Canti di lode 2020 – La ribellione dell’uomo desta l’ira di Dio

134 Visioni 20

Canti di lode 2020 – La ribellione dell’uomo desta l’ira di Dio

Quando la Sua ira scuoterà i monti e i fiumi,
Dio smetterà di aiutare l’uomo vile.
Infuriato, gli negherà l’occasione di pentirsi,
smetterà di sperare in lui, lo punirà come merita.
Poi il tuono romberà come onde furiose,
come diecimila vette che crollano.
Per la sua ribellione, l’umanità è colpita e uccisa,
ogni creatura spazzata via da tuoni e fulmini.

D’improvviso, l’universo precipita nel caos,
il creato non può recuperare l’originario alito di vita.
L’uomo non può sfuggire al boato del tuono;
tra i fulmini, le orde degli uomini
cadono nei torrenti che scrosciano dai monti,
spazzate via dalla corrente.
E all’improvviso, nella “destinazione” dell’umanità,
c’è un mondo di “uomini”,
cadaveri alla deriva nel mare.
Tutta l’umanità si allontana da Dio a causa della Sua ira
perché l’uomo ha offeso l’essenza dello Spirito di Dio:
la ribellione dell’uomo ha irritato Dio, la ribellione dell’uomo ha irritato Dio.
Cadaveri alla deriva nel mare.
Tutta l’umanità si allontana da Dio a causa della Sua ira
perché l’uomo ha offeso l’essenza dello Spirito di Dio:
la ribellione dell’uomo ha irritato Dio, la ribellione dell’uomo ha irritato Dio.
Ma, al sicuro sulla terraferma,
altri uomini cantano tra risate e musica,
godendo delle promesse che Dio ha mantenuto solo per loro.

da “Seguire l’Agnello e cantare dei canti nuovi”

Di più Meno