Menu

Sono apparsi i segni degli ultimi tempi. Come accogliamo il Signore?

1. L’apparizione dei segni degli ultimi tempi ha adempiuto le profezie riguardanti il ritorno del Signore

Duemila anni fa, i discepoli che seguivano il Signore, Gli chiesero: “Quale sarà il segno della Tua venuta e della fine dell’età presente?” (Matteo 24:3 ). Il Signore Gesù disse loro: “Or voi udirete parlar di guerre e di rumori di guerre; guardate di non turbarvi, perché bisogna che questo avvenga, ma non sarà ancora la fine. Poiché si leverà nazione contro nazione e regno contro regno; ci saranno carestie e terremoti in vari luoghi; ma tutto questo non sarà che principio di dolori” (Matteo 24:6-8).

terremoti, carestie, piaghe

Sono apparsi i segni degli ultimi tempi

Ora i disastri stanno diventando sempre più grandi; ci sono stati frequenti terremoti, carestie e guerre. Inoltre, dalla fine del 2019 al 2020, il coronavirus emerso da Wuhan, in Cina, si è diffuso in molti paesi. Tra l’altro, da Settembre 2019 a Gennaio 2020, l’incendio boschivo in Australia ha distrutto migliaia di edifici. Per giunta, dozzine di persone sono morte e oltre un miliardo di animali sono stati dichiarati morti. Più tardi, una pioggia pesante, come non si vedeva da 100 anni, colpì sempre l’Australia, causando inondazioni e interruzioni elettriche in alcuni distretti, e le ceneri del precedente incendio vennero dilavate nei fiumi, uccidendo molte creature d’acqua dolce. Nel Gennaio del 2020, le piogge torrenziali spazzarono via l’Indonesia, cosicché decine di migliaia di persone sono diventate dei senzatetto. Inoltre, le quattro lune di sangue sono apparse e i disastri si sono verificati spesso in tutto il mondo. Questo ha soddisfatto le profezie riguardanti il ritorno del Signore: “Poi vidi quand’ebbe aperto il sesto suggello: e si fece un gran terremoto; e il sole divenne nero come un cilicio di crine, e tutta la luna diventò come sangue” (Apocalisse 6:12). “Poiché si leverà nazione contro nazione e regno contro regno; ci saranno carestie e terremoti in vari luoghi; ma tutto questo non sarà che principio di dolori” (Matteo 24:7-8). Vedendo l’adempimento di queste profezie, molti fratelli e sorelle nel Signore hanno sollevato tali questioni: “Dal momento che le profezie sul ritorno del Signore sono state fondamentalmente adempiute, il Signore è tornato? Se è così, perché non Lo abbiamo accolto? Dove possiamo trovare le Sue orme?”

2. Cosa simboleggia la comparsa di segni degli ultimi tempi?

Vedendo l’adempimento delle profezie contenute nella Bibbia, molti fratelli e sorelle che credono nel Signore, si chiedono: “Il verificarsi di questi segni sta adempiendo le profezie riguardo al ritorno del Signore. Quindi Lui è già tornato? Ma perché non Lo abbiamo ancora accolto? Dove dovremmo cercare le Sue orme?”

Al riguardo, dovremmo prima sapere come tornerà il Signore. Molte persone pensano: “Dato che il Signore Se ne è andato con le nuvole, dovrebbe anche venire con le nuvole al Suo ritorno; poiché la Bibbia dice: ‘Ecco, Egli viene con le nuvole’ (Apocalisse 1:7); e ‘Vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nuvole del cielo con gran potenza e gloria’ (Matteo 24:30). Ma perché non abbiamo visto il Signore venire con le nuvole?” In realtà, riguardo al fatto di accogliere il ritorno del Signore, abbiamo trascurato una cosa importante; ovvero ci sono profezie bibliche riguardanti la venuta del Signore in segreto, come: “Ecco, Io vengo come un ladro” (Apocalisse 16:15). “Verso mezzanotte si levò un grido: ‘Ecco lo sposo, uscitegli incontro!’” (Matteo 25:6). “Perciò anche voi siate pronti; perché, nell’ora che non pensate, il Figlio dell’uomo verrà” (Matteo 24:44). “Perché com’è il lampo che balenando risplende da una estremità all’altra del cielo, così sarà il Figlio dell’uomo nel Suo giorno. Ma prima bisogna che Egli soffra molte cose e sia respinto da questa generazione” (Luca 17:24-25).

Le parole “come un ladro” e “verso mezzanotte si levò un grido”, si riferiscono alla venuta silenziosa e segreta del Signore negli ultimi giorni. Le espressioni “il figlio dell’uomo” e “il figlio dell’uomo viene”, si riferiscono a Dio che Si fa carne come il Figlio dell’uomo per venire segretamente. Quando viene menzionato il “Figlio dell’uomo”, si fa riferimento sempre ad Uno che è nato da un umano, ha genitori e vive tra le persone con la forma di un uomo ordinario fatto di carne e sangue, proprio come il Signore Gesù. Se il Signore ritornasse con il corpo spirituale risorto, non potrebbe essere chiamato “Figlio dell’uomo”. Oltretutto, il versetto “Ma prima bisogna che Egli soffra molte cose e sia respinto da questa generazione”, sta a significare che il Signore diventerà carne come il Figlio dell’uomo quando ritorna. Perchè Dio incarnato è normale e ordinario dall’esterno e le persone non capiscono che Egli è Dio Stesso, quindi Lo trattano come una persona normale, Lo condannano e respingono anche. Perciò, quando il Signore ritorna, soffrirà molte cose. Proprio come quando il Signore Gesù apparve ed eseguì la Sua opera durante la Sua incarnazione come Figlio dell’uomo; molte persone non sapevano che il Signore Gesù fosse il Messia, e queste, basandosi sulle loro nozioni e immaginazioni, Gli resistettero e Lo condannarono alla croce. Se il Signore Gesù tornasse ad operare nella forma del Suo corpo spirituale risorto, chi oserebbe trattarLo come una persona ordinaria? Chi oserebbe condannarLo, resisterGli e rifiutarLo? Allora tutti cadrebbero a terra e la sofferenza di Dio giungerebbe alla fine. Vediamo che quando il Signore Gesù ritorna negli ultimi giorni, Egli diventerà carne e discenderà in segreto per compiere la Sua opera.

A questo punto, alcuni fratelli e sorelle si sentono confusi: “Dal momento che il Signore discenderà segretamente e opererà in mezzo al genere umano negli ultimi giorni, allora, come potranno adempiersi le profezie riguardanti la Sua discesa sulle nuvole? Non è una contraddizione?” Sappiamo che Dio è fedele, quindi le Sue profezie verranno sicuramente adempiute. Infatti, Dio sta compiendo la Sua opera con un piano e con dei passi. Egli, per prima cosa, viene per operare e salvare il genere umano, e poi discenderà pubblicamente su di una nuvola per apparire alle persone, ricompensare il bene e punire il male. Leggiamo alcuni versetti, in modo da chiarire come le profezie sul ritorno del Signore si sono adempiute. Il Signore Gesù disse: “Ho ancora molte cose da dirvi, ma non sono per ora alla vostra portata; quando però sarà venuto Lui, lo Spirito della verità, Egli vi guiderà in tutta la verità, perché non parlerà di Suo, ma dirà tutto quello che avrà udito, e vi annuncerà le cose a venire” (Giovanni 16:12-13). “Chi Mi respinge e non riceve le Mie parole ha chi lo giudica; la parola che ho annunciata è quella che lo giudicherà nell’ultimo giorno” (Giovanni 12:48). “Inoltre, il Padre non giudica nessuno, ma ha affidato tutto il giudizio al Figlio” (Giovanni 5:22). Da questi versetti possiamo capire che, quando Dio diviene carne e cammina segretamente in mezzo al genere umano negli ultimi giorni, Egli parlerà all’uomo per compiere l’opera di giudizio, in modo da purificare e perfezionare tutti coloro che tornano davanti al Suo trono. Dio compie questa fase dell’opera sulle fondamenta del lavoro di Redenzione del Signore Gesù e in accordo con le attuali necessità del genere umano. Sebbene siamo stati redenti dal Signore Gesù e i nostri peccati siano stati assolti, le nostre nature sataniche, come: arroganza, ingannevolezza, egoismo e malizia non sono state completamente risolte, e noi viviamo ancora in un ciclo di peccato e confessione. Quindi, il Signore Gesù disse, che quando sarebbe tornato negli ultimi giorni, Si sarebbe fatto carne per esprimere le Sue parole e compiere la Sua opera di giudizio e purificazione dell’uomo. Coloro che accettano l’opera di giudizio delle parole di Dio, potranno essere da Lui purificati e diventare vincitori davanti al disastro, per poi accedere finalmente al Regno di Dio, godendo delle benedizioni eterne da Lui elargite. Comunque, durante l’opera segreta di Dio, coloro che non cercano o ascoltano la Sua voce e non accettano la Sua opera di giudizio negli ultimi giorni, ma invece fanno affidamento sulle loro proprie nozioni e immaginazioni per condannarLo, sono le zizzanie esposte dalla Sua opera negli ultimi giorni. Dopo che l’opera di giudizio di Dio avrà separato le vergini sagge da quelle stolte, i buoni servitori da quelli malvagi e coloro che amano la verità da coloro che la detestano, l’opera di salvezza di Dio sarà stata definitivamente completata, e allora Egli scenderà su una nuvola per apparire apertamente ai popoli di tutte le nazioni, ricompensando il bene e punendo il male. Coloro che non accettano l’opera di Dio incarnato, rimarranno sorprese nel constatare che Colui a cui avevano resistito e che avevano rifiutato è esattamente il Signore Gesù ritornato; quindi si pentiranno, si batteranno il petto nella disperazione, si lamenteranno e digrigneranno i denti; ma a quel punto sarà già troppo tardi. Questo adempie pienamente le profezie: “Ecco, Egli viene con le nuvole e ogni occhio Lo vedrà; Lo vedranno anche quelli che Lo trafissero, e tutte le tribù della terra faranno lamenti per Lui” (Apocalisse 1:7). “Allora apparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo; e allora tutte le tribù della terra faranno cordoglio e vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nuvole del cielo con gran potenza e gloria” (Matteo 24:30). Quindi, finché accettiamo l’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni, durante la Sua venuta in segreto, potremo essere purificati da Lui ed avere l’opportunità di entrare nel Regno di Dio.

Come possiamo accogliere la seconda venuta del Signore Gesù? Diamo un’occhiata a questi versetti: “Verso mezzanotte si levò un grido: ‘Ecco lo sposo, uscitegli incontro!’” (Matteo 25:6). “Ecco, Io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la Mia voce e apre la porta, Io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con Me” (Apocalisse 3:20). Questi versetti menzionano “Si levò un grido” e “Io sto alla porta”, il che significa che quando il Signore torna ad operare, alcune persone testimonieranno che Egli è tornato e che utilizzerà le Sue parole per bussare alla porta dei nostri cuori. Quindi, la cosa più importante per accogliere il Signore, è prestare attenzione alla voce di Dio; proprio come il Signore Gesù disse: “Le Mie pecore ascoltano la Mia voce e Io le conosco, ed esse Mi seguono” (Giovanni 10:27); ed anche “Chi ha orecchi ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese” (Apocalisse 2:7). Pertanto, quando sentiamo qualcuno testimoniare che il Signore è tornato per esprimere la verità e per compiere l’opera di giudizio, dovremmo prestare maggiore attenzione a ricercare ed investigare, e vedere se queste parole sono la voce di Dio, la Sua apparizione e la Sua opera. Se possiamo riconoscere la voce di Dio dalle parole del Signore ritornato, allora abbiamo seguito le orme dell’Agnello e accolto il Suo ritorno.

La fine di ogni cosa è vicina. Sai come il Signore determina il destino delle persone al Suo ritorno? Partecipa al catechismo online: riceverai la risposta.