Possiamo veramente “essere mutati in un batter d’occhio” e portati nel Regno dei Cieli?

La Bibbia dice: “In un momento, in un batter d’occhio, al suon dell’ultima tromba. Perché la tromba suonerà, e i morti risusciteranno incorruttibili, e noi saremo mutati. Poiché bisogna che questo corruttibile rivesta incorruttibilità, e che questo mortale rivesta immortalità” (I Corinzi 15:52-53). Molte persone credono che sebbene continuiamo a peccare, Dio è onnipotente, la nostra immagine cambierà in un istante quando il Signore arriverà, trasformando i peccatori in santi per poi rapirli nel Regno dei Cieli. Ma c’è una base su questo punto di vista nelle parole del Signore? Quando il Signore ritorna, Egli farà davvero quello che noi immaginiamo? Come svolge esattamente la Sua opera negli ultimi giorni per purificare l’uomo negli ultimi giorni? Queste domande sono direttamente collegate ai problemi cruciali del nostro destino e della nostra fine. Parleremo di questo tema proprio qui sotto.

L’affermazione “Essere cambiati in un batter d’occhio” contraddice le Parole di Dio
Noi crediamo, secondo I Corinzi 15:52-53, che quando il Signore ritorna negli ultimi giorni, cambierà la nostra immagine in un momento e ci renderà santi per portarci nel Regno dei Cieli. Ma questo punto di vista è davvero giusto? Il Signore Gesù ha mai detto una cosa del genere? Lo Spirito Santo ha mai detto una cosa del genere? Le parole del Signore Gesù sono la verità e solo le Sue parole posseggono autorità. Paolo era solo un uomo; non era Cristo. Le parole che pronunciava Paolo non erano la verità, quindi erano inevitabilmente contaminate dalla volontà umana. Quando si tratta di aspettare il ritorno del Signore ed essere portati nel Regno dei Cieli, dovremmo solo seguire le parole del Signore, non quelle degli uomini. Questa è l’unica cosa corretta da fare. Se basiamo la nostra comprensione sulle parole di Paolo, però, credendo che Dio non terrà in considerazione quante volte pecchiamo, che quando il Signore ritornerà, cambierà la nostra immagine istantaneamente, rendendoci santi, e portandoci nel Regno dei Cieli, allora come potrebbe essere soddisfatta la profezia nell’Apocalisse: “Ecco, io vengo tosto, e il mio premio è meco per rendere a ciascuno secondo che sarà l’opera sua” (Apocalisse 22:12)? Secondo questo versetto, quando il Signore ritorna, ricompenserà o punirà ogni persona secondo le sue azioni. Questo significa che c’è una diretta correlazione tra le nostre azioni e se saremo in grado oppure no di entrare nel Regno dei Cieli. Secondo il nostro personale punto di vista, comunque, anche se non seguiamo la via del Signore e viviamo nel peccato, non c’è ancora nulla da temere. Noi crediamo che quando il Signore ritorna, Egli ci trasformerà in un batter d’occhio, e ci renderà santi, portandoci in seguito nel Regno dei Cieli. Non ci dovrebbe essere allora una connessione qualunque tra come buone e meritevoli sono le nostre azioni e se potremmo o meno entrare nel Regno dei Cieli. Ma questo non lascerebbe insoddisfatte le Parole del Signore, quando disse: “rendere a ciascuno secondo che sarà l’opera sua”? Inoltre, nel Libro della Rivelazione viene profetizzato che Dio verrà negli ultimi giorni per separare le pecore dalle capre, il grano dalla zizzania, i servi buoni da quelli malvagi. Se tutti cambiassero forma e venissero portati nel Regno dei Cieli, allora la dichiarazione sulle pecore e le capre, il grano e la zizzania perderebbe di significato, e come potrebbe allora essere soddisfatta l’opera di Dio di dividere ognuno in base alla propria specie negli ultimi giorni? Possiamo perciò vedere che se non basiamo la nostra fede nel Signore o nelle Sue parole, ma ci basiamo sulle parole di Paolo, desiderando di essere trasformati in un batter d’occhio e di essere rapiti nel Regno dei Cieli, allora il nostro punto di vista sarà contrario alle parole del Signore ed è in disaccordo con la Sua volontà.

Come opera Dio per purificare l’uomo negli ultimi giorni
Il Signore Gesù ci ha detto chiaramente molto tempo fa quale lavoro svolgerà e come cambierà le persone in modo che possano essere purificate quando Egli ritorna negli ultimi giorni. “Molte cose ho ancora da dirvi; ma non sono per ora alla vostra portata; ma quando sia venuto lui, lo Spirito della verità, egli vi guiderà in tutta la verità, perché non parlerà di suo, ma dirà tutto quello che avrà udito, e vi annunzierà le cose a venire” (Giovanni 16:12-13). “E se uno ode le mie parole e non le osserva, io non lo giudico; perché io non son venuto a giudicare il mondo, ma a salvare il mondo. Chi mi respinge e non accetta le mie parole, ha chi lo giudica: la parola che ho annunziata è quella che lo giudicherà nell’ultimo giorno” (Giovanni 12:47-48). “Io non ti prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li preservi dal maligno. […] Santificali nella verità: la tua parola è verità. […] E per loro io santifico me stesso, affinché anch’essi siano santificati in verità” (Giovanni 17:15-19). “Poiché è giunto il tempo in cui il giudizio ha da cominciare dalla casa di Dio” (I Pietro 4:17). Questi versi ci dicono che quando il Signore ritorna, Egli, secondo i bisogni dell’umanità corrotta, esprimerà la verità per svolgere il lavoro di giudizio partendo dalla Casa di Dio; Egli guiderà il popolo a comprendere e ad accedere a tutte le verità, ed userà la verità per cambiare e purificare le persone. Solo sottomettendoci al giudizio delle parole di Dio noi siamo in grado di spezzare le catene del peccato, così da poter essere purificati ed entrare nel Regno dei Cieli. Il Signore è già tornato da molto tempo, cioè Dio Onnipotente, il Cristo degli ultimi giorni. Sulla base del Suo lavoro di redenzione, Egli ha espresso molte verità svolgendo il lavoro di giudizio e purificazione dell’uomo, rendendoci in grado di risolvere completamente la nostra natura peccaminosa, e di liberarci dalla schiavitù del peccato per entrare nel Regno dei Cieli. Il lavoro di giudizio negli ultimi giorni svolto da Dio Onnipotente soddisfa a pieno le profezie pronunciate dal Signore Gesù.

Allora come svolge il lavoro di giudizio Dio Onnipotente per purificare e salvare l’uomo? Dio Onnipotente dice: “Durante gli ultimi giorni, Cristo utilizza una serie di verità per insegnare all’uomo, rivelarne l’essenza e analizzare le sue parole e le sue azioni. Queste parole comprendono diverse verità, quali il dovere dell’uomo, come l’uomo dovrebbe obbedire a Dio, come dovrebbe esserGli fedele, come dovrebbe vivere la normale umanità, così come la saggezza e l’indole di Dio, e così via. Queste parole sono tutte dirette all’essenza dell’uomo e alla sua indole corrotta. In particolare, le parole che rivelano come l’uomo rifiuta Dio vengono pronunciate a proposito di come l’uomo sia la personificazione di Satana e una forza nemica di Dio. Quando Dio comincia l’opera di giudizio, Egli non Si limita semplicemente a chiarire la natura dell’uomo solo con poche parole, ma compie la rivelazione, il trattamento e la potatura a lungo termine. Tale metodo di rivelazione, di trattamento e di potatura non può essere sostituito con parole ordinarie, ma con la verità che l’uomo non possiede affatto. Solo tale modo di lavoro viene considerato giudizio; solamente attraverso tale giudizio l’uomo può essere assoggettato, pienamente convinto a sottomettersi a Dio e inoltre può ottenere la vera conoscenza di Dio. Ciò che l’opera di giudizio realizza è la comprensione da parte dell’uomo del vero volto di Dio e la verità riguardo alla sua ribellione. L’opera di giudizio permette all’uomo di ottenere molta comprensione della volontà di Dio, dello scopo della Sua opera e dei misteri che non possono essere compresi dall’uomo. Inoltre, consente all’uomo di riconoscere e conoscere la sua sostanza corrotta e le radici della sua corruzione, come pure di scoprire la sua bruttezza. Questi effetti si realizzano tutti tramite l’opera di giudizio, perché la sua sostanza è di fatto l’opera di svelare la verità, la via e la vita di Dio a tutti coloro che hanno fede in Lui. Quest’opera è l’opera di giudizio svolta da Dio”.

Attraverso quest’opera di giudizio e di castigo, l’uomo arriverà a conoscere appieno la sostanza sudicia e corrotta dentro di sé e sarà in grado di cambiare completamente e di diventare puro. Solo in questo modo egli può essere degno di tornare davanti al trono di Dio. Tutta l’opera compiuta in questo giorno serve a rendere puro e a cambiare l’uomo; attraverso il giudizio e il castigo tramite la parola, e attraverso il raffinamento, egli può rigettare la propria corruzione ed essere reso puro. Anziché considerare questa fase dell’opera quella della salvezza, sarebbe più appropriato dire che è l’opera della purificazione”.

Le parole di Dio ci consentono di comprendere che la Sua opera di giudizio per purificare e salvare l’uomo negli ultimi giorni non è semplice come immaginiamo. Perché siamo stati corrotti profondamente da Satana e l’indole satanica si è profondamente radicata in noi, come arroganza, presunzione, egoismo, malvagità ed avidità, spesso non possiamo fare a meno di peccare e di resistere a Dio. Per questo motivo, Egli ha un piano per purificare e cambiare completamente noi esseri umani profondamente corrotti da Satana, rendendoci persone che riveriscono e obbediscono a Dio, quindi Egli deve esprimere la verità per svolgere quest’opera. L’esperienza del giudizio di Dio e del castigo che può liberarci dalla corruzione ed essere purificati, richiede un processo a lungo termine. Negli ultimi giorni, perciò, sulla base delle nostre necessità, Dio ha espresso tutti gli aspetti della verità per giudicarci e purificarci. Dio non solo giudica ed espone la nostra natura satanica che si ribella e sfida Dio, ci dice anche cosa richiede da noi, come dovremmo vivere a somiglianza di un normale essere umano, come dovremmo obbedire e riverire Dio e come possiamo essere persone oneste. Solo dopo aver subito il giudizio e il castigo delle parole di Dio, noi possiamo veramente realizzare la verità sulla nostra corruzione e iniziare a conoscere la nostra indole satanica come l’arroganza e l’egoismo. Allo stesso tempo, veniamo a conoscenza della sostanza santa di Dio e la Sua indole giusta che non tollera offesa, solo allora saremo in grado di avere determinazione per odiare la nostra carne, saremo realmente disposti a pentirci dinanzi a Dio e a comportarci e fare cose seguendo la verità, in questo modo e senza essere ancora consapevoli di ciò, noi ci liberiamo dalle catene del peccato e diventiamo in grado di vivere con umanità e con sembianze umane.

Sono passati circa 30 anni da quando Dio ha iniziato la Sua opera. Lui ha già creato un gruppo di vincitori prima dell’arrivo dei grandi disastri, molte testimonianze delle esperienze di coloro che hanno sperimentato l’opera di giudizio di Dio e la cui indole corrotta ha subito un cambiamento sono pubblicamente disponibili online, questi sono i frutti portati dall’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni. Comparato con la storia del genere umano, questo breve periodo di tempo di circa 30 anni potrebbe essere descritto come un istante, come dice nella Bibbia: “[…] per il Signore, un giorno è come mille anni, e mille anni son come un giorno” (II Pietro 3:8). Se noi diciamo che quando il Signore ritorna negli ultimi giorni, cambierà le persone in un istante e in un batter d’occhio, come dichiarazione che ci riferiamo ai frutti dell’opera di Dio negli ultimi giorni, è interamente appropriata. Questo rivela la saggezza e la misericordia di Dio.

Detto questo, credo che tutti noi abbiamo capito che, se vogliamo essere purificati ed entrare nel Regno dei Cieli, allora l’unico modo per far sì che questo accada è accettare l’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni. Per cui non dovremmo lasciar andare tutte le nostre immaginazioni soprannaturali ed accettare il lavoro di Dio di oggi?

Nota del redattore: Avendo letto questo articolo, hai trovato ora il sentiero per essere purificato ed entrare nel Regno dei Cieli? Per favore sentiti libero di condividere questo articolo con gli amici che hanno desiderio di trovare il sentiero che conduce al Regno dei Cieli. Se c’è ancora qualcosa che non hai compreso sull’entrata nel Regno dei Cieli, per favore contattaci tramite Messenger o WhatsApp e noi saremo felici di discuterne con te ed aiutarti a trovare questo percorso.

Infine, vorremmo raccomandarti di guardare i seguenti film: “Il popolo del Regno dei Cieli”, “Salvezza” e “Il battesimo del fuoco”. Dopo aver guardato questi film, conoscerai le testimonianze dei cristiani che hanno sperimentato il giudizio e il castigo di Dio, aiuteranno la tua comprensione su come Dio svolge il Suo lavoro di giudizio e purificazione per salvare gli uomini negli ultimi giorni.