Il discorso della montagna

Il discorso della montagna

1) Le beatitudini (Matteo 5:3-12)

2) Il sale e la luce (Matteo 5:13-16)

3) La legge (Matteo 5:17-20)

4) L’ira (Matteo 5:21-26)

5) L’adulterio (Matteo 5:27-30)

6) Il divorzio (Matteo 5:31-32)

7) I giuramenti (Matteo 5:33-37)

8) Occhio per occhio (Matteo 5:38-42)

9) Amate i vostri nemici (Matteo 5:43-48)

10) Istruzioni sull’elemosina (Matteo 6:1-4)

11) La preghiera (Matteo 6:5-8)

Anzitutto diamo un’occhiata a ciascuna parte del “discorso della Montagna”. A cosa si riferiscono? Si può dire con certezza che sono più nobili, più concrete e più vicine alla vita delle persone rispetto alle regole dell’Età della Legge. Per usare termini moderni, sono più attinenti alla pratica effettiva degli uomini.

Leggiamo il contenuto specifico del seguente passo: come devi interpretare le beatitudini? Che cosa devi sapere della legge? Come deve essere definita l’ira? Come devono essere trattati gli adulteri? Che cosa si dice, e quali regole vigono, riguardo al divorzio? Chi può divorziare e chi no? Che cosa si dice dei giuramenti, di “occhio per occhio”, di “amerai i tuoi nemici”, delle istruzioni per l’elemosina eccetera? Tutte queste cose hanno a che fare con ogni aspetto della pratica della fede in Dio da parte degli uomini e del loro seguire Dio. Alcune di queste pratiche sono valide ancora oggi, ma sono più rudimentali rispetto alle attuali necessità delle persone. Sono verità abbastanza elementari che esse incontrano nella fede in Dio. Dal momento in cui il Signore Gesù iniziò la Sua opera, stava già cominciando a operare sull’indole della vita degli esseri umani, ma essa si basava sul fondamento delle leggi. Le regole e i detti su questi argomenti avevano qualcosa a che fare con la verità? Naturalmente sì! Le regole precedenti, i principi e il discorso nell’Età della Grazia si riferivano tutti all’indole di Dio, a ciò che Egli ha ed è, e ovviamente alla verità. Qualunque cosa Dio esprima, comunque la esprima o qualunque tipo di linguaggio usi, il fondamento, l’origine e il punto di partenza delle Sue parole si basano tutti sui principi della Sua indole, su ciò che Egli ha ed è. Su questo non c’è possibilità di errore. Così, benché ora le cose che ha detto sembrino un po’ superficiali, non si può comunque dire che non siano la verità, perché nell’Età della Grazia furono indispensabili affinché le persone potessero soddisfare la volontà di Dio e produrre un cambiamento nell’indole della loro vita. Puoi dire che qualcuna delle cose esposte nel discorso non sia in armonia con la verità? No! Ciascuna di loro è la verità perché erano tutte prescrizioni di Dio per l’umanità; erano principi e un campo d’azione stabiliti da Dio per indicare la condotta da tenere, e rappresentano la Sua indole. Tuttavia, in base al livello della loro crescita nella vita di quel tempo, gli uomini furono in grado soltanto di accettare e di comprendere queste cose. Siccome il peccato dell’umanità non era ancora stato cancellato, il Signore Gesù poté soltanto pronunciare queste parole e usare questi semplici insegnamenti all’interno di questo ambito per dire alle persone di quell’epoca come agire, cosa fare, entro quali principi e limiti fare le cose, e come credere in Dio e soddisfare le Sue prescrizioni. Tutto ciò veniva determinato in base alla levatura dell’umanità di quel tempo. Per le persone che vivevano sotto la legge non fu facile accettare questi insegnamenti, dunque ciò che il Signore Gesù insegnò dovette rimanere confinato entro questo ambito.

Se ha nuove conoscenze sul contenuto del nostro sito web o quali sono le Sue perplessità e difficoltà nella fede,sia il benvenuto a condividerli con noi, perché il Signore Gesù disse: “Che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi” (Giovanni 15:12),desideriamo che ci aiutiamo e ci sosteniamo nel Cristo,la vita cresce. Può contattarci attraverso i seguenti modi:
1. Chiacchiera online con noi attraverso la finestra di online sotto il sito.
2. Manda l’email a [email protected]