Menu

Filippesi 2:5 - Lettura del giorno

Riflessioni sul versetto di oggi…

Questo versetto è breve, ma non è così facile prendere il cuore di Cristo come fosse il nostro. Quindi che tipo di espressione hanno le persone che prendono il cuore di Cristo come fosse il loro? Coloro che prendono il cuore di Cristo come fosse il loro possono schierarsi con Dio in tutte le cose, avvicinarsi al cuore di Dio e seguire la Sua volontà. Possono dedicarsi ad adempiere ciò che Dio affida loro. Non importa in quali circostanze, essi hanno messo in primo piano la richiesta di Dio senza considerare i propri guadagni e perdite. Anche se subiscono persecuzioni e tribolazioni, possono mantenere la loro fede in Cristo ed essere fedeli a Lui fino alla fine. Persone come queste possono amare ciò che Dio ama, odiare ciò che Dio odia, preoccuparsi delle preoccupazioni di Dio e pensare a ciò a cui Dio sta pensando. Sono quelli che amano Dio e sono i confidenti di Dio. E solo i confidenti di Dio possono prendere il cuore di Cristo come fosse il loro ed essere qualificati per servire Dio.

Le parole di Dio dicono: “Coloro che sono al servizio di Dio dovrebbero essere intimi con Lui, dovrebbero essere amati da Lui e capaci della massima devozione verso di Lui. Indipendentemente dal fatto che tu agisca alle spalle delle persone o davanti a loro, sarai capace di ottenere la gioia di Dio davanti a Lui, di rimanere saldo di fronte a Lui e, a prescindere da come verrai trattato dagli altri, percorrerai sempre il tuo cammino e ti prenderai cura del fardello di Dio. Solo così si è in intimità con Lui. Il fatto che gli intimi di Dio siano in grado di servirLo personalmente è perché è stato affidato loro un grande incarico divino e il Suo fardello, sono capaci di guardare al cuore di Dio come al loro, e al peso di Dio come al proprio, e non considerano affatto se guadagnano o perdono delle possibilità: anche quando non hanno prospettive e non guadagneranno nulla, crederanno sempre in Dio con un cuore amorevole. E quindi questo tipo di persona è intimo con Lui. Coloro che sono in intimità con Dio sono anche i Suoi confidenti; solo i Suoi confidenti possono condividere la Sua irrequietezza e i Suoi desideri e, sebbene la loro carne sia dolorante e debole, sono in grado di sopportare il dolore e di abbandonare ciò che amano pur di compiacerLo. Dio dà più fardelli a tali persone, e ciò che Egli farà si esprime attraverso di loro. Queste persone sono, dunque, amate da Dio, sono servi di Dio secondo il Suo cuore, e solo persone siffatte possono governare insieme a Lui. Quando diventerai veramente intimo di Dio sarà il momento in cui regnerai assieme a Lui”. Dalle parole di Dio possiamo vedere che se le persone entrano veramente in comunione con Dio, non saranno più influenzate da alcuna persona, materia o cosa, e potranno prendere il cuore di Cristo come fosse il loro, perseguire l’amore per Dio e soddisfarLo. Sono coloro che Dio ama e sono posti in posizioni importanti da Dio per eseguire la Sua volontà. Solo loro possono ereditare le promesse e le benedizioni di Dio. Prendiamo Pietro come esempio. Ha amato e soddisfatto Dio per tutta la vita. Ha preso il cuore di Dio come fosse il proprio in ogni momento. Quando faceva qualcosa che non poteva soddisfare Dio, si sentiva in debito con il Signore nel suo cuore e faceva del suo meglio per compensare ciò che gli doveva. Così, dopo la resurrezione del Signore, chiese molte volte a Pietro: “Simon di Giovanni, m’ami tu?” Pietro disse al Signore Gesù: “E gli rispose: Signore, tu sai ogni cosa; tu conosci che io t’amo”. Il Signore Gesù disse: “Pasci le mie pecore”. Pietro aveva una grande coscienza e razionalità. Amava davvero Dio, aveva un cuore devoto ed era colui che cercava la volontà di Dio approvata dal Signore Gesù. Così, alla fine fu crocifisso a testa in giù per il Signore, amò Dio completamente e obbedì a Lui fino alla morte. Divenne la persona che aveva una maggiore conoscenza di Dio rispetto a qualsiasi altra attraverso i secoli, amò Dio ed è il nostro modello di amore. Noi non abbiamo l’amore e l’obbedienza di Pietro, ma dalla sua esperienza possiamo capire come cercare di prendere il cuore di Cristo come fosse il nostro.

Consultare la Bibbia Online,“Studi biblici” condivide di più:

La rivelazione ai cristiani da parte del Signore Gesù quando chiede a Pietro per tre volte “Mi ami”

Contattaci!

Ora i disastri si stanno verificando con sempre maggiore frequenza e questo è un momento critico per salutare il ritorno del Signore. Se vuoi accogliere il Signore prima dei grandi disastri ed essere rapito davanti al trono di Dio, non esitare a contattarci. Ne discuteremo insieme!