tra bene e male o essere separato secondo la sua specie. Piuttosto, se il Signore viene come Figlio dell’uomo, perché il Suo aspetto esteriore è il guscio dell’umanità normale, sarà facile per l’umanità uscire nei loro veri colori davanti a Lui. È proprio come il Signore Gesù ha lavorato tra gli uomini per diventare carne come Figlio dell’uomo. A quel tempo, i capi sacerdoti, scribi e farisei non riuscirono a riconoscere che la Sua essenza era Dio stesso. Lo trattavano come un uomo comune e disprezzavano la Sua ordinarietà e normalità. Quando il Signore Gesù ha parlato e lavorato, non sono venuti a conoscere il Suo aspetto divino, molto meno hanno riconosciuto la Sua voce. Di conseguenza, non riconoscevano che il Signore Gesù era la venuta del Messia, ma cercavano ogni scusa per condannarLo, e si unirono con il governo romano per crocifiggerLo. Così, il loro male è stato rivelato a causa della Sua normalità. Al contrario, anche se coloro che desideravano la verità vedevano la carne del Signore Gesù era normale, ma dalla Sua opera e dalle Sue parole, si rendevano conto che ciò che Egli disse e fece era pieno di autorità e potere. Per esempio, una sola parola di Lui potrebbe riportare in vita i morti e far calmare il mare. Solo il Creatore possiede questo tipo di autorità. E inoltre, vedevano le parole pronunciate da Lui che potevano portare il popolo a quel tempo modi di praticare. Erano certi che le Sue parole sono la verità, riconoscevano la Sua voce e riconoscevano che Egli era il Messia in arrivo. Così Lo seguirono e conquistarono le Sue benedizioni e grazia. Ho pensato alle parole del Signore Gesù: “Il Figliuol dell’uomo manderà i suoi angeli che raccoglieranno dal suo regno tutti gli scandali e tutti gli operatori d’iniquità, e li getteranno nella fornace del fuoco. Quivi sarà il pianto e lo stridor de’ denti” (Matteo 13:41-42). Dalle Sue parole, ho capito: Quando il grano e le tare saranno separate alla fine del mondo, il Figlio dell’uomo invierà i Suoi angeli per gettare le tare in una fornace di fuoco. Quando menziona il Figlio dell’uomo che invia gli angeli, deve essere la carne incarnata di Dio. In questo modo, non è forse che la tara e il grano, le capre e le pecore, i malvagi servitori e i buoni servi saranno tutti rivelati e separati dalla carne incarnata di Dio? Pertanto, il Signore Gesù è così saggio nel ritornare alla carne, che espone davvero le persone.

Come riconoscere il Figlio dell’uomo tornato?

Alla ricerca della Bibbia, ho visto queste Scritture, “ma quando sia venuto lui, lo Spirito della verità, egli vi guiderà in tutta la verità, perché non parlerà di suo, ma dirà tutto quello che avrà udito, e vi annunzierà le cose a venire” (Giovanni 16:13). “Ecco, io sto alla porta e picchio: se uno ode la mia voce ed apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli meco” (Apocalisse 3:20). “Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese” (Apocalisse 2:29). “E se uno ode le mie parole e non le osserva, io non lo giudico; perché io non son venuto a giudicare il mondo, ma a salvare il mondo. Chi mi respinge e non accetta le mie parole, ha chi lo giudica: la parola che ho annunziata è quella che lo giudicherà nell’ultimo giorno” (Giovanni 12:47-48). Dalle parole del Signore sappiamo che, quando verrà “lo Spirito della verità”, Egli pronuncerà ancora le Sue parole, cioè Dio si incarnerà personalmente per esprimere la Sua voce e le Sue parole tra gli uomini. Egli spiegherà le profezie dette dal Signore Gesù e nell’Apocalisse, e ci dirà della destinazione dell’umanità. Inoltre, farà il lavoro di giudizio negli ultimi giorni e mostrerà all’uomo il modo di essere salvato. Da questo possiamo concludere che Colui che può esprimere la verità per fare l’opera del giudizio negli ultimi giorni è il Dio incarnato, il Figlio dell’uomo tornato: il Signore Gesù. Di conseguenza, la chiave per attendere il ritorno del Signore è l’attenzione all’ ascolto della voce di Dio. Fintanto che saremo in grado di riconoscere la Sua voce, potremo vedere la Sua manifestazione a noi, accogliere il Figlio dell’uomo tornato e poi farsi rapire davanti al Suo trono, godendo delle innaffiature e dell’approvvigionamento dell’acqua della vita.

Se ha nuove conoscenze sul contenuto del nostro sito web o quali sono le Sue perplessità e difficoltà nella fede,sia il benvenuto a condividerli con noi, perché il Signore Gesù disse: “Che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi” (Giovanni 15:12),desideriamo che ci aiutiamo e ci sosteniamo nel Cristo,la vita cresce. Può contattarci attraverso i seguenti modi:
1. Chiacchiera online con noi attraverso la finestra di online sotto il sito.
2. Manda l’email a [email protected]