Menu

Lettura del giorno: Matteo 23:6 – Lasciamo che Dio abbia il primo posto nei nostri cuori

Riflessioni sul versetto di oggi…

I sommi sacerdoti, gli scribi e i farisei amavano e tenevano in considerazione il prestigio, e desideravano che le persone li adorassero e che fossero trattati persino come Dio.  Quando il Signore Gesù compì la Sua nuova opera all’esterno del tempio, sempre più persone iniziarono a seguirLo. L’aumento della reputazione di Gesù non fece altro che generare odio verso di Lui.  Per proteggere il loro prestigio, essi adottarono tutte le strategie per opporre resistenza, condannare e negare l’opera del Signore Gesù. Successivamente, essi vollero persino ucciderLo. In Giovanni 11 viene riportato che “I capi sacerdoti quindi e i Farisei radunarono il Sinedrio e dicevano: Che facciamo? perché quest’uomo fa molti miracoli. Se lo lasciamo fare, tutti crederanno in lui; e i Romani verranno e ci distruggeranno e città e nazione. […]  Da quel giorno dunque deliberarono di farlo morire”. Da questi fatti si capisce palesemente che i sommi sacerdoti, gli scribi ed i Farisei posero il loro prestigio davanti a qualsiasi altra cosa. In fine, presero persino accordi in segreto con il prefetto per far sì che crocifiggesse il Signore Gesù. Essi divennero il popolo che sfidò Dio e che commise un crimine atroce. Da queste lezioni ho potuto osservare i fallimenti dei Farisei, e che coloro che credono e servono Dio dovrebbero onorarlo e metterlo al primo posto nei loro cuori piuttosto che correre dietro alla fama ed al prestigio, e farsi adorare dalla gente.

Studi biblici” condivide di più:

Le mie riflessioni sul Signore Gesù che maledisse i farisei: “Non sarà perdonato né in questo mondo né in quello a venire” 

Contattaci!

Ora i disastri si stanno verificando con sempre maggiore frequenza e questo è un momento critico per salutare il ritorno del Signore. Se vuoi accogliere il Signore prima dei grandi disastri ed essere rapito davanti al trono di Dio, non esitare a contattarci. Ne discuteremo insieme!