Come si adempie la profezia sul ritorno di Gesù

Cari fratelli e sorelle:

Buongiorno a tutti, sono molto felice di vedervi riuniti qui. In primo luogo, rendiamo grazie a Dio per aver predisposto per noi questa opportunità, e che Egli ci guidi e operi tra noi.

Fratelli e sorelle, dopo che nostro Signore Gesù risorse e salì al cielo, tutti noi che crediamo in Lui ci auguriamo che Egli ritorni presto, per avverare i nostri molti anni di desideri e per ricevere la Sua promessa e gioire delle Sue benedizioni. Soprattutto negli ultimi giorni, il nostro auspicio di assistere al ritorno del Signore è ancora più impellente. La profezia sul Suo ritorno è ora già stata adempiuta e tutti noi abbiamo ormai visto o sentito parlare dei frequenti disastri di ogni tipo che si verificano in tutte le nazioni del mondo. Essi sono, inoltre, privi di precedenti storici, e catastrofi come alluvioni, siccità, terremoti, pestilenze e guerre si verificano ovunque. Anche la situazione a livello mondiale è in tumulto e frequenti sono le guerre e gli attacchi terroristici. Inoltre, i sermoni dei pastori e degli anziani della Chiesa non sono altro che banalità stantie, prive di alcuna luce nuova. Molti credenti ascoltano tali sermoni e non ne provano alcun diletto, e la desolazione prende il posto in loro di fede e amore. Non è precisamente questa la situazione in cui la profezia del ritorno del Signore Gesù deve essere adempiuta? Il Signore Gesù disse: “Or imparate dal fico questa similitudine: Quando già i suoi rami si fanno teneri e metton le foglie, voi sapete che l’estate è vicina. Così anche voi, quando vedrete avvenir queste cose, sappiate ch’egli è vicino, alle porte” (Marco 13:28–29). Tutti noi sappiamo che questo passo delle Scritture fa riferimento alla ricomparsa di Israele. Israele è ricomparso diversi decenni fa, il fico ha messo tenere foglie e le profezie sul ritorno del Signore Gesù sono state adempiute. Fratelli e sorelle, poiché tali profezie sono già state attuate, come mai allora non abbiamo visto il Signore Gesù discendere su una nuvola bianca? Potrebbe forse essere che Egli abbia dimenticato la promessa fatta duemila anni fa? Sicuramente no, perché Dio è leale e le Sue parole sono sia sincere che degne di fiducia; quando Egli pronuncia una parola, essa sarà necessariamente adempiuta secondo i Suoi piani e secondo la promessa fatta all’uomo. Proprio come è testimoniato nella Bibbia: “Ancora un brevissimo tempo, e colui che ha da venire verrà e non tarderà” (Ebrei 10:37). In effetti, il Signore Gesù Si incarnò molto tempo fa e discese in segreto tra noi secondo la Sua promessa e ora compie una nuova opera. Ma alcuni fratelli e sorelle credono che nella Bibbia sia chiaramente riportato: “Questo Gesù che è stato tolto da voi ed assunto in cielo, verrà nella medesima maniera che l’avete veduto andare in cielo” (Atti 1:11). Essi ritengono che, poiché il Signore Gesù è risuscitato ed è asceso al cielo su una nuvola bianca, quando Egli ritornerà, certamente discenderà nel cielo su una nuvola bianca e tutti potranno vederLo. Ed essi chiedono pertanto come si possa asserire che il Signore Si sia già incarnato e sia disceso in segreto. E, se così è, domandano allora come si adempirà la profezia che il Signore discenderà su una nuvola bianca. Condivideremo ora su questa questione.

I cristiani stanno facendo le riunione

In effetti, il Signore ci promise che sarebbe disceso su una nuvola, e questo è certo. Ma sono molti i passi nella Bibbia che profetizzano il Suo ritorno. Uno studio attento della Sacra Scrittura consente di comprendere facilmente che vi sono due parti principali delle profezie riguardanti il ritorno del Signore Gesù negli ultimi giorni. Una parte contiene le profezie relative al ritorno del Signore in segreto e l’altra include le profezie relative al Signore che ritorna su una nuvola e che rivela Sé Stesso pubblicamente. Diamo prima un’occhiata ad alcune profezie relative alla venuta del Signore in segreto. Andate, per favore, al capitolo 16, versetto 15 dell’Apocalisse: “Ecco, io vengo come un ladro”. Esaminiamo ora il capitolo 3, versetto 3: “Che se tu non vegli, io verrò come un ladro, e tu non saprai a quale ora verrò su di te”. E vi è anche il Vangelo di Matteo, capitolo 24, versetto 44, che dice: “Perciò, anche voi siate pronti; perché, nell’ora che non pensate, il Figliuol dell’uomo verrà”. Si tratta solo di alcuni esempi. Fratelli e sorelle, le parole “come un ladro” e “tu non saprai a quale ora” riportate in questi passi stanno in realtà asserendo che, quando il Signore ritornerà, Egli discenderà in segreto e verrà in silenzio. L’espressione “il Figliuol dell’uomo” si riferisce certamente a Colui che è nato da uomo e a una carne in possesso di una normale umanità. Lo Spirito non può certamente essere chiamato Figlio dell’uomo; solo la carne del Dio incarnato può essere denominata Figlio dell’uomo che, come il Signore Gesù, è carne nata da uomo ed è sia tangibile che visibile. Da queste profezie, siamo quindi in grado di verificare che il Signore Gesù è ritornato, discendendo in segreto come incarnato Figlio dell’uomo, per compiere le Sue opere e apparire tra gli uomini.

Osserviamo ora le profezie riguardanti il Signore che discende su una nuvola e appare pubblicamente. Fratelli e sorelle, per favore, andate al capitolo 1, versetto 7 dell’Apocalisse: “Ecco, egli viene colle nuvole; ed ogni occhio lo vedrà; lo vedranno anche quelli che lo trafissero, e tutte le tribù della terra faranno cordoglio per lui. Sì, Amen”. E in Matteo capitolo 24, versetto 30, si dice: “E allora apparirà nel cielo il segno del Figliuol dell’uomo; ed allora tutte le tribù della terra faranno cordoglio, e vedranno il Figliuol dell’uomo venir sulle nuvole del cielo con gran potenza e gloria”. Da questi due passi delle Scritture, possiamo comprendere che, quando ogni occhio vede il Signore giungere sulle nuvole, le genti non si rallegrano, né si sentono felici, ma, invece, tutte le tribù fanno cordoglio. Fratelli e sorelle, tutti noi desideriamo ardentemente il ritorno del Signore Gesù, ma perché quando Egli è di nuovo tra noi, gli uomini e le donne fanno cordoglio? Avendo predicato su questo argomento, confido che tutti noi possiamo comprenderne la ragione. Poiché l’opera di Dio incarnato per salvare in segreto l’umanità è terminata, coloro che si rifiutarono di accettare le Sue azioni mentre la Sua incarnazione stava agendo in segreto, e che Lo hanno giudicato e condannato, e Gli hanno resistito, tutti costoro vedono che Colui che hanno condannato e a Cui hanno resistito è in realtà il Signore Gesù ritornato e, pertanto, costoro ora battono i propri petti e flagellano le proprie schiene, fanno cordoglio e digrignano i denti, e sulla Terra si rivela la visione del lamento di tutte le tribù. Pertanto, il tempo in cui vediamo il Signore apparire pubblicamente su una nuvola è il tempo in cui Dio ricompenserà i buoni e punirà i malvagi.

A questo punto, vi saranno certamente fratelli e sorelle che chiederanno: “Quindi, le profezie riguardanti il ritorno del Signore presentano sia il Dio che Si incarnerà come Figlio dell’uomo e verrà in segreto, sia Colui che discenderà pubblicamente su una nuvola: non è forse questa una contraddizione? Come possono essere adempiute tali profezie?”. In effetti, queste profezie sembrano contraddirsi l’una con l’altra, ma non è affatto così, poiché qui entra in gioco la saggezza di Dio. Da questi due tipi di profezie, possiamo comprendere che vi sono piani e fasi dell’opera di Dio; Egli Si incarna e agisce in segreto per salvare l’umanità e, quando quest’opera è completata, Si rivela pubblicamente a tutti i popoli e a tutte le nazioni, ed è questo il momento in cui ricompenserà i buoni e punirà i malvagi. In modo che tutti possano capirlo meglio, leggiamo un passo della Bibbia. Per favore, andate al capitolo 17 di Luca, versetti 26-30. Vado a leggere: “E come avvenne ai giorni di Noè, così pure avverrà a’ giorni del Figliuol dell’uomo. Si mangiava, si beveva, si prendea moglie, s’andava a marito, fino al giorno che Noè entrò nell’arca, e venne il diluvio che li fece tutti perire. Nello stesso modo che avvenne anche ai giorni di Lot; si mangiava, si beveva, si comprava, si vendeva, si piantava, si edificava; ma nel giorno che Lot uscì di Sodoma, piovve dal cielo fuoco e zolfo, che li fece tutti perire. Lo stesso avverrà nel giorno che il Figliuol dell’uomo sarà manifestato”. Fratelli e sorelle, la descrizione di questo passo riguardante le condizioni dell’umanità nel giorno in cui apparirà il Figlio dell’uomo è esattamente identica alle condizioni dell’umanità quando Noè e Lot erano vivi. Come tutti noi sappiamo, prima che giungesse il diluvio, Dio parlò a Noè in segreto riguardo a questo fatto che avrebbe distrutto il mondo, e gli fece costruire l’arca. Mentre la stava costruendo, Noè parlò con gli altri del diluvio che avrebbe distrutto il mondo. Ma poiché le genti di quel tempo non aveva assistito a questo fatto con i propri occhi, esse non credettero a Noè e lo attaccarono e lo derisero, sostenendo che era pazzo. Ma quando videro arrivare il diluvio e si accorsero che si trattava del giorno della punizione dell’uomo da parte di Dio, ne furono tutti stupefatti e si maledirono per non aver creduto al Vangelo che Noè aveva predicato. A quel punto, però, era troppo tardi. Al tempo in cui Lot visse accadde lo stesso. Prima che il fuoco e lo zolfo cadessero dal cielo, tramite due angeli Dio informò Lot in segreto circa l’imminente distruzione di Sodoma e Gomorra e, dopo che Lot comprese quel che stava per accadere, riferì questa notizia ai suoi generi. Ma, poiché costoro non avevano visto questo fatto con i loro stessi occhi, non credettero a Lot. E quando il fuoco e lo zolfo caddero dal cielo, si pentirono delle proprie azioni e si maledissero per non aver creduto a ciò che Lot aveva detto loro. Fratelli e sorelle, possiamo desumere dai fatti avvenuti ai giorni di Noè e di Lot che quando Dio opera in segreto, lo fa per salvare l’umanità e quando i suoi avvertimenti trovano realizzazione, allora il castigo di Dio scende sull’umanità. Esattamente alla stessa maniera, questo è anche come sono i giorni della venuta del Figlio dell’uomo. Negli ultimi giorni, Dio ancora una volta Si riveste di carne e giunge in segreto recando la propria indole intrinseca e tutto ciò che è, si incarna come Figlio dell’uomo ed esprime le Sue parole per conquistare, perfezionare e ottenere a Sé un gruppo di persone, al tempo stesso usando costoro per predicare la Sua salvezza degli ultimi giorni. In questo periodo, non assisteremo allo spettacolo del Signore che appare pubblicamente su una nuvola. Quando Dio ha completato un gruppo di vincitori e l’opera della venuta segreta del Dio incarnato si è conclusa, allora grandi disastri discenderanno all’istante e Dio apparirà pubblicamente per punire i malvagi e ricompensare i buoni, separando ogni persona secondo il suo tipo. Per esprimere ciò in altro modo, la fase segreta dell’opera di Dio Onnipotente è salvare e perfezionare coloro che accettano la verità e, quando Egli apparirà pubblicamente, punire coloro che non accettano la verità. Tutti quelli che ricercano umilmente la verità e sono capaci di accettarla, accoglieranno l’opera di salvezza di Dio degli ultimi giorni durante il periodo del Suo agire segreto; costoro ritorneranno innanzi al Suo trono ed Egli li trasformerà in vincitori. Quelli che non accettano la verità, invece, e che durante il periodo dell’agire segreto di Dio si affidano alla propria natura arrogante e presuntuosa e condannano ciecamente l’opera di Dio e le resistono, fino al punto di attaccare Dio e di bestemmiare contro di Lui, Egli li classificherà tra gli empi, e quello che li attende sarà la Sua giusta punizione.

Fratelli e sorelle, abbiamo già visto che le profezie contenute nella Bibbia che concernono il ritorno del Signore sono state adempiute. Dio Onnipotente è Gesù ritornato; è l’Agnello che apre il rotolo come profetizzato nell’Apocalisse ed è veramente Colui che tanto a lungo abbiamo desiderato. Già molto tempo fa Egli ruppe i sette sigilli e aprì il libro, e rivelò all’uomo tutti i misteri che nessuno in alcuna epoca ha mai compreso. L’opera della venuta segreta di Dio Onnipotente sta per giungere ora alla sua fine ed Egli presto apparirà pubblicamente: l’opera di Dio raggiungerà a breve la Sua conclusione gloriosa. Se riusciamo a ricercare, a studiare e ad accettare in modo positivo e attivo l’opera di Dio Onnipotente, e a stare al passo con le orme dell’Agnello, allora vi è ancora una possibilità che saremo salvati e perfezionati da Dio. Se non siamo capaci di accettare l’opera di salvezza di Dio Onnipotente, allora quando vedremo il Signore discendere su una nuvola bianca, sarà troppo tardi per pentirsi. Leggiamo ora le parole di Dio Onnipotente e ascoltiamo il Suo monito! Egli dice: “Molte persone potrebbero non essere interessate a quello che dico, ma voglio ancora dire ai cosiddetti santi che seguono Gesù: nel momento in cui vedrete Gesù discendere dai cieli su di una nuvola bianca con i vostri stessi occhi, assisterete all’apparizione pubblica del Sole di giustizia. Forse per te quello sarà un momento di grande entusiasmo, ma dovresti sapere che quando vedrai Gesù discendere dai cieli, tu scenderai contemporaneamente all’inferno per essere punito. In quel momento si proclamerà la fine del piano di gestione di Dio, e Dio Stesso ricompenserà i buoni e punirà i cattivi. Il giudizio di Dio si sarà concluso prima che l’uomo possa vedere i segni, quando ci sarà soltanto l’espressione della verità. Coloro che accettano la verità e non cercano segni, essendo stati così purificati, saranno tornati davanti al trono di Dio ed entrati nell’abbraccio del Creatore. Soltanto coloro che insistono nel credere che “il Gesù che non giunge su una nuvola bianca è un falso cristo” saranno soggetti a una punizione perpetua, perché credono soltanto nel Gesù che mostra i segni, ma non riconoscono il Gesù che esprime giudizi severi e rivela la vera via della vita. Pertanto, secondo queste persone, può accadere solo che Gesù tratterà con loro quando ritorna apertamente su di una nuvola bianca. Sono particolarmente ostinate e arroganti, e hanno un’eccessiva fiducia in sé stesse. Come potrebbero essere ricompensati da Gesù individui così degenerati? Il ritorno di Gesù è una grande salvezza per coloro che sono in grado di accettare la verità, ma è un segno di condanna per quelli che sono incapaci di accoglierla. Dovreste scegliere il vostro cammino, e non bestemmiare lo Spirito Santo, né rifiutare la verità. Non dovreste essere persone ignoranti e arroganti, bensì obbedire alla guida dello Spirito Santo, e desiderare ardentemente e cercare la verità; soltanto così potrete trarre dei benefici” (“Nel momento in cui contemplerai il corpo spirituale di Gesù, Dio avrà creato nuovi cieli e nuova terra” in La Parola appare nella carne).

Nota del redattore: leggendo questo articolo, comprendiamo adesso che le profezie contenute nella Bibbia, che riguardano il ritorno del Signore, sono state ora adempiute, e il Signore è ritornato! Questa è una notizia incredibilmente stimolante per ognuno di noi, che abbiamo disperatamente sperato nel ritorno del Signore Gesù! Qui di seguito, vi consiglio una sezione di articoli e di film, affinché possiate giungere a una comprensione ancora maggiore del ritorno del Signore. Per favore, consultate Le 5 profezie nella Bibbia riguardo al ritorno del Signore Gesù sono state adempiute e una clip da un film cristiano “Che voce splendida”: “Come si avverano le profezie del ritorno del Signore Gesù?”


Condividere i più misteri della Bibbia, studi biblici insieme:

L’adempimento delle cinque profezie bibliche, indica che il Signore è tornato 

Discussione sul ritorno del Signore