Un viaggio di fede

Xiaomo, arrivata in America da poco, non aveva familiarità con nulla. Ogni giorno, incontrava varie difficoltà difficili da affrontare per lei: non conosceva la lingua, le strade erano nuove, e così via. Tra tutte queste difficoltà, la sua sopravvivenza era la più urgente.

Dopo essersi stabilita lì, Xiaomo scoprì che erano rimasti pochissimi soldi, il che le fece capire che il dollaro e l’RMB erano davvero molto diversi. Xiaomo non dimenticherà mai che la prima volta che uscì, spese $6.5 per due bacinelle. “Equivalgono dai trenta ai quaranta RMB”, non poté fare a meno di esclamare, ma una sorella le sorrise e la confortò, “Andrà tutto bene quando ti ci abituerai”.

Nella vita reale, il denaro era molto necessario. Al pensiero di questo, Xiaomo sapeva che doveva trovare un lavoro per guadagnarsi da vivere.

Nella foresta sotto il sole

Per un giorno intero, Xiaomo girò per le strane strade e vie. Ambienti sconosciuti e persone di diversi colori e lingue, tutto questo resero Xiaomo insicura. Fortunatamente, Xiaomo viveva in una Chinatown, dove molti negozi erano gestiti da cinesi.

Finché Xiaomo vide il negozio con un annuncio di lavoro, si fece coraggio per entrare e chiedere informazioni. Ma tutto ciò che sentì fu: “Parli inglese?” Sfortunatamente, Xiaomo non conosceva l’inglese. Alla fine della giornata, dopo aver viaggiato per tutta la zona, Xiaomo era esausta e non aveva trovato lavoro.

Verso sera, Xiaomo tornò a casa e si sentiva estremamente depressa. Aveva attraversato l’oceano per venire in America da sola. “Senza la compagnia dei miei genitori e parenti, su chi posso fare affidamento? Chi può aiutarmi?”. Pensando a questo, Xiaomo versò lacrime disperatamente.
Vedendola così, la sorella le si avvicinò e la consolò: “Quando venni qui per la prima volta, ebbi anch’io molte difficoltà come le tue. Sebbene abbia fatto molte deviazioni, ringrazio Dio per avermi guidato attraverso di loro. In realtà, tutti questi problemi sono temporanei. Sono usati da Dio per accrescere la nostra fede, per aiutarci a imparare a fare affidamento su di Lui e a guardarLo, e per farci sperimentare in modo tangibile l’opera di Dio. Ora che stai incontrando queste difficoltà pratiche, dovresti pregare di più a Dio. Lui è il nostro unico affidamento. Solo quando ci affidiamo a Lui, avremo una via da seguire e non ci perderemo mai”.

Le parole della sorella fecero bene a Xiaomo. Pensò: giusto! Come mai dimentico Dio? Così Xiaomo si affrettò a pregare Dio, parlandoGli delle sue difficoltà pratiche.

Dopo aver pregato, Xiaomo pensò alle parole di Dio, “Tutte le cose sotto le disposizioni e la sovranità di Dio obbediscono a leggi naturali e, se decidi di lasciare che Egli disponga e detti ogni cosa per te, devi imparare ad aspettare, a cercare, a sottometterti. Questo è l’atteggiamento che deve assumere chiunque voglia assoggettarsi all’autorità di Dio, la qualità fondamentale che deve possedere chiunque voglia accettare la Sua sovranità e le Sue disposizioni. Per tenere un simile atteggiamento, per possedere una simile qualità, dovete lavorare più sodo; soltanto così entrerete nella vera realtà”. Dopo aver letto le parole di Dio, pensò: tutto obbedisce a una legge oggettiva dello sviluppo. Ho passato solo un giorno a cercare un lavoro, e quando ho fallito mi sono impantanata nella negatività e nelle difficoltà. Non ho davvero perseveranza. Inoltre, ho avuto poca fede. Ora che Dio dice “devi imparare ad aspettare, a cercare, a sottometterti”, dovrei sottomettermi alla sovranità e alle disposizioni di Dio, sperimentare l’opera di Dio e godere delle azioni di Dio.

Con sorpresa di Xiaomo, quando le sue condizioni e il suo atteggiamento cambiarono e lei cercò ancora un lavoro, ne trovò uno con facilità adatto alle sue competenze. Xiaomo sperimentò che Dio stava davvero al suo fianco ed era il suo aiuto sempre presente. Ma dal momento che per gran parte del tempo non aveva un posto per Dio nel suo cuore e non sapeva come fare affidamento su Dio, non aveva fede in Dio e cadeva in tutti i tipi di difficoltà e ansie. Poiché Xiaomo era grata a Dio, lei stessa si vergognava per la sua poca fede.

Senza rendersene conto, Xiaomo stava lavorando in un ristorante da due mesi. Un giorno, in realtà non era il suo giorno libero, ma quello della collega. Tuttavia, si erano scambiate il turno, così Xiaomo non andò al lavoro. Verso le tre di quel pomeriggio, la sua collega le telefonò dicendo che il ristorante era stato bruciato e tutti i colleghi erano spaventati…

Sentendo questa sorprendente notizia, Xiaomo continuò a ringraziare Dio nel suo cuore. Sapeva bene che la ragione per cui aveva potuto sfuggire a questo disastro era dovuta totalmente alla cura e alla protezione di Dio! Venne fuori che il fuoco proveniva dalla sua postazione di lavoro e distrusse i tre o quattro magazzini circostanti. Questo evento causò molto scalpore a livello locale.
Due giorni dopo, Xiaomo vide il ristorante bruciato e i colleghi che erano sulla scena al momento dell’incidente. Erano tutti spaventati. Guardando l’espressione sul loro viso, Xiaomo sentì davvero di essere stata protetta da Dio.

Più tardi, Xiaomo ricordò che, diversi giorni prima dell’incidente, aveva sentito i manager del ristorante dire che il capo era a corto di fondi, e quindi stava per scappare con i soldi. Inaspettatamente, pochi giorni dopo, accade l’incidente, e quello che è successo dopo ha dimostrato che il capo era davvero scappato con i loro sudati soldi.

Da un lato, questa questione fece sì che Xiaomo vedesse la giustizia di Dio. La Bibbia dice, “Non fate le vostre vendette, cari miei, ma cedete il posto all’ira di Dio; poiché sta scritto: A me la vendetta; io darò la retribuzione, dice il Signore” (Romani 12:19).

Dall’altro, mise alla prova la fede di Xiaomo. Con il ristorante bruciato, Xiaomo era disoccupata, e il capo era scappato con il suo stipendio di mezzo mese duramente guadagnato. Xiaomo contò attentamente tutti i soldi che aveva, scoprendo che escludendo l’affitto mensile per la casa, i soldi risparmiati non bastavano certo a mantenerla.

Nei giorni seguenti, il tempo divenne prezioso per Xiaomo, perché ogni giorno di ritardo nel trovare un lavoro significava che avrebbe fatto fatica a farcela. Xiaomo lo sapeva, sarebbe stato un altro viaggio di fede. L’ultima volta aveva esposto la sua poca fede in Dio; questa volta, era disposta a credere nell’onnipotenza e nella sovranità di Dio, a sottomettersi alla Sua volontà.

Xiaomo pensò alle parole di Dio: “La fede è come un ponte di un solo ceppo: coloro che abiettamente si aggrappano alla vita avranno difficoltà ad attraversarlo, ma coloro che sono pronti a sacrificare se stessi possono attraversarlo senza problemi. Se l’uomo nutre pensieri timidi e timorosi, verrà ingannato da Satana. Questi teme che attraversiamo il ponte della fede per entrare in Dio. Satana escogita ogni modo possibile per inviarci i suoi pensieri, noi dovremmo sempre pregare che la luce di Dio splenda su di noi, e dobbiamo sempre confidare in Dio per purificarci dal veleno di Satana. Faremo sempre pratica nel nostro spirito per giungere vicino a Dio. Lasceremo che Dio abbia il dominio su tutto il nostro essere”. Attraverso le parole di Dio, Xiaomo si rese conto che la sua poca fede in Dio le faceva sempre immaginare molti risultati terribili, così che visse nel panico e nell’impotenza, perdendo successivamente la fede in Dio e l’affidamento su Dio, e cadendo nel vortice di Satana. Tutto ciò era l’afflizione di Satana su di lei.

Le parole di Dio dicono: “Ripensa all’Età della Legge. Quando gli Israeliti erano in cammino dopo aver lasciato l’Egitto, Dio diede loro quaglie e manna. Consentì loro di conservarle? (No.) Alcuni erano di vedute ristrette e temevano che non ce ne sarebbero state più il giorno seguente, così ne tennero un po’ da parte. ‘Conserviamole in caso ne avessimo bisogno più avanti!’. Che cosa accadde in seguito? Il giorno seguente erano andate a male. Dio non permise loro di farne scorta perché aveva fatto dei preparativi affinché non patissero la fame. Gli uomini, tuttavia, non ebbero fiducia e continuarono a tenere da parte un po’ di cibo, pensando: ‘Non si può fare affidamento sulle azioni di Dio! Non possiamo vederle né toccarle. È sempre meglio conservare qualcosa per dopo. Devi essere previdente, perché nessuno si occuperà di te, se non lo fai tu stesso!’. Come puoi notare, gli esseri umani non hanno fiducia né una vera fede in Dio. Mettono sempre qualcosa da parte per il futuro e non riescono mai a vedere l’interessamento e la premura dietro ciò che Dio ha predisposto per loro. Semplicemente sono sempre incapaci di percepirli e ogni volta diffidano di Dio e pensano: ‘Non si può fare affidamento sulle Sue azioni! Chissà se e quando Egli darà da mangiare all’umanità! Se ho davvero fame e Dio non mi dà nulla, non morirò? Non deperirò?’ Vedi quanto è minuscola la fiducia dell’uomo!”. Le parole di Dio frantumarono l’immaginazione di Xiaomo e accrebbero la sua fede. Sapeva di non essere sola, sebbene incontrasse difficoltà, sola all’estero e apparentemente senza amici e isolata, perché Dio era sempre con lei. Sebbene non percepisse o non sentisse che Dio aveva già preparato tutto, sapeva lo stesso che “Per tutto v’è il suo tempo, v’è il suo momento per ogni cosa sotto il cielo” (Ecclesiaste 3:1). Credeva che Dio fosse la sua retroguardia più potente e sarebbe stato al suo fianco, senza mai abbandonarla.
Durante i giorni che seguirono, Xiaomo dovette fare qualche lavoro in Chiesa, lanciandosi così nel lavoro ecclesiastico intenso e pieno. A volte pensava anche a cercare un lavoro, ma grazie alla guida e alla protezione di Dio, si sentiva abbastanza tranquilla. Vedendo lo sguardo pacato di Xiaomo, la sorella disse: “Finché metti il tuo cuore nella Chiesa, il lavoro verrà attivamente da te”. Xiaomo si limitò a sorridere. Trattava le parole della sorella come una barzelletta e pensava che le cose non sarebbero state così semplici come diceva la sorella.

Quel pomeriggio, quando Xiaomo finì di collaborare al lavoro ecclesiastico, in realtà aveva solo programmato di girovagare per vedere se c’erano posti vacanti di lavoro. Entrò in un centro commerciale e sorprendentemente trovò lavoro nel giro di dieci minuti. E quando Xiaomo si sentiva molto felice, era più capace di sperimentare la sovranità, la fedeltà, la misericordia e l’amore di Dio per lei. Essendo arrivata così lontano, Xiaomo ha davvero toccato con mano che le esperienze dei cristiani che vivono lontano in un paese straniero sono davvero un viaggio di fede. E con la compagnia di Dio, lo splendore esplode nel viaggio.

Se ha nuove conoscenze sul contenuto del nostro sito web o quali sono le Sue perplessità e difficoltà nella fede,sia il benvenuto a condividerli con noi, perché il Signore Gesù disse: “Che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi” (Giovanni 15:12),desideriamo che ci aiutiamo e ci sosteniamo nel Cristo,la vita cresce. Può contattarci attraverso i seguenti modi:
1. Chiacchiera online con noi attraverso la finestra di online sotto il sito.
2. Manda l’email a [email protected]