Letture necessarie per i cristiani | In che maniera ci dovremmo preparare ad accogliere il ritorno di Gesù?

Traduzione di Maria Rosaria Leggieri

Oggigiorno, tutti i tipi di catastrofi nel mondo peggiorano sempre di più, e molte profezie del ritorno del Signore vengono sostanzialmente portate a termine. Noi cristiani attendiamo con impazienza la venuta del Signore per essere portati in cielo. Rifletto sulle parole del Signore Gesù, “Perciò, anche voi siate pronti; perché, nell’ora che non pensate, il Figliuol dell’uomo verrà” (Matteo 24:44). Il Signore ci ricorda che dobbiamo preparare in maniera sobria per accogliere il Suo ritorno, ma come si fa esattamente?

in che maniera ci dovremmo preparare ad accogliere il ritorno di Gesù?

1.Preparare le nostre “orecchie spirituali” e imparare ad ascoltare la voce del Signore

È profetizzato molte volte nel Libro dell’Apocalisse “Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese. […]” (Apocalisse 2:7). E il Signore Gesù disse, “Ecco, io sto alla porta e picchio: se uno ode la mia voce ed apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli meco” (Apocalisse 3:20). Questi due passaggi della Bibbia ci ricordano che dobbiamo concentrarci sull’ascolto delle parole dello Santo Spirito nelle Chiese. Quando il Signore “bussa”, dobbiamo concentrarci sull’ascolto della voce del Signore e la voce del Signore si fa riferimento alle parole di Dio. Una volta il Signore Gesù profetizzò, “Molte cose ho ancora da dirvi; ma non sono per ora alla vostra portata; ma quando sia venuto lui, lo Spirito della verità, egli vi guiderà in tutta la verità, perché non parlerà di suo, ma dirà tutto quello che avrà udito, e vi annunzierà le cose a venire” (Giovanni 16:12-13). Dal testo, si può osservare che quando il Signore ritorna, Egli parlerà e opererà, svelerà tutti i misteri, ci dirà tutta la verità che non riusciamo a comprendere e a farci capire accedendo a tutte le verità. Il Signore Gesù disse, “Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me” (Giovanni 14:6). È possibile constatare che la verità viene da Dio, perciò il ritorno del Signore porterà la verità alle genti, concedendo loro la vita e mostrando il cammino da percorrere. Pertanto, nella questione dell’attesa del ritorno del Signore, dobbiamo preparare le nostre “orecchie spirituali”, ed è particolarmente importante essere in grado di riconoscere la voce di Dio.

Possiamo anche osservare nella Bibbia una parabola che il Signore Gesù raccontò ai suoi discepoli: “Il regno de’ cieli è simile ad un re, il quale fece le nozze del suo figliuolo. E mandò i suoi servitori a chiamare gl’invitati alle nozze; ma questi non vollero venire” (Matteo 22:2-3). L’Apocalisse dice: “Poi vidi un altro angelo che volava in mezzo al cielo, recante l’evangelo eterno per annunziarlo a quelli che abitano sulla terra, e ad ogni nazione e tribù e lingua e popolo” (Apocalisse 14:6). Il Signore ci dice che negli ultimi giorni Dio manderà i Suoi servi per invitarci alla festa, vale a dire che Dio manderà i Suoi messaggeri a trasmettere il messaggio del ritorno del Signore portandoci il Suo Vangelo eterno. Se riusciamo a cercare e ad esaminare con attenzione e con umiltà, e siamo in grado di accettare e rispettare che di quanto testimoniato da essi non è altro che la parola di Dio, ed è la voce del Signore, accoglieremo il ritorno del Signore.

2.Aprire il nostro cuore alla ricerca della verità.

Il Signore Gesù disse, “Beati i poveri in ispirito, perché di loro è il regno de’ cieli” (Matteo 5:3). “Beati quelli che sono affamati ed assetati della giustizia, perché essi saranno saziati” (Matteo 5:6). “Beati i puri di cuore, perché essi vedranno Iddio” (Matteo 5:8). “Poiché chiunque s’innalza sarà abbassato, e chi si abbassa sarà innalzato” (Luca 14:11). Qui possiamo vedere che Dio prova gioia per l’essere umano umile, l’uomo che sa cercare la verità e obbedire a Dio umilmente. In particolare per quanto riguarda la questione della venuta del Signore, quando qualcuno ci testimonia che il Signore è ritornato e che egli ha sentito la voce del Signore, dobbiamo assumere un atteggiamento umile verso di lui. Dobbiamo esaminare con un cuore curioso ed umile e utilizzare il nostro “orecchio spirituale” per sentire se è la voce del Signore. Questo è il vero significato di prepararsi sobriamente. Ritengo che la volontà di Dio ci guida, ci consente di riconoscere la Sua voce ed accogliere il Suo ritorno. L’eunuco di Etiopia, sebbene possedesse un elevato status sociale e prestigio, egli è stato in grado di umiliarsi per essere cercato da Filippo. Nella comunione di spirito e nella testimonianza di Filippo, l’eunuco ha riconosciuto la voce di Dio. Di conseguenza, egli accolse il Signore Gesù. Nicodemo, ascoltò anche lui la storia del Signore Gesù e fu in grado di ricercare la verità con il Signore Gesù. Dalle parole del Signore, egli comprese il mistero della rinascita. … Vi sono molti esempi di questo genere.

Pertanto, se vogliamo accogliere il ritorno del Signore, dobbiamo avere un cuore aperto alla ricerca della verità, imparare ad ascoltare la voce di Dio, riconoscere la voce di Dio nella parola di Dio e seguire le orme dell’Agnello. Vorrei che tutti i miei fratelli e le mie sorelle credano veramente in Dio e desiderino ardentemente l’apparizione di Dio, possano essere in grado di accogliere il ritorno del Signore presto!!!


Il ritorno del Signore Gesù è un mistero per ognuno di noi che Lo segue. Vuoi sapere in che modo che Lui viene? Potresti guardare “Come ritornerà il Signore?“, se vuoi capire i fattori chiavi della Sua venuta, puoi fare clic: Un passo importante per accogliere il ritorno del Signore