La Parola di Dio | “L’Età del Regno è l’Età della Parola” | Estratto 404

Visioni 0

Quando Dio parla, dovresti immediatamente ricevere le Sue parole per nutrirtene. Indipendentemente da quanto capisci, devi mantenere la tua posizione e concentrarti sul nutrimento, sulla conoscenza e sul fatto di mettere in pratica la Sua parola. È qualcosa che devi fare. Non preoccuparti di quanto possa diventare elevata la tua statura morale: concentrati semplicemente sul nutrimento della Sua parola. Questo è il modo in cui l’uomo dovrebbe collaborare. La tua vita spirituale consiste principalmente nell’entrare nella realtà in cui nutrirti e dissetarti delle parole di Dio e metterle in pratica. Non ti devi concentrare su nient’altro. I capi della Chiesa dovrebbero essere in grado di portare tutti i fratelli e le sorelle a conoscere il modo in cui nutrirsi e dissetarsi delle parole di Dio. Questa è la responsabilità di tutti i capi della Chiesa. Che siano giovani o anziani, tutti dovrebbero dare importanza al nutrimento delle parole di Dio e custodire le Sue parole nei loro cuori. Se entri in questa realtà, entrerai nell’Età del Regno. Al giorno d’oggi, la maggior parte delle persone sente di non poter vivere senza alimentarsi della parola di Dio, e percepisce costantemente la novità della Sua parola. In quel momento l’uomo inizia a mettersi sulla retta via. Dio usa la parola per operare e sostenere l’uomo. Quando tutti desiderano nutrirsi e bramano la parola di Dio, entreranno nel mondo della Sua parola.

Dio ha parlato molto. Quanta conoscenza hai al riguardo? Fino a che punto sei entrato in questa realtà? Se un capo della Chiesa non conduce i fratelli e le sorelle nella realtà della parola di Dio, ha omesso il proprio dovere e mancato di adempiere alle proprie responsabilità! Indipendentemente dalla profondità del tuo nutrimento della parola di Dio, o da quanto sei in grado di ricevere, devi sapere nutrirti e dissetarti della Sua parola; devi dare importanza alla Sua parola e capire l’importanza e la necessità di tale nutrimento. Dio ha parlato molto. Se non ti nutri della Sua parola, né la ricerchi o la metti in pratica, non puoi essere considerato un credente in Dio. Poiché credi in Dio, devi nutrirti e dissetarti della Sua parola, sperimentarla e viverla. Solo questo equivale a credere in Lui! Se affermi di credere in Dio ma non proferisci nessuna delle Sue parole o non le metti in pratica, non sei considerato credente in Lui. Questo significa “cercare il pane per soddisfare la fame”. Parlare soltanto di una banale testimonianza, di argomenti futili e superficiali, e non avere la benché minima realtà, non vuol dire avere fede in Dio. Come tale, non hai compreso il giusto modo di credere in Dio. Perché devi nutrirti e dissetarti di più delle parole di Dio? Non nutrirti e dissetarti della Sua parola e cercare soltanto di ascendere al cielo significa avere fede in Lui? Qual è il primo punto per chi crede in Dio? Attraverso quale percorso Dio rende perfetto l’uomo? Puoi essere reso perfetto senza nutrirti e dissetarti della Sua parola? Puoi essere considerato membro del Regno se la parola di Dio non è la tua realtà? Che cos’è esattamente la fede in Dio? I credenti in Dio dovrebbero comportarsi bene esteriormente, perlomeno, ed è sommamente importante possedere la parola di Dio. In ogni caso, non puoi mai distoglierti dalla Sua parola. La tua conoscenza di Dio e il compimento della Sua volontà sono raggiunti tutti attraverso la Sua parola. Tutte le nazioni, le confessioni, le religioni e tutti i settori verranno conquistati dalla parola in futuro. Dio parlerà direttamente e tutta la gente avrà la parola di Dio nelle proprie mani; in questo modo la gente verrà resa perfetta. La parola di Dio si diffonde ovunque: le persone discutono della parola di Dio e agiscono secondo la Sua parola, ma intimamente sussiste ancora la parola di Dio. Sia dentro che fuori, le persone sono immerse nella parola di Dio e così vengono perfezionate. Coloro che compiono la volontà di Dio e riescono a essere Suoi testimoni sono coloro che possiedono la parola di Dio come realtà.

Entrare nell’Età della Parola, ovvero nell’Età del Regno Millenario è l’opera che viene completata ora. Da questo momento, pratica la comunione della parola di Dio. Soltanto nutrendoti della Sua parola e sperimentandola puoi manifestarla. Solo con le tue parole di esperienza puoi convincere gli altri. Se non possiedi la parola di Dio, non convincerai nessuno! Tutti coloro di cui Dio Si è avvalso sono in grado di proferire la Sua parola. Se non puoi, ciò indica che lo Spirito Santo non ha operato in te e che non sei stato perfezionato. Questa è l’importanza della parola di Dio. Possiedi un cuore assetato della Sua parola? Coloro che hanno sete della parola di Dio hanno sete della verità e soltanto questi uomini vengono benedetti da Dio. In futuro, ci saranno molte altre parole che Dio pronuncerà di fronte a tutte le religioni e a tutte le confessioni. Per prima cosa, parla e usa la Sua voce fra di voi e vi rende completi prima di passare a parlare e a usare la Sua voce fra i Gentili per conquistarli. Attraverso la parola, tutti saranno sinceramente e pienamente convinti. Attraverso la parola di Dio e le Sue rivelazioni, l’indole corrotta dell’uomo si è ridotta. Tutti hanno un aspetto umano, e anche l’indole ribelle dell’uomo si è ridotta. La parola agisce sull’uomo con l’autorità e conquista l’uomo alla luce di Dio. L’opera che Dio compirà in questa epoca, come pure i momenti cruciali della Sua opera, potranno tutti essere trovati all’interno della Sua parola. Se non leggi la Sua parola, non capirai nulla. Mediante il nutrimento della Sua parola, la condivisione con i fratelli e le sorelle, le tue esperienze reali, la tua conoscenza della parola di Dio diventerà completa. Solo così potrai viverla veramente nella realtà.

Tratto da “La Parola appare nella carne”

Di più Meno