Lettura del giorno: il 17 aprile 2018 – Matteo 4:10

Allora Gesù gli disse: Va’, Satana, poiché sta scritto:Adora il Signore Iddio tuo, ed a lui solo rendi il culto.

-Matteo 4:10

Riflessioni sul versetto di oggi…

Quando il Signore Gesù fu tentato nel deserto, sconfisse Satana con sole tre frasi, che mostravano l’autorità e il potere della parola di Dio. Quando Satana tentò il Signore per la terza volta, mostrò la gloria di tutti i regni del mondo al Signore Gesù e Gli chiese di adorarlo. Da questa situazione possiamo vedere che Satana è spregevole e spudorato, perché tutto è stato creato da Dio e Gli appartiene. Tuttavia, per tentare il Signore, Satana in realtà ha pronunciato parole assurde. È chiaro quindi che Satana è privo di conoscenza di sé e tanto meno ha rispetto per Dio. “Nelle Sue parole scorgiamo il male e la spudoratezza del Maligno. Se dunque l’uomo adorasse Satana, quale sarebbe la conclusione? Riceverebbe il potere e la gloria di tutti i regni? (No). Che cosa riceverebbe? L’umanità diventerebbe invereconda e risibile come Satana? (Sì). Dunque, non sarebbe diversa dal Maligno. Pertanto, il Signore Gesù ha pronunciato questa frase che è importante per tutti: “Adora il Signore Iddio tuo, ed a lui solo rendi il culto”, in cui si afferma che, eccetto il Signore, eccetto Dio Stesso, se servi un altro, se adori Satana il diavolo, sguazzi nella sua stessa lordura. Allora condivideresti la spudoratezza del Maligno e la sua malvagità e, proprio come lui, tenteresti Dio e Lo attaccheresti. Quale sarebbe, dunque, la tua fine? Saresti reietto, abbattuto e annientato da Dio, non è forse così? Dopo avere tentato molte volte invano il Signore Gesù, Satana ci ha riprovato? Si è arreso e quindi se ne è andato. Questo che cosa dimostra? Dimostra che la natura maligna di Satana, la sua malizia e la sua assurdità e la sua astuzia non meritano di essere menzionate davanti a Dio perché il Signore Gesù ha sconfitto il Maligno con tre sole frasi, dopodiché questi è fuggito precipitosamente con la coda fra le gambe, troppo imbarazzato per mostrarsi ancora e non ha provato a tentarLo di nuovo”. Possiamo vedere che la parola di Dio è della massima importanza per i cristiani. Nella nostra vita quotidiana, incontriamo sempre le tentazioni di Satana, come denaro, fama e status, che ci fanno deviare da Dio e ci fanno lottare con le nostre stesse mani. Ma raramente ci rendiamo conto che il destino dell’intera umanità è controllato dalla mano di Dio, Egli conosce i nostri bisogni e ha predisposto tutto per noi. Pertanto, come cristiani, ciò che dovremmo fare è onorare Dio come grande, agire secondo la Sua parola e obbedire alle Sue orchestrazioni e disposizioni. In questo modo, saremo in grado di fare affidamento su Dio senza farci ingannare da Satana.

Related Post

Lettura del giorno: il 5 aprile 2018 – Giona... Ed essendo la notizia giunta al re di Ninive, questi s'alzò dal trono, si tolse di dosso il manto, si coprì d'un sacco, e si mise a sedere sulla c...
Lettura del giorno: il 10 aprile 2018 – Matt... Or la nascita di Gesù Cristo avvenne in questo modo. Maria, sua madre, era stata promessa sposa a Giuseppe; e prima che fossero venuti a stare ins...
Lettura del giorno: il 12 maggio 2018 – Matteo 6:1... venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà anche in terra com'è fatta nel cielo. -Matteo 6:10 Riflessioni sul versetto di oggi… Qui, il S...
Lettura del giorno: il 19 marzo 2018 – Prove... Chi cammina nella rettitudine teme l'Eterno, ma chi è pervertito nelle sue vie lo sprezza. -Proverbi 14:2 Riflessioni sul versetto di oggi… ...