Lettura del giorno: il 8 giugno 2018 – Matteo 12: 8

Perché il Figliuol dell’uomo è signore del sabato.

-Matteo 12:8

Riflessioni sul versetto di oggi…

Quando ho letto questo versetto in passato, sapevo solo che il Signore non ha osservato il sabato quando è venuto a fare la Sua opera, ma non ho capito il vero significato del “Perché il Figlio dell’uomo è Signore anche del giorno del sabato”. Solo leggendo un passo delle parole di Dio in un libro spirituale ho veramente capito queste parole. Dio dice, “Per prima cosa diamo un’occhiata a questo passaggio: ‘In quel tempo Gesù passò in giorno di sabato per i seminati; e i suoi discepoli ebbero fame e presero a svellere delle spighe ed a mangiare’. …per prima cosa discuteremo del motivo per cui il Signore Gesù scelse di compiere questa azione proprio di sabato e non gli altri giorni, e del messaggio che voleva dare tramite questa Sua azione alle persone che vivevano secondo i dettami della legge. Voglio proprio parlarvi della connessione tra questo passaggio e l’indole di Dio”.

Quando il Signore Gesù arrivò tra gli uomini, usò le Sue azioni pratiche per comunicare con loro: Dio aveva abbandonato l’Età della Legge e aveva iniziato un nuovo lavoro, che non richiedeva l’osservanza del sabato; quando Dio uscì dai confini del giorno di sabato, fu soltanto un assaggio del Suo nuovo lavoro, e il Suo lavoro era realmente eccellente e stava continuando fino in fondo. Quando il Signore Gesù cominciò il Suo lavoro, Si era già lasciato alle spalle le restrizioni dell’Età della Legge, e Si era aperto un varco tra le regole e i principi di quell’età. In Lui non c’era traccia di niente che si potesse collegare alla legge; Egli se ne era sbarazzato completamente e non la osservava più, e non chiedeva più all’umanità di rispettarla. Quindi qui potete vedere che il Signore Gesù era andato nei campi di grano di sabato; non si era riposato, ma era uscito per lavorare. Questa Sua azione suscitò una forte impressione nella mente delle persone, e fece loro capire che Egli non viveva più secondo i dettami della legge, poiché aveva abbandonato i confini del sabato e Si era palesato davanti agli uomini e in mezzo a loro con una nuova immagine, con un nuovo modo di lavorare. Questa azione fece capire alle persone che Egli aveva portato con Sé un nuovo lavoro, che iniziava allontanandosi dalla legge e dai confini del sabato. Quando Dio cominciò a occuparsi di questa Sua nuova opera, non era più aggrappato al passato, e non Si preoccupava più delle norme dell’Età della Legge. Il Suo lavoro nell’età precedente non aveva alcuna influenza su di Lui, ma Egli lavorava abitualmente il sabato e quando i Suoi discepoli erano affamati, potevano prendere spighe di grano per mangiarle. Tutto questo era molto normale agli occhi di Dio. Dio poteva avere un nuovo inizio per la maggior parte del lavoro che voleva fare e delle cose che voleva dire. Ogni qualvolta Egli ha un nuovo inizio, non menziona più il Suo lavoro precedente né lo continua, perché Dio segue i Suoi principi nel Suo lavoro. Nel momento in cui Egli intende cominciare un nuovo lavoro, vuole anche portare l’umanità in una nuova fase del Suo lavoro, in una fase più elevata. Se le persone continueranno ad agire secondo i vecchi detti o le antiche regole, o continueranno a non rinnegarli, Egli non celebrerà né loderà il loro comportamento. Ciò succede perché Egli ha già portato con Sé un nuovo lavoro, ed è entrato in una nuova fase di esso. Quando Egli inizia una nuova opera, Si palesa all’umanità con un’immagine totalmente diversa, da una prospettiva completamente differente, e in un modo del tutto nuovo, in maniera tale che le persone possano vedere svariati aspetti della Sua indole, di ciò che ha ed è. Questo è uno degli obiettivi del Suo nuovo lavoro”.

Dal fatto che il Signore Gesù non ha osservato il sabato, posso vedere che l’opera di Dio è sempre nuova e mai antica, e Dio non replica la stessa opera. A quel tempo, il Signore Gesù non ha osservato ciò che rappresentava il sabato ed Egli aveva infranto la Legge e aveva iniziato un nuovo lavoro, un lavoro profondo e incoraggiante basato sul fondamento dell’Età della Legge; poiché il Signore Gesù è il Dio stesso incarnato, ed è il Signore anche nel giorno del sabato.

Se ha nuove conoscenze sul contenuto del nostro sito web o quali sono le Sue perplessità e difficoltà nella fede,sia il benvenuto a condividerli con noi, perché il Signore Gesù disse: “Che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi” (Giovanni 15:12),desideriamo che ci aiutiamo e ci sosteniamo nel Cristo,la vita cresce. Può contattarci attraverso i seguenti modi:
1. Chiacchiera online con noi attraverso la finestra di online sotto il sito.
2. Manda l’email a [email protected]