Solo ascoltando la parola di Dio, si può seguire le orme dell’Agnello

Il Signore Gesù disse, “Allora due saranno nel campo; l’uno sarà preso e l’altro lasciato; due donne macineranno al mulino: l’una sarà presa e l’altra lasciata. Vegliate, dunque, perché non sapete in qual giorno il vostro Signore sia per venire” (Matteo 24:40-42). In passato, ogni volta che leggevo questi versi, pensavo: quando si realizzeranno? Quando esattamente il Signore tornerà sulla terra? Chi sarà scelto? Chi sarà lasciato? Sarò una di quelli che verranno lasciati? Più ci pensavo, più avevo paura e mi preoccupavo. Talmente tanto che non osavo perdermi una funzione.

A quel tempo, mi riunivo con i fratelli e le sorelle alla Chiesa e godevo della presenza e dell’opera di Dio. I nostri incontri erano sempre pieni di gioia e risa. Inoltre, mi coordinavo e servivo Dio con i miei colleghi, dandoci da fare in tutte le Chiese. Studiavamo anche la Bibbia nel caldo abbraccio del Signore, desiderando disperatamente che si realizzasse la Sua promessa secondo cui Egli sarebbe tornato per rapirci e portarci nel Regno dei Cieli, dove tutti i nostri fratelli e le nostre sorelle avrebbero partecipato al grande banchetto da Lui preparato. Per via di queste parole dal Signore: “L’una sarà presa e l’altra lasciata”, i fratelli e le sorelle della nostra Chiesa erano sempre molto attenti per paura di essere abbandonati. Inaspettatamente, attorno al 1998 comparvero molti fratelli e sorelle che testimoniavano ovunque che il Lampo da Levante era il ritorno del Signore Gesù. Alcune buone pecorelle della nostra Chiesa ci furono “rubate” dal Lampo da Levante. Allora gli anziani e i pastori cominciarono a isolare la Chiesa, incitando fratelli e sorelle a resistere alla “invasione” esterna.

i cristiani stano ascoltando la parola di Dio

Un giorno, una mia conoscente mi diede testimonianza dell’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni e mi diede un libro, intitolato “La Parola appare nella carne”, che conteneva le parole di Dio Onnipotente. Mi disse che Dio Onnipotente era il ritorno del Signore Gesù, incarnato, e che stava esprimendo nuove parole. Le parole della mia conoscente mi resero davvero felice. Allora, aprii subito il libro “La Parola appare nella carne” e vidi queste parole di Dio Onnipotente: “La manifestazione di Dio si è già avuta in tutte le Chiese. È lo Spirito che parla, Egli è un fuoco divampante, Egli incede maestoso e giudica; Egli è il Figlio dell’uomo, veste un abito lungo fino ai piedi e cinto al petto da una fascia d’oro. Il Suo capo e i Suoi capelli sono bianchi come lana e i Suoi occhi sono come fiamma di fuoco; e i Suoi piedi sembrano fine ottone, come se bruciassero in una fornace; e la Sua voce è come il suono di molte acque. Nella mano destra Egli ha sette stelle, una spada affilata a due lame è nella Sua bocca e il Suo volto è come il sole che splende in tutta la sua forza! […] Dio Onnipotente! Il Suo corpo glorioso Si manifesta apertamente, il santo corpo spirituale Si leva ed Egli è Dio Stesso in tutta la Sua completezza! Il mondo e la carne sono entrambi cambiati e la Sua trasfigurazione sul monte è la persona di Dio. Porta la corona d’oro sul capo, le Sue vesti sono immacolate, sul petto c’è una fascia dorata e tutte le cose del mondo sono il Suo sgabello. I Suoi occhi sono come fiamma di fuoco, la spada affilata a doppio taglio è nella Sua bocca ed Egli ha le sette stelle nella mano destra. La via verso il Regno è infinitamente luminosa e la Sua gloria sorge e splende; le montagne sono gioiose e le acque ridono, il sole, la luna e le stelle ruotano tutti nella loro disposizione ordinata, dando il benvenuto all’unico vero Dio il cui ritorno trionfante annuncia il compimento del Suo piano di gestione di seimila anni. Tutti saltano e danzano di gioia! Rallegratevi! Il Dio onnipotente siede sul Suo trono glorioso! Cantate! Il vessillo vittorioso dell’Onnipotente si leva alto sopra il maestoso e magnifico monte Sion! Tutte le nazioni sono in festa, tutti i popoli cantano. Il monte Sion ride gioiosamente, la gloria di Dio è sorta! […]” (“Capitolo 15” in La Parola appare nella carne). Nel leggere le Sue parole, sentii che avevano una tale autorità e un tale potere che nessun uomo comune avrebbe potuto esprimerle. Non potevo fare a meno di pensare alla profezia contenuta nel Libro dell’Apocalisse: “Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese. […]” (Apocalisse 2:7). Giusto! Le parole di Dio Onnipotente erano l’enunciazione dello Spirito Santo e la manifestazione di Dio. Dio Onnipotente stava parlando alle Chiese! Ero così felice ed eccitata che diedi immediatamente la lieta notizia ai fratelli e alle sorelle, così anche loro sarebbero stati in grado di accogliere il ritorno del Signore. Contrariamente alle mie aspettative, la loro risposta fu molto fredda. I miei colleghi dissero che mi stavo ribellando alla Chiesa, che stavo tradendo Dio e prendendo la strada sbagliata, e che ero stata “rubata” dal Lampo da Levante. Dopo tutto ciò, i cancelli della Chiesa mi si serrarono davanti. Versai a lungo lacrime dolci-amare. Con mia grande gioia, avevo incontrato la manifestazione di Dio e la cosa mi riempiva di eccitazione. Allo stesso tempo, però, ero molto dispiaciuta perché di fronte al ritorno di Dio, i miei fratelli e le mie sorelle non avevano voluto investigare oltre. Non si erano forse comportati come le vergini stolte?

Nel panico, aprii ancora il libro delle parole di Dio Onnipotente e vidi che Egli diceva: “Il ritorno di Gesù è una grande salvezza per coloro che sono in grado di accettare la verità, ma è un segno di condanna per quelli che sono incapaci di accoglierla. Dovreste scegliere il vostro cammino, e non bestemmiare lo Spirito Santo, né rifiutare la verità. Non dovreste essere persone ignoranti e arroganti, bensì obbedire alla guida dello Spirito Santo, e desiderare ardentemente e cercare la verità; soltanto così potrete trarre dei benefici. Vi consiglio di seguire con attenzione il vostro cammino di fede in Dio. Non saltate alle conclusioni; inoltre, non siate superficiali e distratti nella vostra fede in Dio. Sappiate che, come minimo, coloro che credono in Dio devono essere umili e riverenti. Coloro che hanno udito la verità, ma arricciano il naso davanti a essa, sono stupidi e ignoranti. Quelli che hanno ascoltato la verità, ma ne traggono delle conclusioni affrettate o la condannano, sono pieni di arroganza. Nessuno che creda in Gesù ha il diritto di maledire o condannare altre persone. Dovreste essere tutti razionali e accettare la verità. Forse, avendo sentito la via della verità e letto la parola di vita, credi che tra queste parole soltanto una su diecimila sia in linea con le tue convinzioni e con la Bibbia, e quindi dovresti continuare a cercare in questo decimillesimo delle parole. Ti consiglio ancora di essere umile, di non essere troppo sicuro di te e di non esaltarti eccessivamente. Se nel tuo cuore c’è scarsa reverenza per Dio, guadagnerai una luce più grande. Se esamini attentamente e contempli ripetutamente queste parole, capirai se corrispondano o meno alla verità e alla vita. […] Se non riesci ad accettare una verità descritta in maniera così semplice e chiara, non pensi di essere inadeguato per beneficiare della salvezza di Dio? Non sei sufficientemente fortunato da ritornare davanti al trono di Dio? Pensaci! Non essere avventato e impetuoso, e non trattare la fede in Dio come un gioco. Pensa al bene della tua destinazione, delle tue prospettive e della tua vita, e non giocare con te stesso. Sei in grado di accettare queste parole?” (“Nel momento in cui contemplerai il corpo spirituale di Gesù, Dio avrà creato nuovi cieli e nuova terra” in La Parola appare nella carne). “Perciò, cerchiamo la volontà di Dio, scopriamo la Sua apparizione dai Suoi discorsi e seguiamo le Sue orme! Dio è la verità, la via e la vita. Le Sue parole e la Sua apparizione esistono simultaneamente e la Sua indole e le Sue orme saranno sempre accessibili all’umanità. Cari fratelli e sorelle, spero che possiate vedere l’apparizione di Dio in queste parole e che cominciate a seguire le Sue orme verso una nuova età, entro meravigliosi nuovi cieli e nuova terra, preparati per coloro che attendono l’apparizione di Dio” (“L’apparizione di Dio ha introdotto una nuova età” in La Parola appare nella carne).

Più leggevo le Sue parole, più ero certa che Dio Onnipotente fosse il ritorno del Signore Gesù. Perché soltanto Dio Stesso è la verità, la via e la vita. A parte Dio, nessuno possiede tale essenza. Inoltre, Dio Onnipotente dice chiaramente che: “Il ritorno di Gesù è una grande salvezza per coloro che sono in grado di accettare la verità, […]”. In altre parole, coloro che cercheranno e indagheranno umilmente quando udiranno le notizie sul ritorno del Signore Gesù e sulle parole di Dio, saranno rapiti davanti al trono di Dio. Queste parole, invece: “ma è un segno di condanna per quelli che sono incapaci di accoglierla” significano che se coloro che avranno udito qualcuno testimoniare che Gesù Cristo è tornato, non cercheranno e non indagheranno, ma resisteranno, condannando e rifiutando il ritorno di Dio, allora saranno da Lui abbandonati. Le parole di Dio Onnipotente mi permisero di vedere la luce. Capii che è così che si avvereranno le parole del Signore Gesù che recitano: “Allora due saranno nel campo; l’uno sarà preso e l’altro lasciato; due donne macineranno al mulino: l’una sarà presa e l’altra lasciata”.

Dopo aver letto le parole di Dio Onnipotente, seppi chiaramente che avevo incontrato il ritorno del Signore e seguito le Sue orme. Stavo camminando sulla giusta via. Dio Onnipotente ha espresso molte parole negli ultimi giorni per fare opera di giudizio e purificare gli uomini. Solo se accettiamo la Sua opera di giudizio degli ultimi giorni saremo purificati, cambieremo la nostra indole ed entreremo in una nuova età. Al contrario, coloro che non seguiranno la nuova opera di Dio non otterranno la Sua salvezza negli ultimi giorni e, alla fine, saranno abbandonati. Oggigiorno, l’opera di Dio Onnipotente sta giungendo al termine. Nelle intenzioni di Dio c’è la speranza che chiunque senta le Sue parole possa cercare e indagare le Sue parole e la Sua opera, tenere il passo con l’opera dello Spirito Santo, ritornare a Lui e ottenere la Sua salvezza negli ultimi giorni. Solo in questo modo non saremo abbandonati. Dio sta aspettando che coloro che bramano la Sua apparizione e sono in grado di riconoscere la Sua voce facciano presto ritorno al Suo trono.

Condivide di più studi biblici:

Tre principi che possono aiutarci a riconoscere la voce di Dio

Le vergini sagge possono riconoscere la voce di Dio!