Le vergini sagge possono riconoscere la voce di Dio!

Cara Sorella Muzhen,

Pace a te nel Signore! Sono molto felice di ricevere la tua lettera. Nella lettera hai menzionato che la venuta del Signore è vicina, quindi per essere una vergine saggia che aspetta e accoglie il ritorno del Signore, leggi intenzionalmente la Bibbia e preghi di più, e lavori di più per il Signore. Ma non ti fa sentire acuta nello spirito, o fa aumentare la tua fede e il tuo amore. Ti chiedi se sei una vergine saggia perseguendo così e sei desideroso di sapere come praticare per accogliere la venuta del Signore. Sorella Muzhen, la tua domanda è molto importante per noi cristiani, perché ognuno di noi vuole essere una vergine saggia per accogliere il ritorno del Signore e infine partecipare alla festa del Regno dei Cieli insieme a Lui. Nessuno di noi vuole essere una vergine stolta abbandonata dal Signore. Ma come si dovrebbe praticare per essere una vergine saggia? Riguardo a questo problema, parlerò della mia comprensione. Spero possa esserti utile!

Il Signore Gesù una volta disse: “Allora il regno de’ cieli sarà simile a dieci vergini le quali, prese le loro lampade, uscirono a incontrar lo sposo. Or cinque d’esse erano stolte e cinque avvedute; le stolte, nel prendere le loro lampade, non avean preso seco dell’olio; mentre le avvedute, insieme con le loro lampade, avean preso dell’olio ne’ vasi” (Matteo 25:1–4). Da questo versetto, vediamo che quando aspettavano il ritorno del Signore, le vergini sagge prendevano attivamente olio nei loro vasi. A causa di ciò, non furono abbandonati dal Signore e alla fine andarono alla festa del Regno dei Cieli insieme al Signore. Di solito, dopo aver letto questa scrittura, fratelli e sorelle penseranno secondo la loro immaginazione che finché leggiamo spesso la Bibbia, osserviamo e preghiamo, siamo fedeli alla via del Signore, lavoriamo per il Signore e diffondiamo il Vangelo di più, stiamo preparando dell’olio e noi siamo le vergini sagge nel farlo. E poi quando verrà il Signore, faremo festa insieme a lui. Eppure, il modo in cui il Signore approva le vergini sagge è lo stesso di quello che abbiamo pensato? Guardiamo indietro all’Età della Legge, prima che il Signore Gesù venisse a operare, gli scribi e i farisei desideravano ardentemente il Messia. Non solo conoscevano bene la Bibbia, ma si aggrappavano anche alle leggi e ai comandamenti, spesso pregavano il Signore Dio e viaggiavano persino sulla terra e sul mare per diffondere l’opera di Dio. Se è come immaginavamo, i farisei che praticavano in questo modo stavano preparando dell’olio e loro erano i più qualificati per incontrare il Messia e ricevere la salvezza di Dio con ciò che avevano messo fuori. Tuttavia, qual è stato il fatto? Quando il Signore Gesù venne a operare, i farisei non riconobbero che il Signore Gesù era il Messia, ma, invece, mantennero il nome del Messia e resistettero e rigettarono l’opera del Signore Gesù; alla fine, hanno crocifisso il Signore Gesù e sono stati maledetti e puniti. Dal fatto che i farisei hanno resistito a Dio e sono stati puniti, possiamo vedere che difficilmente si qualifica per essere una vergine saggia semplicemente leggendo la Bibbia di più, osservando e pregando, aggrappandosi alla via del Signore e lavorando di più per il Signore.

Allora chi sono le vergini sagge? Diamo un’occhiata a come gli ebrei ei discepoli del Signore Gesù Lo hanno riconosciuto e sono stati approvati da Lui. Sappiamo tutti che la Bibbia registra la storia di una donna samaritana. Quando ha sentito il Signore Gesù dire: “Perché hai avuto cinque mariti; e quello che hai ora, non è tuo marito; in questo hai detto il vero” (Giovanni 4:18), lei disse alla gente: “Venite a vedere un uomo che m’ha detto tutto quello che ho fatto; non sarebb’egli il Cristo?” (Giovanni 4:29). Da questi versetti, possiamo vedere che la donna samaritana si è resa conto dalle parole del Signore Gesù che è Cristo, poiché sapeva che solo Dio può vegliare su tutto, conoscere i segreti più intimi dell’uomo e può esprimere tutte le cose che ha mai fatto. Nessuno tranne Dio ha tale autorità e potere. Quindi, quando il Signore Gesù le parlò dei suoi mariti, lei immediatamente riconobbe che Egli è Cristo. Dalla sua esperienza, si può vedere che la sua saggezza era che poteva riconoscere la voce di Dio e che una volta udita la voce di Dio, poteva accettare la verità e così ottenere la salvezza del Signore Gesù. Inoltre, possiamo vedere dalla Bibbia che anche le persone, come Pietro e Natanaele, riconoscono il Signore dalle Sue parole e quindi Lo seguono.

Attraverso questi fatti, possiamo capire che il punto più critico per essere una vergine saggia è poter discernere la voce di Dio. Proverbi 9:10 dice: “Il principio della sapienza è il timor di Jahvè, e conoscere il Santo è l’intelligenza”. Ovviamente, per essere sagge vergini per accogliere il ritorno del Signore, non è sufficiente per noi solo prestare attenzione a leggere la Bibbia, pregare e lavorare di più per il Signore. In Apocalisse 3:20, Dio dice: “Ecco, io sto alla porta e picchio: se uno ode la mia voce ed apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli meco”. Mostra che quando Dio tornerà negli ultimi giorni, continuerà a parlare. Quindi è assolutamente vitale riconoscere la voce del Signore. Solo coloro che possono riconoscere la voce di Dio e prendersela con se stessi per accogliere il Suo arrivo sono sagge vergini e possono partecipare alla festa del Regno dei Cieli insieme al Signore. Tuttavia, coloro che non possono riconoscere la voce di Dio come i farisei e persino odiare e rifiutare Dio invece di accettarLo quando ascoltano la Sua voce, sono destinati a essere abbandonati dal Signore.

dieci vergini sagge

Ora, devi essere desideroso di sapere: come possiamo riconoscere la voce di Dio? Una volta, ho letto un passaggio in una comunione a riguardo in un libro spirituale. Condividerò diversi principi con te in seguito su come discernere la voce di Dio.

1. Le parole espresse da Dio sono la verità. Possono essere la vita dell’uomo, fornire i loro bisogni e dare all’uomo un percorso da seguire.

Il Signore Gesù disse: “Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me” (Giovanni 14:6). E Giovanni 1:1–4 dicono: “Nel principio era la Parola, e la Parola era con Dio, e la Parola era Dio. Essa era nel principio con Dio. […] In lei era la vita; e la vita era la luce degli uomini”. Dalle Scritture, possiamo sicuramente dire che Dio Stesso è la verità, la via e la vita. Quindi le parole espresse da Dio sono la verità. Può fornire l’uomo in base ai suoi bisogni effettivi in ​​modo che abbiano un percorso per praticare e possa ricevere una fornitura di vita. Torna all’Età della Legge: dopo che l’uomo fu corrotto da Satana, semplicemente non avevano idea di come condurre una vita e non sapevano nemmeno come adorare Dio. Quindi, Jahvè Dio emanò leggi e comandamenti per guidare gli israeliti a vivere sulla terra secondo il loro stato in quel momento. Queste leggi e questi comandamenti sono parole di verità e l’offerta di vita più pratica. Nell’Età della Grazia, l’uomo era diventato ancora più profondamente corrotto. L’uomo non ha rispettato la legge e spesso ha peccato. Se questo continuasse, l’uomo perirebbe sotto la legge. A quel tempo, il Signore Gesù venne e portò all’uomo non solo il sacrificio per il peccato, ma anche i nuovi modi di praticare. Egli istruì l’uomo a confessare i loro peccati e pentirsi davanti a Lui, ad essere tollerante, paziente e perdonare l’uomo, e ad amare gli altri come noi stessi, e così via. L’espressione del Signore Gesù era ciò di cui gli uomini nell’Età della Grazia avevano più urgente bisogno e la fornitura di vita per gli uomini. Negli ultimi giorni, in che modo Dio ci guiderà attraverso il parlare? Ebrei 9:28 dice: “così anche Cristo, dopo essere stato offerto una volta sola, per portare i peccati di molti, apparirà una seconda volta, senza peccato, a quelli che l’aspettano per la loro salvezza”. I Pietro 4:17 dice: “Poiché è giunto il tempo in cui il giudicio ha da cominciare dalla casa di Dio; […]”. Anche Salmi 96:13 dice, “nel cospetto di Jahvè; poich’egli viene, viene a giudicare la terra. Egli giudicherà il mondo con giustizia, e i popoli secondo la sua fedeltà”. E così, negli ultimi giorni, Dio verrà a pronunciare la Sua voce, e non farà di nuovo l’opera di redenzione. Invece, giudicherà, purificherà e salverà l’uomo dalla schiavitù del peccato attraverso la parola di verità. Crediamo che quelle sagge vergini che stanno guardando e aspettando la voce dello sposo riceveranno alcune rivelazioni da esso.

2. La parola di Dio è l’espressione della Sua indole, con autorità e potere.

Fratelli e sorelle, sappiamo tutti che all’inizio Dio usava le parole per creare tutte le cose sulla terra. Appena parla, le sue parole diventano realtà. Proprio come Salmi 33:9 dice: “Poich’egli parlò, e la cosa fu; egli comandò e la cosa sorse”. Nell’epoca dell’Antico Testamento, Dio promise ad Abrahamo che la sua progenie sarebbe stata numerosa come le stelle del cielo, e abbondante come la sabbia sulla riva del mare, ed è stata compiuta. Tutto ciò che viene detto da Dio deve essere adempiuto uno dopo l’altro. Questa è l’autorità e il potere della parola di Dio. Nell’Età della Grazia, il Signore Gesù disse: “Ma chi beve dell’acqua che io gli darò, non avrà mai più sete; anzi, l’acqua che io gli darò, diventerà in lui una fonte d’acqua che scaturisce in vita eterna” (Giovanni 4:14). “Io son la resurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà; e chiunque vive e crede in me, non morrà mai. Credi tu questo?” (Giovanni 11:25–26). “Guai a voi, scribi e Farisei ipocriti, perché scorrete mare e terra per fare un proselito; e fatto che sia, lo rendete figliuol della geenna il doppio di voi” (Matteo 23:15). La parola del Signore Gesù ha autorità e potere. Dalla Sua parola, possiamo riconoscerla come la voce di Dio e renderci conto che le Sue parole non solo possono comandare e dominare tutte le cose, ma possono darci vita e verità, promesse e benedizioni, e ancora di più possono maledire coloro che disobbediscono a Lui e resisterGli. Dalle parole di Dio, possiamo vedere che Dio ha amore e misericordia per coloro che credono in Lui e Lo amano; come per quelli che disobbediscono a Lui e resistono a Lui, Egli è pieno di maestà e ira. Dalle Sue parole di maledire i farisei, vediamo che la giusta indole di Dio è intollerante all’offesa da parte dell’uomo. Ogni frase di Dio contiene al suo interno la Sua indole e ancor più porta l’unica autorità del Creatore. Tutte le parole che dice non possono mai essere pronunciate dall’uomo. Negli ultimi giorni, Dio giudicherà ciascuno secondo le Sue opere e porterà a termine questa malvagità con le parole piene della Sua giusta indole. Se siamo solo disposti ad accettare le tenere parole piene di amore e misericordia, che sono in accordo con le nostre concezioni, probabilmente perderemo l’opportunità di accogliere il ritorno del Signore.

3. La parola espressa da Dio può rivelare i misteri nell’opera di gestione di Dio.

Il Signore Gesù disse: “[…] così avverrà alla fine dell’età presente. Il Figliuol dell’uomo manderà i suoi angeli che raccoglieranno dal suo regno tutti gli scandali e tutti gli operatori d’iniquità, e li getteranno nella fornace del fuoco. Quivi sarà il pianto e lo stridor de’ denti. risplenderanno come il sole nel regno del Padre loro. Chi ha orecchi, oda” (Matteo 13:40–43). “Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma chi fa la volontà del Padre mio che è ne’ cieli” (Matteo 7:21). Le Sue parole ci hanno detto che Dio avrebbe mandato i Suoi angeli a separare il bene dal male, classificando tutti gli uomini secondo la loro specie, e che solo quelli che fanno la volontà di Dio possono entrare nel Regno dei Cieli. Queste parole espresse da Dio sono i misteri del cielo e sono anche il risultato in ultima analisi da raggiungere quando Dio salva l’uomo e gestisce l’uomo. La ragione per cui il Signore Gesù potrebbe scoprire questi misteri è perché Egli è Dio Stesso; È il Signore del Regno dei Cieli. Solo Dio sa che tipo di uomo può entrare nel Regno dei Cieli, cioè, l’espressione di Dio può svelare i misteri della Sua opera di gestione. E questa è un’altra caratteristica per discernere la voce. Inoltre, il Signore Gesù disse: “Molte cose ho ancora da dirvi; ma non sono per ora alla vostra portata; ma quando sia venuto lui, lo Spirito della verità, egli vi guiderà in tutta la verità, perché non parlerà di suo, ma dirà tutto quello che avrà udito, e vi annunzierà le cose a venire” (Giovanni 16:12-13). Quindi, la verità che il Signore esprimerà quando tornerà non sarà assolutamente limitata a ciò che abbiamo ricevuto prima, perché Dio esprimerà tutta la verità di cui l’uomo ha bisogno per fornire a coloro che ne hanno fame e sete e per far conoscere a tutti l’intera opera di gestione della salvezza dell’uomo. Le vergini sagge possono sicuramente considerare questo punto come la caratteristica principale per discernere la voce di Dio

4. La parola di Dio può rivelare corruzioni, mente e pensieri dell’uomo.

Per esempio, il Signore Gesù disse: “E’ quel che esce dall’uomo che contamina l’uomo; poiché è dal di dentro, dal cuore degli uomini, che escono cattivi pensieri, fornicazioni, furti, omicidi, adulteri, cupidigie, malvagità, frode, lascivia, sguardo maligno, calunnia, superbia, stoltezza. Tutte queste cose malvage escono dal di dentro e contaminano l’uomo” (Marco 7:20-23). Il Signore Gesù rivela la mente, i pensieri e la natura dell’uomo, così da poter riconoscere i peccati nei nostri cuori. Poiché noi uomini siamo stati creati da Dio, sebbene non conosciamo affatto le nostre corruzioni dopo che siamo stati corrotti da Satana, Dio ha una comprensione approfondita di noi. Quindi solo Dio può rivelare la radice delle nostre corruzioni e la sostanza della nostra natura, che non può essere raggiunta da nessuno. Proprio come i farisei in quel momento, negli occhi dei giudei, sono quelli che servono piamente Dio. Ma il Signore Gesù poté vedere attraverso i loro cuori che odiava la verità e amava la malvagità, e li rivelò dicendo: “Guai a voi, scribi e Farisei ipocriti, perché siete simili a sepolcri imbiancati, che appaion belli di fuori, ma dentro son pieni d’ossa di morti e d’ogni immondizia” (Matteo 23:27). La verità è la luce. Qualsiasi oscurità e male saranno rivelati nella luce. Ho visto un passaggio della parola di Dio che dice “Così come la luna segue sempre il sole, l’opera di Dio non cessa mai e viene portata a compimento su di te, su di me, su di lui e su tutti coloro che seguono le orme di Dio e accettano il Suo giudizio e il Suo castigo”. Negli ultimi giorni, Dio esprime la verità per giudicare tutta la nostra ingiustizia, e sicuramente esporrà la nostra satanica corrotta indole — che non possiamo sapere — alla luce. Se non possediamo un cuore che teme Dio o un cuore di accettare la verità come fanno le vergini sagge, è difficile per noi ricevere la salvezza di Dio negli ultimi giorni.

La voce di Dio è l’espressione che parla all’umanità e l’espressione della indole e dell’essere di Dio. La parola di Dio ha autorità e potere, che non possono essere espressi da nessuno degli uomini corrotti. La parola di Dio è la verità e il modo in cui può fornire direttamente la vita dell’uomo; La parola di Dio può porre fine all’età vecchia e aprire una nuova età, ed è ancora meglio scoprire i misteri della Sua opera di gestione; La parola di Dio può rivelare la corruzione dell’uomo e salvarli in modo che possano liberarsi dal male. Tutte queste sono le caratteristiche uniche del Suo discorso. Se padroneggiamo questi principi per discernere la voce di Dio, ascoltando la voce di Dio, non sarà difficile conoscere Dio.

Sorella Muzhen, spero che la condivisione qui sopra ti sarà d’aiuto. Che tutti noi siamo sagge vergini e cerchiamo con i nostri cuori e ascoltiamo la voce del Signore per poter accogliere presto l’arrivo del Signore e festeggiare con Lui. Ringrazia Dio per averci portato questa illuminazione e la verità. Tutta la gloria sia per il Signore!

Cordiali saluti,

Si’en

Traduzione di IKS Translators


Condividere i più misteri della Bibbia, studi biblici insieme:

Quale ricompensa viene concessa alle vergini sagge? Le vergini stolte dovranno affrontare la catastrofe?

Come si prepara veramente l’olio per la seconda venuta di Gesù?