Menu

Giobbe 40

1L’Eterno continuò a rispondere a Giobbe e disse:

2‘Il censore dell’Onnipotente vuole ancora contendere con lui? Colui che censura Iddio ha egli una risposta a tutto questo?’

3Allora Giobbe rispose all’Eterno e disse:

4‘Ecco, io son troppo meschino; che ti risponderei? Io mi metto la mano sulla bocca.

5Ho parlato una volta, ma non riprenderò la parola, due volte… ma non lo farò più’.

6L’Eterno allora rispose a Giobbe dal seno della tempesta, e disse:

7‘Orsù, cingiti i lombi come un prode; ti farò delle domande e tu insegnami!

8Vuoi tu proprio annullare il mio giudizio? condannar me per giustificar te stesso?

9Hai tu un braccio pari a quello di Dio? o una voce che tuoni come la sua?

10Su via, adornati di maestà, di grandezza, rivestiti di splendore, di magnificenza!

11Da’ libero corso ai furori dell’ira tua; mira tutti i superbi e abbassali!

12Mira tutti i superbi e umiliali! e schiaccia gli empi dovunque stanno!

13Seppelliscili tutti assieme nella polvere, copri di bende la lor faccia nel buio della tomba!

14Allora, anch’io ti loderò, perché la tua destra t’avrà dato la vittoria.

15Guarda l’ippopotamo che ho fatto al par di te; esso mangia l’erba come il bove.

16Ecco la sua forza è nei suoi lombi, e il vigor suo nei muscoli del ventre.

17Stende rigida come un cedro la coda; i nervi delle sue cosce sono intrecciati insieme.

18Le sue ossa sono tubi di rame; le sue membra, sbarre di ferro.

19Esso è il capolavoro di Dio; colui che lo fece l’ha fornito di falce,

20perché i monti gli producon la pastura; e là tutte le bestie de’ campi gli scherzano intorno.

21Si giace sotto i loti, nel folto de’ canneti, in mezzo alle paludi.

22I loti lo copron dell’ombra loro, i salci del torrente lo circondano.

23Straripi pure il fiume, ei non trema; rimane calmo, anche se avesse un Giordano alla gola.

24Potrebbe alcuno impadronirsene assalendolo di fronte? o prenderlo colle reti per forargli il naso?

25Prenderai tu il coccodrillo all’amo? Gli assicurerai la lingua colla corda?

26Gli passerai un giunco per le narici? Gli forerai le mascelle con l’uncino?

27Ti rivolgerà egli molte supplicazioni? Ti dirà egli delle parole dolci?

28Farà egli teco un patto perché tu lo prenda per sempre al tuo servizio?

29Scherzerai tu con lui come fosse un uccello? L’attaccherai a un filo per divertir le tue ragazze?

30Ne trafficheranno forse i pescatori? Lo spartiranno essi fra i negozianti?

31Gli coprirai tu la pelle di dardi e la testa di ramponi?

32Mettigli un po’ le mani addosso!… Ti ricorderai del combattimento e non ci tornerai!

Precedente Successiva