Menu

Cos’è il rapimento prima della tribolazione? Cosa sono i vincitori?

Navigazione rapida:
1. Che cosa significa “essere innalzati prima dei disastri”?
2. Che cosa significa “essere trasformati in vincitori prima dei disastri”?

Cari fratelli e sorelle di Investigare la Bibbia,

siamo ora nella fase finale degli ultimi giorni, ho visto nei notiziari che disastri di ogni tipo sono sempre più forti e frequenti, e il fatto che io riesca o meno a essere innalzata prima che essi si verifichino e trasformata in una vincitrice innanzi al loro manifestarsi sono per me problemi di importanza vitale. La mia opinione riguardo a questi due problemi è che, fintanto che restiamo fedeli al nome del Signore qualunque cosa accada, lavoriamo duramente per Lui e non volgiamo le spalle quando affrontiamo qualunque tipo di avversità, possiamo diventare vincitori. E, allora, quando arriveranno i disastri, potremo essere innalzati al cielo per incontrare il Signore e gioire della Sua promessa. Ma vi sono persone che hanno messo in dubbio la mia opinione, sostenendo che alcuni hanno ora raggiunto questo e quello e, inoltre, i disastri stanno crescendo in dimensioni e molti di essi si sono già abbattuti su di noi e, tuttavia, non si è visto nessuno che sia stato rapito al cielo. Essere innalzati significa davvero essere rapiti al cielo? E diventare un vincitore è così semplice che lo si diventa solo raggiungendo queste cose? Davvero non capisco nulla, per cui desidero chiedere la vostra opinione. Attendo con ansia una risposta!

Con affetto,

Xiao Xiao

Cara sorella Xiao Xiao,

Il fatto che possiamo ricercare e condividere su questioni che non comprendiamo pienamente è in accordo con la volontà di Dio. Rendiamo grazie al Signore!

Il venire innalzati prima dei disastri e l’essere trasformati in vincitori innanzi a essi sono problemi di estrema importanza per coloro di noi che credono nel Signore, perché hanno una relazione diretta con la nostra destinazione finale e con l’importante questione di essere o meno in grado di entrare nel Regno dei Cieli. Questi due problemi sono stati di seguito separati per essere affrontati nel nostro approfondimento. Possa Dio guidarci!

I cristiani stanno scrivendo lettere

1. Che cosa significa “essere innalzati prima dei disastri”?

Se vogliamo capire cosa significhi essere innalzati prima dei disastri, dobbiamo prima sapere che cosa voglia dire essere innalzati. Alcuni credono che essere innalzati significhi che, quando il Signore ritornerà, Egli ci rapirà al cielo per incontrarLo, e questa convinzione si sviluppa perché Paolo, in 1 Tessalonicesi 4:17, scrisse: “Poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo insiem con loro rapiti sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria; e così saremo sempre col Signore”. Ma è questo ciò che il Signore intendeva? Si tratta qui solamente di quel che Paolo ha affermato; il Signore Gesù non ha mai detto questo, lo Spirito Santo non ha mai portato una tale testimonianza e, quindi, queste parole non possono rappresentare l’intenzione del Signore. Come tutti noi sappiamo, all’inizio dei tempi Dio creò l’uomo sulla terra usando l’argilla, lo pose a sorvegliare tutte le cose che Egli aveva creato sulla terra e gioì del fatto che lui Lo adorasse e Lo glorificasse. Inoltre, Dio ci comunicò molto tempo fa che Egli avrebbe stabilito il Suo regno sulla terra, che avrebbe dimorato su di essa con l’uomo e che i regni del mondo sarebbero diventati tutti regni governati da Cristo. È proprio come dicono le profezie in Apocalisse, “Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini; ed Egli abiterà con loro, ed essi saranno suoi popoli, e Dio stesso sarà con loro e sarà loro Dio” (Apocalisse 21:3). “Il regno del mondo è venuto ad essere del Signor nostro e del suo Cristo; ed egli regnerà ne’ secoli dei secoli” (Apocalisse 11:15). Pertanto, quando il Signore ritornerà, Egli non rapirà al cielo gli uomini e le donne perché essi lì Lo incontrino, ma stabilirà il Suo regno sulla terra, poiché la destinazione che Dio ha preparato per noi va trovata in questo luogo. Inoltre, se fossimo innalzati al cielo, non saremmo in grado di sopravvivervi. Quindi, la convinzione che essere innalzati significhi essere rapiti al cielo non si accorda con la verità e non si concilia con i fatti dell’opera di Dio; è semplicemente un prodotto delle nostre concezioni e immaginazioni, ed è un desiderio stravagante.

Perciò, che cosa significa essere innalzati? Leggiamo ora un passo delle parole e poi capiremo. Tale passo afferma: “‘Essere rapiti’ non significa essere rapiti da un luogo in basso verso un luogo che si trova più in alto, come immaginano le persone. Questo è un errore enorme. L’essere rapiti si riferisce alla Mia predestinazione e alla Mia selezione. È destinato a tutti quelli che ho predeterminato e scelto Coloro che hanno ottenuto lo status di primogeniti maschi, di Miei figli o di Mia gente, sono tutte persone che sono state rapite. Questo è decisamente incompatibile con le idee delle persone. Coloro che in futuro avranno un posto nella Mia casa sono tutti quelli che sono stati rapiti davanti a Me. Questo è assolutamente veritiero, non cambierà mai e non può essere confutato da nessuno. È il contrattacco contro Satana. Tutti coloro che ho predestinato saranno rapiti davanti a Me”.

Da questo passo possiamo comprendere chiaramente che essere innalzati non significa che veniamo rapiti da un luogo posto in basso a uno situato in alto, ma piuttosto si riferisce a coloro che sono predestinati e scelti da Dio. Il termine “predestinati” allude a coloro che sono stati predestinati da Dio a raggiungere la salvezza prima dei secoli, e l’essere “scelti” fa riferimento a quelli che sono predestinati poiché sono capaci di seguire le orme di Dio, di giungere al Suo cospetto e di accettare la Sua nuova opera: questo è ciò che significa essere innalzati. Come ben sappiamo, alla fine dell’Età della Legge, il Signore Gesù venne per realizzare una nuova fase della Sua opera. A quel tempo, Pietro, Giovanni, Matteo, Giacomo e così via, ascoltarono i sermoni predicati da Gesù, abbandonarono la legge e seguirono il Signore, e pertanto furono innalzati al cospetto di Dio. Allo stesso modo, il Signore Gesù disse che sarebbe tornato negli ultimi giorni e che sarebbe giunto tra gli uomini per pronunciare le Sue parole e compiere la Sua opera di salvezza dell’uomo. Come disse il Signore Gesù: “Molte cose ho ancora da dirvi; ma non sono per ora alla vostra portata; ma quando sia venuto lui, lo Spirito della verità, egli vi guiderà in tutta la verità, perché non parlerà di suo, ma dirà tutto quello che avrà udito, e vi annunzierà le cose a venire” (Giovanni 16:12–13). “Poiché è giunto il tempo in cui il giudicio ha da cominciare dalla casa di Dio” (1 Pietro 4:17). “Chi mi respinge e non accetta le mie parole, ha chi lo giudica: la parola che ho annunziata è quella che lo giudicherà nell’ultimo giorno” (Giovanni 12:48). “E vidi i morti, grandi e piccoli che stavan ritti davanti al trono; ed i libri furono aperti; e un altro libro fu aperto, che è il libro della vita; e i morti furon giudicati dalle cose scritte nei libri, secondo le opere loro” (Apocalisse 20:12). Da questi versetti, possiamo comprendere chiaramente che quando il Signore Gesù ritornerà negli ultimi giorni avrà ancora molte cose da dirci ed esprimerà le Sue parole ed eseguirà l’opera di giudizio. Solo accettando l’opera di giudizio di Dio degli ultimi giorni possiamo essere veramente innalzati al Suo cospetto.

Quindi, come suggerisce il termine stesso, essere innalzati prima dei disastri significa che Dio tornerà di nuovo di persona nel mondo prima che giungano i grandi disastri per compiere l’opera che Egli deve realizzare, e solo accogliendo il Suo ritorno durante questo tempo possiamo essere innalzati prima che i disastri si verifichino.

Abbiamo ora condiviso su ciò che significa essere innalzati prima dei disastri, proseguiamo quindi ora su ciò che significa essere trasformati in vincitori prima che essi avvengano.

2. Che cosa significa “essere trasformati in vincitori prima dei disastri”?

Prima di poter capire cosa significhi essere trasformati in vincitori innanzi ai disastri, dobbiamo comprendere che cosa sono i vincitori. In senso letterale, il termine indica un gruppo di persone che vincono. Come tutti coloro che credono in Dio sanno, Satana è il nemico di Dio e così dobbiamo vincere, il che significa sicuramente che dobbiamo vincere Satana. Pertanto, la parola “vincitori” si riferisce al gruppo di persone che vinceranno Satana. Ma che cosa significa vincere Satana? Fin da quando i nostri antenati Adamo ed Eva furono sedotti dal principe dei demoni, l’umanità ha vissuto nel peccato e si è colmata di ogni sorta di indoli corrotte, come l’arroganza e la presunzione, l’egoismo e la spregevolezza, la disonestà e la slealtà, e così via. Si può dire che ciascuno e ognuno di noi è incatenato da questi comportamenti e che viviamo dipendendo da veleni di tal genere. Quindi, vincere Satana significa gettar via i suoi vincoli e le sue catene, liberarci completamente di tutti i veleni satanici che ci affliggono e non vivere più affidandoci a essi, ma invece essere capaci di ascoltare e di vivere secondo le parole di Dio. È in tal modo che possiamo essere chiamati vincitori, che i nostri peccati possono veramente essere purificati e che noi riusciamo a vivere nella luce e a essere degni dell’eredità di Dio. Proprio come è registrato in Rivelazione, “Essi son quelli che vengono dalla gran tribolazione, e hanno lavato le loro vesti, e le hanno imbiancate nel sangue dell’Agnello” (Apocalisse 7:14). “Beati coloro che lavano le loro vesti per aver diritto all’albero della vita e per entrare per le porte nella città!” (Apocalisse 22:14). “Chi vince io lo farò una colonna nel tempio del mio Dio, ed egli non ne uscirà mai più” (Apocalisse 3:12). “Chi vince erediterà queste cose; e io gli sarò Dio, ed egli mi sarà figliuolo” (Apocalisse 21:7). “Essi son quelli che non si sono contaminati con donne, poiché son vergini. Essi son quelli che seguono l’Agnello dovunque vada. Essi sono stati riscattati di fra gli uomini per esser primizie a Dio ed all’Agnello. E nella bocca loro non è stata trovata menzogna: sono irreprensibili” (Apocalisse 14:4–5). E le parole di Dio dicono, “Coloro che sono resi completi prima del disastro sono obbedienti a Dio. Vivono facendo affidamento su Cristo, testimoniandoLo ed esaltandoLo. Sono i figli maschi vittoriosi e i bravi soldati di Cristo”.

Da queste parole possiamo comprendere che i vincitori sono coloro che riescono a superare grandi tribolazioni. Essi sperimentano il giudizio delle parole di Dio, le loro indoli corrotte vengono purificate, possiedono la realtà dell’obbedienza a Lui, entrano nel Suo Regno e gioiscono della Sua promessa. Per spiegarlo in un altro modo, essere un vincitore non significa essere capace di soffrire, di pagare un prezzo e di osservare il nome del Signore nella propria fede in Lui e non significa non volgere le spalle quando ci si imbatte nelle tribolazioni; vuol dire, invece, accettare l’opera di giudizio di Dio degli ultimi giorni e far sì che i propri peccati siano perdonati. Ma quanto del nostro attuale sudiciume e della nostra corruzione è stato purificato? Non ci siamo ancora liberati di nessuna delle nostre indoli corrotte, come l’arroganza e la presunzione, l’egoismo e la spregevolezza, la disonestà e la slealtà, la malvagità e l’avidità, e così via. Quando Dio ci benedice, siamo capaci di obbedirGli, ma quando accadono cose che non sono di nostro gradimento, allora arriviamo involontariamente a incolparLo. Quando ci accorgiamo che gli altri sono più bravi di noi a proporre sermoni, nel nostro cuore possono sorgere gelosia e odio nei loro confronti. Quando alcune faccende toccano i nostri interessi, arriviamo persino a praticare la menzogna e a essere disonesti: questi sono solo alcuni esempi. Quindi, se desideriamo venire innalzati prima dei disastri e, prima che essi avvengano, essere trasformati in vincitori, allora dobbiamo accettare l’opera di Dio degli ultimi giorni prima che tali disastri giungano, sperimentare il giudizio e il castigo delle Sue parole, cacciare via tutte le corrotte indoli di Satana, vivere secondo le parole di Dio, esaltare Cristo e renderGli testimonianza in ogni cosa, obbedire a Dio e adorarLo. Solo allora si potrà dire che siamo stati trasformati da Dio in vincitori e che siamo legittimati a ereditare la Sua promessa e a entrare nel Suo Regno.

Sorella Xiao Xiao, anche la nostra comprensione e conoscenza di cosa significhi “essere innalzati prima dei disastri” ed “essere trasformati in vincitori prima dei disastri” è limitata e possiamo solo fornire una condivisione come questa, ma tuttavia speriamo che le nostre parole ti siano state di qualche aiuto. Se c’è qualcos’altro che non capisci o se hai altri problemi, ti preghiamo di scriverci, per ricercare e condividere con te.

Vangelo del giorno” condivide di più:

Discussione appassionata: Una volta salvato ≠ Sempre salvato 

Tre principi che possono aiutarci a riconoscere la voce di Dio 

Contattaci!

La fine di ogni cosa è vicina. Sai come il Signore determina il destino delle persone al Suo ritorno? Partecipa al catechismo online: riceverai la risposta.