Menu

Dio traccia i confini per i vari uccelli, animali, pesci, insetti e per tutte le piante

[…] Grazie a loro, terreni diversi hanno prodotto ambienti di sopravvivenza diversi e questi ultimi sono stati utili per varie specie di uccelli e di animali e, inoltre, hanno creato uno spazio per la sopravvivenza. I confini degli ambienti di sopravvivenza dei diversi esseri viventi si sono configurati a partire da qui. È proprio di questo che parleremo adesso.

Dio traccia i confini per i vari uccelli, animali, pesci, insetti e per tutte le piante

In secondo luogo, in quale tipo di ambiente vivono gli uccelli, gli animali e gli insetti? Oltre a stabilire i confini dei diversi ambienti geografici, Dio ha tracciato anche quelli per i vari uccelli, animali, pesci, insetti e per tutte le piante. Inoltre, ha stabilito delle leggi. A causa delle differenze tra i vari ambienti geografici e dell’esistenza di ambienti geografici differenti, specie diverse di uccelli, animali, pesci, insetti e piante hanno ambienti di sopravvivenza diversi. Gli uccelli, gli animali e gli insetti vivono tra la vegetazione, i pesci nell’acqua e le piante sulla terraferma. Che cosa comprende la terraferma? Varie aree come le montagne, le pianure e le colline. Così gli uccelli e gli animali hanno il loro habitat fisso e non vagano ovunque. I loro habitat sono le foreste e le montagne. Se un giorno venissero distrutti, quest’ordine cederebbe il passo al caos. Quali sarebbero le conseguenze? Chi sarebbero i primi a risentirne? (Gli esseri umani.) Esatto! Nell’ambito di queste leggi e di questi limiti stabiliti da Dio, avete notato qualche fenomeno insolito? Per esempio, elefanti che vagano distrattamente nel deserto? Ne avete visti? Se così fosse, sarebbe un fenomeno molto bizzarro. Questo, perché l’ambiente in cui vivono gli elefanti è la foresta ed essa è l’ambiente che Dio ha preparato per la loro vita e sopravvivenza. L’elefante ha il suo ambiente di sopravvivenza e la sua dimora fissa, dunque perché dovrebbe correre qua e là? Qualcuno ha mai visto i leoni o le tigri vagare vicino all’oceano? I loro habitat sono la foresta e le montagne. Qualcuno ha mai visto le balene o gli squali dall’oceano gironzolare per il deserto? La loro dimora è l’oceano e non possono in alcun modo vivere sulla terraferma. Nell’ambiente di vita degli esseri umani ci sono forse persone che vivono con gli orsi bruni? O che sono sempre circondate da pavoni o da altri uccelli, dentro e fuori casa? Qualcuno ha mai visto bovini e pecore nelle foreste? Oppure aquile o oche selvatiche giocare con le scimmie? Se così fosse, sarebbero tutti fenomeni bizzarri. È questo il motivo per cui parlo di queste cose, che ai vostri occhi sono fenomeni insoliti. Serve a farvi comprendere che tutti gli esseri creati da Dio, a prescindere che siano fissi in un luogo o che respirino e sappiano camminare, hanno le proprie leggi di sopravvivenza. Molto tempo prima di crearli, Dio aveva preparato i loro habitat, i loro ambienti di sopravvivenza. Questi esseri viventi avevano ambienti di sopravvivenza ben precisi, cibo a sufficienza, habitat ben precisi, luoghi prestabiliti adatti alla sopravvivenza caratterizzati da temperature idonee. In questo modo non avrebbero vagato qua e là né minacciato la sopravvivenza del genere umano o influito sulla sua vita. È così che Dio gestisce tutti gli esseri. Ciò serve a fornire al genere umano il miglior ambiente di sopravvivenza. Gli esseri viventi tra le creature dispongono tutti di cibo nutriente nel loro ambiente di sopravvivenza. Questo cibo li lega al loro ambiente di sopravvivenza originario, a quell’ambiente specifico. In quel tipo di ambiente continuano a sopravvivere, a moltiplicarsi e a progredire secondo le leggi che Dio ha stabilito per loro. Grazie a questi tipi di leggi, grazie alla predestinazione di Dio, tutti gli esseri interagiscono armoniosamente con l’umanità, e gli uomini e tutte le creature viventi sono legati da un rapporto di interdipendenza.

La parola di Dio” condivide di più:

Dio traccia i confini dei vari ambienti geografici 

Contattaci!

Ora i disastri si stanno verificando con sempre maggiore frequenza e questo è un momento critico per salutare il ritorno del Signore. Se vuoi accogliere il Signore prima dei grandi disastri ed essere rapito davanti al trono di Dio, non esitare a contattarci. Ne discuteremo insieme!