Come distinguere tra il vero Cristo e i falsi cristi

Fratelli e sorelle di Investigare la Bibbia,

ciao! Mi chiamo Li Li. Sono capo responsabile di una Chiesa domestica. Sentiamo che qualcuno predica che il Signore Gesù è già ritornato, tuttavia leggiamo nella Bibbia che Egli disse: “Allora, se alcuno vi dice: ‘Il Cristo eccolo qui, eccolo là’, non lo credete; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno gran segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti” (Matteo 24:23-24). Da queste parole possiamo comprendere che quando il Signore ritornerà, spunterà fuori ogni sorta di falsi cristi e di falsi profeti per ingannare i credenti. Quindi, non osiamo ricercare e indagare questa predicazione perché temiamo di essere raggirati da falsi cristi. Tuttavia, riflettendo sul fatto che il Signore disse: “Sì; vengo tosto!” (Apocalisse 22:20), abbiamo anche paura di perdere l’opportunità di accogliere il Suo ritorno, nel caso in cui Egli dovesse riapparire. Ci sentiamo talmente in ansia. Fratelli e sorelle di Investigare la Bibbia, desidero chiedervi come praticare in modo appropriato per quanto riguarda la questione dell’accoglimento della venuta del Signore. Inoltre, vi prego di condividere con noi sul modo in cui distinguere tra il vero Cristo e i falsi cristi.

Li Li

2 gennaio 2018

distinguere tra il vero Cristo e i falsi cristi

Sorella Li Li:

ciao! In qualità di capo di una Chiesa, sei responsabile per la vita dei fratelli e delle sorelle. Cerchi la condivisione, la quale può essere definita come sete di verità e attenzione ai propositi di Dio. Attualmente ci troviamo nella parte finale degli ultimi giorni, si tratta del momento critico in cui il Signore Gesù ritornerà. È certo che durante questo periodo sorgeranno molti falsi cristi con l’intento di ingannare l’uomo. Possiamo comprendere la tua sensazione di timore di essere imbrogliata e di perdere così la possibilità di venir rapita al Cielo. Riguardo alla tua domanda, cercheremo la verità e condivideremo insieme a te.

Tutti noi sappiamo che il Signore Gesù una volta promise che sarebbe ritornato per accoglierci, dopo aver preparato per noi un posto. Oggi sono arrivati gli ultimi giorni. Se insistiamo nel negare le affermazioni di coloro che asseriscono che il Signore è ritornato, e se non osiamo ricercare e indagare perché temiamo di essere ingannati da falsi cristi, come potremo allora accogliere il Signore? Il Signore Gesù una volta ci disse: “E sulla mezzanotte si levò un grido: Ecco lo sposo, uscitegli incontro” (Matteo 25:6). “Le mie pecore ascoltano la mia voce, e io le conosco, ed esse mi seguono” (Giovanni 10:27). E nell’Apocalisse si evidenzia in molti punti che: “Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese” (Apocalisse 2:7). Da queste parole comprendiamo che quando il Signore ritornerà, Egli esprimerà ancora la Sua voce. Solo coloro che ascoltano la voce del Signore, e poi Lo riconoscono, potranno accoglierLo, e uomini e donne di tal fatta sono vergini sagge e gregge del Signore. Se qualcuno testimonia che Egli è ritornato, ma noi non cerchiamo di indagare, né ascoltiamo le Sue parole, allora come potremo accoglierLo?

Quando studiano le profezie sulla venuta del Signore, molti cristiani ritengono più importante proteggersi contro i falsi cristi e i falsi profeti che prestare attenzione al modo in cui accogliere la venuta dello sposo e a come ascoltare la Sua voce. Di che problema si tratta? Non è forse questo il comportamento di coloro che rinunciano a mangiare per paura di soffocare e che perdono il maggiore per il minore? Infatti, indipendentemente da quanto cerchiamo di proteggerci dai falsi cristi e dai falsi profeti, se non possiamo accogliere il ritorno del Signore e non riusciamo a essere rapiti al cospetto del trono di Dio, allora saremo delle vergini stolte e verremo da Lui eliminati e abbandonati. La nostra fede in Dio non sarà forse a questo punto un totale fallimento?

Se desideriamo accogliere il ritorno del Signore e non essere ingannati da falsi cristi e falsi profeti, dobbiamo essere chiari sul modo in cui essi imbrogliano l’uomo. In realtà, il Signore Gesù ci ha già parlato delle pratiche dei falsi cristi e dei falsi profeti. Egli disse: “Perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno gran segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti” (Matteo 24:24). Dalle Sue parole possiamo evincere che falsi cristi e falsi profeti ingannano i prescelti da Dio principalmente mostrando grandi segni e prodigi, che sono la loro principale manifestazione. A questo punto, dobbiamo comprendere che la ragione per cui essi mostrano segni e prodigi al fine di ingannare l’uomo è che non possiedono alcuna verità. Nella natura e nella sostanza, costoro sono spiriti malvagi estremamente perfidi. E non sono capaci di compiere l’opera di salvezza e di purificazione dell’uomo, né possono indicarci la via o concederci la vita, per cui si limitano a mostrare segni e prodigi per raggirare l’uomo. Se possedessero la verità, non userebbero assolutamente tali manifestazioni per imbrogliare le persone. Pertanto, il fatto che i falsi cristi e i falsi profeti mostrino alcuni segni e prodigi evidenzia solo che essi non hanno altri stratagemmi da giocare. Dobbiamo comprendere bene questo punto. Altrimenti, sarà facile per noi venire imbrogliati.

In un libro sulla spiritualità ho letto questi due paragrafi: “Se, ai giorni nostri, dovesse emergere qualcuno che sia in grado di mostrare segni e prodigi, e che sappia cacciare i demoni, sanare i malati e compiere molti miracoli, e se questi sostenesse di essere la venuta di Gesù, allora si tratterebbe di una contraffazione degli spiriti maligni e della loro imitazione di Gesù. Ricordatelo! Dio non ripete la medesima opera. La fase dell’opera di Gesù è già stata completata e Dio non la intraprenderà mai più. […] L’uomo crede che Dio debba sempre mostrare segni e prodigi, sanare i malati e cacciare i demoni ed essere sempre proprio come Gesù, eppure questa volta non è affatto così. Se, durante gli ultimi giorni, Dio mostrasse ancora segni e prodigi, e di nuovo cacciasse i demoni e guarisse i malati – se agisse esattamente come Gesù –, allora ripeterebbe la medesima opera, e quella di Gesù non avrebbe alcun significato o valore. Pertanto, Dio realizza una fase dell’opera in ogni epoca. Una volta che una fase della Sua opera è completata, viene presto imitata dagli spiriti maligni, e quando Satana inizia a emulare Dio, Egli cambia metodo; una volta completata una fase della Sua opera, questa è imitata dagli spiriti maligni. Dovete avere le idee chiare su queste cose”. “Non sempre l’opera di Dio è conforme alle concezioni dell’uomo, dato che la Sua opera è sempre nuova e mai vecchia. Non sempre Egli ripete la vecchia opera, ma piuttosto va avanti con l’opera mai svolta prima”.

Sorella, da tali parole possiamo apprendere che Dio è sempre nuovo e mai vecchio, e che Egli non compie mai le stesse azioni. Proprio come quando il Signore Gesù giunse a realizzare la Sua opera e diede avvio all’Età della Grazia, concluse l’Età della Legge e avverò una fase dell’opera di redenzione: Egli guarì i malati, scacciò i demoni, compì molti segni e prodigi, e conferì abbondante grazia all’uomo; infine, fu crocifisso e redense l’umanità dal peccato. L’opera di redenzione dell’uomo compiuta dal Signore Gesù è già stata realizzata e Dio non la compirà mai più di nuovo. E per quanto riguarda i falsi cristi? Essi sono tutti spiriti malvagi che fingono di essere Cristo, semplicemente incapaci di compiere l’opera di inaugurare una nuova età e di porre fine alla vecchia. Costoro possono solo imitare il Signore Gesù, mostrando alcuni semplici segni e prodigi per ingannare l’uomo, confuso e privo di discernimento, ma non riescono a imitare i miracoli che il Signore Gesù operò, per cui essi non possono assolutamente raggiungere, per esempio, quanto compiuto dal Signore Gesù quando resuscitò i morti, si servì di soli cinque pani e due pesci per nutrire cinquemila persone e rimproverò il vento e il mare. Ora che sappiamo che i falsi cristi non possiedono alcuna verità e non possono aprire e chiudere un’età, riusciamo a comprendere la ragione per cui il Signore Gesù una volta ci mise in guardia: “Perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno gran segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti” (Matteo 24:24). Egli lo fece per proteggerci da quegli spiriti maligni che imitano il Signore Gesù manifestando segni e prodigi. Essi sono falsi cristi, sono coloro che dovremmo discernere e respingere. Tale è l’intenzione del Signore insita in queste parole. Tuttavia, non comprendemmo la volontà del Signore e fraintendemmo la Sua parola e condannammo persino come bugiardi tutti coloro che testimoniarono che si trattava del ritorno di Dio. Non è incredibilmente assurdo? Non ci mettiamo forse così contro le Sue buone intenzioni? Possiamo fare cose talmente insensate, le quali non solo indicano che non discerniamo i falsi cristi, ma mostrano anche che non comprendiamo come riconoscere il vero Cristo!

Leggiamo un altro paragrafo: “Dio incarnato è chiamato Cristo, e così il Cristo che può offrire agli esseri umani la verità è chiamato Dio. Non vi è nulla di eccessivo in questo, poiché Egli possiede la sostanza di Dio e possiede l’indole di Dio e la sapienza della Sua opera, che sono irraggiungibili per l’uomo. Coloro che si proclamano Cristo ma non sanno eseguire l’opera di Dio sono degli impostori. Cristo non è solamente la manifestazione di Dio in terra, ma è invece la carne particolare assunta da Dio nell’eseguire e nel portare a termine la Sua opera fra gli uomini. Questa carne non può essere sostituita da un uomo qualunque, ma può svolgere adeguatamente l’opera di Dio in terra, esprimere la Sua indole, ben rappresentarLo e fornire la vita all’uomo. Presto o tardi, i falsi cristi cadranno tutti, poiché, anche se affermano di essere Cristo, non possiedono nulla della Sua sostanza. E così, dico che l’autenticità di Cristo non può essere definita dall’uomo, ma la risposta e la decisione provengono da Dio Stesso”. Sorella, Cristo è il Dio incarnato, è la carne in cui si materializza lo Spirito di Dio, il che significa che ciò che Dio ha ed è, la Sua indole e la Sua saggezza, si sono interamente materializzate nella carne. Cristo possiede la sostanza della divinità, è l’incarnazione della verità. Egli può esprimere la verità per sostenere e guidare l’uomo in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo. Solo Cristo può compire l’opera di redenzione e di salvezza dell’uomo, la quale non può essere imitata da alcuno. Si tratta davvero di un fatto che nessuno può negare. Al contrario, i falsi cristi sono tutti posseduti da spiriti malvagi ed estremamente arroganti e ridicoli. Sono spiriti malvagi e demoni, per cui, indipendentemente dal modo in cui mostrano segni e prodigi, distorcono la Bibbia o menzionano profonde conoscenze e dottrine, tutto ciò che essi compiono è ingannare, danneggiare e rovinare l’uomo, non spingendolo in alcun modo al bene e facendo solo in maniera che egli precipiti in continuazione nell’oscurità, che non abbia una via da percorrere e alla fine che venga divorato da Satana. È ovvio che tutti i falsi cristi e i falsi profeti sono l’incarnazione di Satana e dei demoni malvagi, i quali devono interrompere e disturbare l’opera di Dio. Quindi, indipendentemente da quante persone ingannano, danneggiano o rovinano, essi cadranno e spariranno presto, perché non possiedono alcuna verità. Sorella, se comprendiamo autenticamente la verità sul modo in cui distinguere tra il vero Cristo e i falsi cristi, di certo non rifiuteremo di ascoltare la voce di Dio o di accogliere la Sua manifestazione per timore di essere ingannati da loro.

Sorella Li Li, per quanto riguarda il modo in cui stabilire chi è il vero Cristo e chi sono i falsi cristi, potresti averne una certa conoscenza. Solo Cristo è la verità, la via e la vita. Egli è Colui che può inaugurare una nuova età e concludere la precedente, che può esprimere la verità per purificare e salvare l’uomo e che gli può donare la vita. Coloro che non possono esprimere la verità, ma riescono solo a manifestare alcuni semplici segni e prodigi, allo scopo di ingannare l’uomo, sono per certo falsi cristi, sono truffatori. Questo è il principio fondamentale sulla base del quale distinguere tra il vero Cristo e i falsi cristi. Tutti coloro che ricercano e indagano la vera via dovrebbero obbedire a questo principio per individuare e confermare la voce di Dio. Ciò non può per certo essere sbagliato. Se comprendiamo questo aspetto della verità, non ci preoccuperemo di essere ingannati da falsi cristi e falsi profeti.

Investigare la Bibbia

8 gennaio 2018


Vangelo del giorno” condivide di più:

Tutta la mia famiglia ha partecipato alla mensa dell’Agnello