Menu

Conosci il significato: “Ecco, sto alla porta e busso”?

Ecco, Io sto alla porta e picchio: se uno ode la Mia voce ed apre la porta, Io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli meco” (Apocalisse 3:20). Questa è una profezia riguardante l’avvento del Signore alla fine dei tempi, da ciò possiamo notare che quando Egli ritornerà, busserà alla porta dell’uomo. Allora in che modo lo farà? Quando Egli bussa alla porta, come possiamo accoglierLo? Comunichiamo e discutiamo insieme questo argomento.

“Ecco, sto alla porta e busso”

In che modo il Signore bussa alla porta dell’uomo al Suo ritorno?

In che modo il Signore busserà alla porta dell’uomo al Suo ritorno? Questa questione influenza la nostra possibilità di accogliere il Signore. Viene profetizzato chiaramente nel Libro dell’Apocalisse: “Ecco, Io sto alla porta e picchio: se uno ode la Mia voce ed apre la porta, Io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli meco” (Apocalisse 3:20). Da ciò possiamo notare che solo coloro che aprono la porta appena sentono la voce del Signore potranno andare alla festa con Lui. Allora in che modo il Signore bussa alla porta dell’uomo, con la sua voce? Davvero Egli sta alla porta e ci dice direttamente che è tornato come immaginiamo? In effetti, il Signore Gesù ci ha già dato la risposta, Egli previde: “Molte cose ho ancora da dirvi; ma non sono per ora alla vostra portata; ma quando sia venuto Lui, lo Spirito della verità, Egli vi guiderà in tutta la verità, perché non parlerà di Suo, ma dirà tutto quello che avrà udito, e vi annunzierà le cose a venire” (Giovanni 16:12-13). Viene profetizzato 7 volte nel capitolo 2-3 dell’Apocalisse: “Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese”. Dalle profezie possiamo notare che quando il Signore verrà, proferirà le parole alle chiese, esprimerà la verità per provvedere alle necessità dell’uomo.

Egli esortò quelli che hanno orecchi ad ascoltare la Sua verità. In altre parole, il Signore bussa alla porta dell’uomo negli ultimi tempi, questo significa che Egli pronuncia le parole per bussare alla porta del nostro “cuore” con le Sue parole. Questo è il vero significato del Signore che bussa alla porta al Suo ritorno.

Il Signore viene e bussa alla porta, come facciamo ad accoglierlo?

Abbiamo compreso il modo in cui il Signore bussa alla porta dell’uomo al Suo ritorno negli ultimi tempi, allora come facciamo a salutarLo? Il Signore Gesù disse: “E sulla mezzanotte si levò un grido: Ecco lo sposo, uscitegli incontro!” (Matteo 25:6). “Le Mie pecore ascoltano la Mia voce, e Io le conosco, ed esse Mi seguono” (Giovanni 10:27). Viene previsto anche nell’Apocalisse 3:20: “Ecco, Io sto alla porta e picchio: se uno ode la Mia voce ed apre la porta, Io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli meco”.

Da queste profezie possiamo notare che la cosa fondamentale per dare il benvenuto al Signore è dare ascolto alla Sua voce. Quando sentiamo qualcuno testimoniare che il Signore Gesù è tornato, e che ha espresso la verità, significa che il Signore ci trasmette la Sua voce tramite le persone, ed Egli bussa alla nostra porta. Dobbiamo essere vergini sagge, aprire la porta del cuore e prendere l’iniziativa di approfondire ed indagare per sapere se è la voce di Dio, se c’è l’espressione della verità. Solo se possiamo accettarLo e seguirLo quando riconosciamo la voce di Dio, potremo accogliere il Signore ed andare alla festa dell’Agnello. Proprio come duemila anni fa, quando il Signore Gesù venne ad operare, Pietro, Giovanni e altri discepoli Lo accolsero ascoltando la Sua voce, sentirono che la parola del Signore Gesù aveva l’autorità e il potere, e poteva fornire all’uomo sempre e ovunque. Perciò riconobbero che l’espressione del Signore Gesù era la voce di Dio, e che Egli era il Messia promesso, quindi Lo seguirono risolutamente. Invece, quei capi sacerdoti, scribi e farisei, non importa quanta verità il Signore Gesù ha espresso, quanta autorità e potere avevano le Sue parole, serrarono la porta del cuore e non si concentrarono affatto sull’ascolto della voce di Dio, addirittura trovarono qualcosa contro il Signore dalla Sua opera e dalle Sue parole, infine Lo crocifissero, commisero un orrendo crimine e furono puniti da Dio.

Pertanto, nell’accoglienza del Signore negli ultimi tempi, dobbiamo imparare la lezione dal fallimento dei farisei, non serrare la porta del cuore per non ascoltare la voce di Dio, facendo in questo modo è molto facile perdere l’opportunità di dare il benvenuto al Signore. Quando sentiamo qualcuno testimoniare che il Signore è tornato, dobbiamo prestare ascolto alla voce di Dio., Quando sentiamo la Sua voce, non equivale forse a vedere l’apparizione del Signore e accoglierLo?

Il Signore è già tornato a bussare alla porta dell’uomo

Oggi, in tutto il mondo solo la Chiesa di Dio Onnipotente sta testimoniando pubblicamente che il Signore Gesù è già tornato come Dio Onnipotente, e sta svolgendo un’opera di giudizio alla fine dei tempi che scuote il mondo. Dio Onnipotente ha espresso milioni di parole e ci sta bussando alla porta! Tutte le persone non possono fare a meno di ammettere che le parole di Dio Onnipotente sono la verità, la voce di Dio, possiedono l’autorità e il potere, ascolta…

Dio Onnipotente dice: “Io scaglierò la Mia ira sulle sue nazioni, promulgando apertamente i Miei decreti amministrativi in tutto l’universo, e infliggerò un castigo a chiunque li violi.

Quando rivolgo il Mio volto verso l’universo per parlare, tutta l’umanità ascolta la Mia voce, e allora vede tutte le opere che ho compiuto nell’universo. Coloro che sono contrari alla Mia volontà, vale a dire coloro che Mi osteggiano con le azioni dell’uomo, subiranno il Mio castigo. Io prenderò le infinite stelle nei cieli e le creerò di nuovo, e grazie a Me il sole e la luna saranno rinnovati – i cieli non saranno più come prima, e le innumerevoli cose presenti sulla terra saranno rigenerate. Tutto diventerà perfetto attraverso le Mie parole. Le molte nazioni che si trovano nell’universo saranno nuovamente ripartite e sostituite dal Mio Regno, in modo tale che le nazioni sulla terra spariranno per sempre e tutte diverranno un Regno che Mi adora; tutte le nazioni sulla terra saranno distrutte, e smetteranno di esistere. Tra gli esseri umani che abitano l’universo, tutti coloro che appartengono al diavolo saranno sterminati; tutti coloro che venerano Satana saranno abbattuti dal Mio fuoco ardente – in altre parole, fatta eccezione per quelli che adesso sono nel giusto corso, gli altri saranno ridotti in cenere. Quando Io castigo i molti popoli, quelli che vivono nel mondo religioso in varia misura torneranno nel Mio Regno e saranno conquistati dalle Mie opere, perché avranno assistito all’avvento del Santo che cavalca una nuvola bianca. Tutti gli uomini seguiranno i loro simili, e riceveranno castighi diversi in base alle loro azioni. Coloro che Mi si sono opposti periranno; coloro che hanno svolto azioni sulla terra senza coinvolgerMi, a causa del loro comportamento continueranno a esistere sulla terra sotto il governo dei Miei figli e del Mio popolo. Io Mi rivelerò alla miriade di genti e nazioni, facendo sentire con forza la Mia voce sulla terra per proclamare il completamento della Mia grande opera per l’intera umanità, affinché quest’ultima possa vederla con i suoi stessi occhi”.

Una volta ero noto come Jahvè. Ero chiamato anche il Messia, e le persone un tempo Mi chiamavano Gesù il Salvatore perché Mi amavano e Mi rispettavano. Ma oggi non sono lo Jahvè o il Gesù che le persone conoscevano in passato: sono il Dio che è ritornato negli ultimi giorni, il Dio che porterà l’età a una conclusione. Sono il Dio Stesso che Si leva dall’estremità della terra, ricolmo di tutta la Mia indole, e pieno di autorità, onore e gloria. Le persone non si sono mai impegnate con Me, non Mi hanno mai conosciuto e hanno sempre ignorato la Mia indole. Dalla creazione del mondo fino a oggi, nessuno Mi ha visto. Questo è il Dio che appare all’umanità durante gli ultimi giorni, ma è nascosto tra gli uomini. Egli abita tra di loro, è autentico e reale come il sole caldo e il fuoco ardente, è pieno di potere e trabocca di autorità. Non c’è una singola persona o cosa che non verrà giudicata dalle Mie parole, e che non sarà purificata attraverso il fuoco ardente. Alla fine, tutte le nazioni saranno benedette grazie alle Mie parole, ma anche ridotte in frantumi a causa di queste ultime. In questo modo, durante gli ultimi giorni tutte le persone vedranno che Io sono il Salvatore ritornato, sono il Dio Onnipotente che conquista tutta l’umanità. Un tempo ero l’offerta sacrificale per l’uomo, ma negli ultimi giorni sono diventato anche la fiamma del sole che brucia tutte le cose, e il Sole di giustizia che rivela tutte le cose. Tale è la Mia opera degli ultimi giorni”.

Queste parole espresse da Dio Onnipotente sono pronunciate direttamente all’umanità con l’identità del Creatore, possiedono l’autorità e il potere unici di Dio, una volta che le sentiamo possiamo percepire che è la Sua voce. A parte Dio, chi è in grado di parlare all’intera umanità? Chi è capace di esprimere e parlare della volontà di Dio per salvare l’umanità? Chi osa promulgare apertamente i decreti amministrativi di Dio in tutto l’universo? A parte Dio, chi può rinnovare il cielo e la terra? Chi riesce a classificare le persone secondo il loro genere? Nessuno tranne Dio riesce a fare tutte queste cose! Dio pronuncia le parole agli esseri umani con l’identità e la posizione del Creatore, gli rivela la Sua indole giusta e maestosa che non tollera offesa. Chiunque che ha un cuore e un’anima, quando sente le parole di Dio Onnipotente, può percepire che ogni Sua parola possiede autorità, potere e maestà, quando la sente può percepire che Dio sta parlando all’umanità, è proprio la Sua voce, ciò può dimostrare che il Signore Gesù è già tornato, non è vero?

Oggi, milioni di parole espresse da Dio Onnipotente sono già rese pubbliche su Internet perché possano essere ricercate ed esaminate da tutte le persone. Ciò vuol dire che il Signore sta bussando alla porta, testimoniando che lo sposo è tornato. Se uno chiude ancora la porta, non approfondisce né indaga nonostante sia autorevole e potente la parola di Dio Onnipotente, non è forse una vergine stolta? Solo se siamo vergini sagge, prestiamo ascolto alla voce di Dio, lo accettiamo e gli obbediamo quando riconosciamo la Sua voce, consisterà seguire da vicino le orme dell’Agnello, saremo quindi persone che partecipano al banchetto dell’Agnello. Proprio come viene profetizzato nell’Apocalisse 3:20: “Ecco, Io sto alla porta e picchio: se uno ode la Mia voce ed apre la porta, Io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli meco”.

Nota del redattore: Ora hai compreso il significato “Ecco, Io sto alla porta e picchio” citato nel Libro dell’Apocalisse? Se hai qualsiasi domanda, puoi contattarci tramite la chat online di qui sotto, siamo in linea H24 per rispondere alle tue confusioni.

Se questo articolo ti è stato utile, forse puoi trovare interessante anche i seguenti:

Il Salvatore è già ritornato su una “nuvola bianca”

Lo sai? Dio ha compiuto un’opera grandiosa fra gli uomini

Contattaci!

Ora i disastri si stanno verificando con sempre maggiore frequenza e questo è un momento critico per salutare il ritorno del Signore. Se vuoi accogliere il Signore prima dei grandi disastri ed essere rapito davanti al trono di Dio, non esitare a contattarci. Ne discuteremo insieme!