Persecuzione religiosa – La conversazione

Persecuzione religiosa – La conversazione

Jiang Xinyi è una responsabile regionale della Chiesa di Dio Onnipotente in una determinata zona della Cina. Ama la verità ed è animata da un senso di giustizia. Ha accolto l’opera di Dio Onnipotente degli ultimi giorni da più di dieci anni. Capisce che solo Cristo è la verità, la via e la vita e che solo Cristo degli ultimi giorni, Dio Onnipotente, può salvare il genere umano, liberarlo dal peccato e condurlo sulla giusta strada di una vita umana. Per questo, segue Dio con convinzione, Gli rende testimonianza e diffonde il Vangelo. Tuttavia, il governo comunista cinese imprigiona e perseguita ostinatamente i cristiani. Jiang Xinyi e alcuni collaboratori sono stati tenuti sotto controllo e pedinati dalla polizia del PCC per tre mesi. A una riunione, la polizia li ha arrestati. Per confiscare le risorse finanziarie della Chiesa e arrestare altri capi, il governo comunista cinese ha brutalmente torturato Jiang Xinyi e gli altri. Lo scopo era arrestare tutti i membri delle chiese locali di Dio Onnipotente in un colpo solo. Malgrado ciò, davanti alla brutalità della polizia, Jiang Xinyi e altri cristiani sono stati rimasti saldi e coerenti. Hanno opposto una ferma resistenza e hanno reso testimonianza a Dio nei confronti di Satana. Il governo comunista cinese, però, non si è rassegnato davanti alla sconfitta e ha mobilitato il preside di una scuola che pratica l’indottrinamento e alcuni pastori religiosi. Essi hanno fatto ricorso a dottrine fallaci come l’ateismo, il materialismo e il patriottismo come anche a metodi deplorevoli quali l’attrattiva della fama, del guadagno e dell’influenza dei familiari pur di farli sviare. Jiang Xinyi e le persone come lei sono state sottoposte a ripetuti tentativi di indottrinamento. A dispetto di ciò, esse si sono affidate a Dio e Gli hanno rivolto le loro preghiere. Sotto la guida delle parole di Dio Onnipotente, si sono rese conto dell’astuzia di Satana. Ricorrendo alla verità, hanno condotto una battaglia senza tregua contro i funzionari del governo comunista cinese che li hanno sottoposti a interrogatorio…

Se ha nuove conoscenze sul contenuto del nostro sito web o quali sono le Sue perplessità e difficoltà nella fede,sia il benvenuto a condividerli con noi, perché il Signore Gesù disse: “Che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi” (Giovanni 15:12),desideriamo che ci aiutiamo e ci sosteniamo nel Cristo,la vita cresce. Può contattarci attraverso i seguenti modi:
1. Chiacchiera online con noi attraverso la finestra di online sotto il sito.
2. Manda l’email a [email protected]