Sapendo discernere la voce di Dio, potremo accogliere il ritorno del Signore Gesù

Molti cristiani attendono con ansia il ritorno del Signore Gesù. Ora questo desiderio si è finalmente realizzato, perché il Signore Gesù è ritornato molto tempo fa, Lui è il Dio Onnipotente incarnato, Egli sta esprimendo la verità per compiere l’opera di giudizio cominciando dalla casa di Dio. Il Signore Gesù disse: “Le Mie pecore ascoltano la Mia voce, e Io le conosco, ed esse Mi seguono” (Giovanni 10:27). La chiave per accogliere il Signore è ascoltare la Sua voce, ma alcuni non sanno come ascoltarla e non sono in grado di distinguere tra la voce di Dio e la voce dell’uomo, quindi non possono confermare se la parola di Dio Onnipotente è la voce di Dio. Ora comunichiamo le differenze tra le parole di Dio e le parole dell’uomo, così da poter sapere riconoscere la voce di Dio per accogliere il ritorno del Signore.

1. Le parole di Dio sono le espressioni dello Spirito Santo e rappresentano l’identità di Dio, c’è una differenza sostanziale tra le parole di Dio e le parole dell’uomo.

Come tutti sappiamo, il Dio incarnato è lo Spirito di Dio che indossa la carne, Egli è Dio Stesso e le parole espresse da Lui sono le espressioni dello Spirito Santo. Queste parole sono la verità, possiedono sia il potere che l’autorità, possiamo avere questa sensazione quando le ascoltiamo. Proprio come le parole che il Signore Gesù fece la promessa all’umanità, i comandamenti che Egli proclamò all’umanità, le parole che Egli rimproverò i farisei, i Suoi insegnamenti e così via, appena le sentiamo, possiamo sentire immediatamente che queste parole sono la verità piena di potere e autorità, che possono sviluppare timore e riverenza per Lui nel nostro cuore, così siamo sicuri che queste sono le parole di Dio. Mentre gli uomini non possiedono l’essenza di Dio, tanto meno l’identità di Dio. Quando sentiamo parlare le persone, siamo in grado di capirlo, senza provare minimamente che le parole delle persone hanno alcun potere o autorità, tanto meno sono la verità, sono al massimo alcune parole benefiche per gli altri e basta. Questa è la differenza più grande tra le parole di Dio e le parole dell’uomo, se ascoltiamo con il cuore, potremo distinguerle.

Le parole espresse da Dio Onnipotente, Cristo degli ultimi giorni, sono tutte espressioni dirette dello Spirito di Dio. Dopo aver ascoltato le parole di Dio Onnipotente, molte persone percepiscono che sono la verità e possiedono potere e autorità, quindi riconoscono che sono la voce di Dio. Proprio come Dio Onnipotente dice: “Sto compiendo la Mia opera nell’intero universo e, in Oriente, fragorosi tuoni risuonano senza posa, scuotendo tutte le nazioni e le confessioni. È la Mia voce che ha condotto tutti gli uomini nel presente. Farò sì che tutti gli uomini siano conquistati dalla Mia voce, che cadano in questa corrente e si prostrino innanzi a Me, poiché da molto tempo ho richiamato la Mia gloria da tutta la terra e l’ho rilasciata di nuovo in Oriente. Chi non desidera vedere la Mia gloria? Chi non attende con ansia il Mio ritorno? Chi non ha sete della Mia ricomparsa? Chi non si strugge per la Mia bellezza? Chi non verrebbe alla luce? Chi non guarderebbe alla ricchezza di Canaan? Chi non desidera il ritorno del Redentore? Chi non adora il Grande Onnipotente? La Mia voce si diffonderà su tutta la terra; desidero proferire più parole quando sarò di fronte al Mio popolo eletto. Come i potenti tuoni che scuotono montagne e fiumi, proferisco le Mie parole all’intero universo e al genere umano. Per questo le parole nella Mia bocca sono diventate il tesoro dell’uomo e tutti gli uomini serbano care le Mie parole. Il lampo balena dall’Oriente fino all’Occidente. Le Mie parole sono tali che l’uomo detesta rinunciarvi e allo stesso tempo le trova insondabili, ma tanto più se ne rallegra. Come bimbi appena nati, tutti gli uomini sono felici e in festa celebrando la Mia venuta. Per mezzo della Mia voce, condurrò tutti gli uomini dinanzi a Me. Da allora in poi, entrerò formalmente nella razza degli uomini così che essi verranno a venerarMi. Con la gloria che irradio e le parole nella Mia bocca, farò sì che tutti gli uomini vengano dinanzi a Me e vedano che il lampo balena dall’Oriente e che Io sono disceso anche sul “Monte degli Olivi” dell’Oriente. Vedranno che Io sono già da tempo sulla terra, non più come Figlio dei Giudei ma Lampo d’Oriente. Poiché da molto tempo sono risorto e Mi sono allontanato dall’umanità, per poi riapparire nella gloria in mezzo agli uomini. Io sono Colui che è stato venerato per secoli infiniti prima d’ora, e sono anche l’infante abbandonato dagli Israeliti per secoli infiniti prima d’ora. Inoltre, sono Dio Onnipotente glorioso dell’epoca presente! Che tutti vengano dinanzi al Mio trono e vedano il Mio volto glorioso, ascoltino la Mia voce e osservino le Mie opere. Questa è la Mia volontà nella sua interezza; è la fine e il punto culminante del Mio piano, così come lo scopo della Mia gestione. Che ogni nazione Mi veneri, ogni lingua Mi proclami, ogni uomo riponga la sua fede in Me ed ogni popolo si assoggetti a Me!”.

Ma finché continuerà a esistere il vecchio mondo, Io scaglierò la Mia ira sulle sue nazioni, promulgando apertamente i Miei decreti amministrativi in tutto l’universo, e infliggerò un castigo a chiunque li violi”.

Quando rivolgo il Mio volto verso l’universo per parlare, tutta l’umanità ascolta la Mia voce, e allora vede tutte le opere che ho compiuto nell’universo. Coloro che sono contrari alla Mia volontà, vale a dire coloro che Mi osteggiano con le azioni dell’uomo, subiranno il Mio castigo. Io prenderò le infinite stelle nei cieli e le creerò di nuovo, e grazie a Me il sole e la luna saranno rinnovati – i cieli non saranno più come prima, e le innumerevoli cose presenti sulla terra saranno rigenerate. Tutto diventerà perfetto attraverso le Mie parole. Le molte nazioni che si trovano nell’universo saranno nuovamente ripartite e sostituite dalla Mia nazione, in modo tale che le nazioni sulla terra spariranno per sempre e diverranno una sola nazione che Mi adora; tutte le nazioni sulla terra saranno distrutte, e smetteranno di esistere. Tra gli esseri umani che abitano l’universo, tutti coloro che appartengono al diavolo saranno sterminati; tutti coloro che venerano Satana saranno abbattuti dal Mio fuoco ardente – in altre parole, fatta eccezione per quelli che adesso sono nel giusto corso, gli altri saranno ridotti in cenere. Quando Io castigo i molti popoli, quelli che vivono nel mondo religioso in varia misura torneranno nel Mio Regno e saranno conquistati dalle Mie opere, perché avranno assistito all’avvento del Santo che cavalca una nuvola bianca. Tutti gli uomini seguiranno i loro simili, e riceveranno castighi diversi in base alle loro azioni. Coloro che Mi si sono opposti periranno; coloro che hanno svolto azioni sulla terra senza coinvolgerMi, a causa del loro comportamento continueranno a esistere sulla terra sotto il governo dei Miei figli e del Mio popolo. Io Mi rivelerò alla miriade di genti e nazioni, facendo sentire con forza la Mia voce sulla terra per proclamare il completamento della Mia grande opera per l’intera umanità, affinché quest’ultima possa vederla con i suoi stessi occhi”.

Ogni parola pronunciata da Dio Onnipotente porta il potere e l’autorità di Dio; essa manifesta l’identità di Dio ed è piena della maestà e dell’ira di Dio, ciò non può essere pronunciato e raggiunto da nessuna creatura, perché è Dio che pronuncia personalmente le Sue parole a tutta l’umanità. Oltre a Dio, chi potrebbe parlare in questo modo? Chi altro potrebbe esprimere ai popoli l’intenzione del Signore di salvarli? Dalle parole di Dio Onnipotente possiamo percepire che queste parole sono pronunciate all’intero mondo e all’intera umanità in base alla Propria posizione e identità di Creatore, mostrano che la Sua indole di giustizia e di maestà, non può essere offesa. Anche se non siamo in grado di comprendere la verità delle parole di Dio, avendole ascoltate, possiamo sentire la potenza e l’autorità, e confermare che sono proprio la voce di Dio e le espressioni dirette dello Spirito di Dio.

2. Le parole di Dio possono inaugurare una nuova età e porre fine alla vecchia età, mostrare all’uomo il giusto sentiero da seguire nella nuova età, mentre l’uomo può solo comunicare la propria conoscenza e esperienza personale sulla base dei discorsi e dell’opera di Dio

opera di DioLe parole di Dio incarnato possono iniziare una nuova età e finirne una vecchia, mostrare all’uomo il giusto sentiero da seguire nella nuova età, questo è determinato dall’essenza di Dio. Mentre le parole dell’uomo non possono introdurre una nuova età, né mostrare agli esseri umani alcuna strada da seguire nella nuova epoca, l’uomo può solo comunicare sulla base dei discorsi e dell’opera di Dio la propria comprensione e esperienza personale, le quali non possono essere al di fuori dell’ambito dell’opera e della parola di Dio. Questa è l’altra differenza tra le parole di Dio e le parole dell’uomo. Proprio come, con l’avvento delle ultime fasi dell’Età della Legge, la corruzione dell’umanità divenne sempre più profonda e le persone spesso violavano le leggi e peccavano contro Jahvè. Affrontavano il rischio di essere condannate e messe a morte per via delle loro violazioni. Perciò, in risposta alle esigenze dell’umanità, durante l’Età della Grazia Dio assunse forma umana e divenne il Signore Gesù. Fu inchiodato alla croce per il bene dell’umanità e redense l’uomo dal peccato, consentendo alle persone di presentarsi davanti a Dio e di pregare Dio per pentirsi, di amare i loro nemici, di essere umili, pazienti, tolleranti e di amare il loro prossimo come se stessi, e così via. Queste parole erano le parole più nuove e più elevate che Dio pronunciò sulla base dell’Età della Legge. Da quel momento in poi, tutti comunicavano la propria comprensione e conoscenza sulla base delle parole e del lavoro del Signore Gesù, nessun essere umano poteva farlo andando oltre l’ambito delle parole e dell’opera di Dio.

Sebbene l’umanità abbia la redenzione del Signore Gesù durante l’Età della Grazia, la natura peccaminosa è stata profondamente radicata in esso. La maggior parte degli uomini pecca durante il giorno solo per confessarsi la sera, nessuno può liberarsi dalla schiavitù e dal dominio dei peccati. Quindi esistono parole dell’uomo che possono liberare completamente gli esseri umani dalla schiavitù dei peccati e portargli la nuova strada da praticare? Nessuno! Solo le parole di Dio possono purificare e salvare l’uomo, concludere una vecchia età e mostrare alle persone un percorso da seguire nella nuova era. Dio Onnipotente dice: “Quando Gesù è venuto nel mondo dell’uomo, ha portato l’Età della Grazia e ha concluso l’Età della Legge. Negli ultimi giorni, Dio Si è nuovamente incarnato, e quando questa volta Si è trasformato in carne, ha concluso l’Età della Grazia e ha portato l’Età del Regno. Tutti coloro che accetteranno la seconda incarnazione di Dio saranno condotti verso l’Età del Regno e potranno accettare personalmente la guida di Dio. Benché Gesù compia molte cose tra gli uomini, ha soltanto completato la redenzione di tutta l’umanità, Si è sacrificato per il peccato dell’uomo e non ha liberato l’uomo dalla sua indole corrotta. Salvare completamente l’uomo dall’influenza di Satana non solo ha comportato il fatto che Gesù Si facesse carico dei peccati dell’uomo come sacrificio per i peccati, ma ha anche richiesto che Dio compisse un’opera maggiore per liberare completamente l’uomo dalla sua indole corrotta da Satana. E perciò, dopo che all’uomo sono stati perdonati i peccati, Dio Si è nuovamente incarnato per condurlo verso l’età nuova, e ha iniziato l’opera di castigo e giudizio, e quest’opera ha introdotto l’uomo in un regno più elevato. Tutti coloro che ubbidiscono al Suo dominio godranno di una verità superiore e riceveranno maggiori benedizioni. Vivranno realmente nella luce e guadagneranno la verità, la via e la vita”.

Nell’opera degli ultimi giorni, la parola è più potente della manifestazione di segni e prodigi e l’autorità della parola supera quella dei segni e dei prodigi. La parola rivela tutta l’indole corrotta nel cuore dell’uomo. Tu non sei in grado di riconoscerla da solo. Quando ti verrà rivelata attraverso la parola, arriverai spontaneamente alla consapevolezza; non sarai in grado di negarla e sarai totalmente convinto. Non è questa l’autorità della parola? Questo è il risultato ottenuto dall’attuale opera della parola. L’uomo, pertanto, non può essere salvato pienamente dai suoi peccati tramite la guarigione delle malattie e la cacciata dei demoni e non può essere reso pienamente completo tramite la manifestazione di segni e prodigi. L’autorità di guarire le malattie e di scacciare i demoni dà all’uomo soltanto la grazia, ma la sua carne appartiene ancora a Satana e l’indole satanica corrotta rimane ancora in lui. In altre parole, ciò che non è stato reso puro appartiene ancora al peccato e al sudiciume. Solo dopo essere stato reso puro attraverso le parole, l’uomo può essere guadagnato da Dio e santificato”.

Dio Onnipotente Si è fatto carne sulla terra negli ultimi giorni, ha concluso l’Età della Grazia e dato inizio all’Età del Regno esprimendo milioni di parole, donando all’uomo tutte le verità di cui ha bisogno per raggiungere la piena salvezza, con queste parole, ha rivelato ogni tipo di indole corrotta dentro di noi, inoltre, ci fa sapere che tipo di persone Lui ama o non ama, come dobbiamo praticare per poter eliminare la nostra indole corrotta e la nostra natura peccaminosa, in modo da poter liberarci completamente dall’influenza di Satana, ed essere purificati raggiungendo la piena salvezza di Dio; sappiamo anche come diventare persone che fanno la volontà del Padre celeste e che significa la vera obbedienza a Dio e il vero amore per Dio. Allora chi è capace di esprimere queste parole che possono salvare e purificare l’umanità? Chi può salvarci dai peccati? Nessun essere umano può farlo, solo Dio Stesso.

Ora abbiamo compreso che le parole di Dio possono iniziare una nuova età e finirne una vecchia, salvare e purificare l’uomo, e mostrargli la strada da praticare nella nuova età. Nessun uomo può pronunciare queste parole, perché l’essenza dell’uomo è l’uomo, le sue parole non sono la verità. Tutto ciò che può fare è comunicare sulla base dei discorsi e dell’opera di Dio la propria esperienza personale dentro i limiti dell’opera e parola di Dio.

3. Le parole di Dio possono rivelare i misteri, mentre le parole dell’uomo non possono farlo

Dio si fa carne per salvare l’uomo, deve esprimere molte verità e rivelare molti misteri. Ecco perché ogni volta che Dio diventa carne, rivela sempre molti misteri della verità, nessun uomo potrebbe compiere questo lavoro al Suo posto. Per esempio, 2000 anni fa, quando il Signore Gesù venne ad operare, ha rivelato il mistero di come entrare nel Regno dei Cieli, quale opera avrebbe fatto quando Egli tornerà negli ultimi giorni, e quale segno sarebbe apparso al Suo ritorno, e così via.

Le parole pronunciate da Dio Onnipotente, Cristo degli ultimi giorni, rivelano allo stesso modo molti misteri. Per esempio, Dio Onnipotente dice: “L’opera che ho portato avanti per migliaia di anni sarà completamente rivelata all’uomo solo negli ultimi giorni. Solo ora ho svelato all’uomo il pieno mistero della Mia gestione. L’uomo conosce lo scopo della Mia opera e inoltre ha ottenuto la comprensione di tutti i Miei misteri. E ho detto all’uomo tutto circa la destinazione che lo preoccupa. Ho già svelato all’uomo tutti i Miei misteri, che erano rimasti nascosti per oltre cinquemilanovecento anni”.

Tale mistero non può essere svelato da nessun uomo. Non importa quanto sia grande la comprensione che l’uomo ha della Bibbia, perché rimarrà confinata alle parole, dal momento che egli non capisce la sostanza della Bibbia. Quando l’uomo legge la Bibbia, egli può ricevere alcune verità, spiegare delle parole o esaminare attentamente delle citazioni e dei passaggi famosi, ma non sarà mai in grado di sbrogliare il significato contenuto in quelle parole, poiché non vede altro che parole morte, non le scene dell’opera di Jahvè e Gesù, e quindi l’uomo non è capace di dipanare il mistero di tale opera. Pertanto, il mistero del piano di gestione di seimila anni risulta essere il più grande mistero, quello più nascosto e completamente inconcepibile per l’uomo. Nessuno può comprendere direttamente la volontà di Dio, a meno che Egli Stesso non Si spieghi e Si apra agli uomini, altrimenti essa rimarrà in eterno un enigma per gli uomini, e sarà per sempre un mistero sigillato. Non curarti mai di coloro che appartengono al mondo religioso; se non vi venisse detto oggi, non sareste neanche in grado di capire. Quest’opera di seimila anni è più misteriosa di tutte le profezie dei profeti. È il più grande mistero dal momento della creazione, e nessun profeta è mai riuscito a decifrarlo, perché tale mistero sarà chiarito esclusivamente nell’età finale e non è mai stato svelato prima”.

Dio Onnipotente ci ha aperto i misteri del piano di gestione, lungo seimila anni, relativi al modo in cui Dio salva gli uomini; tra questi, qual è lo scopo della gestione dell’umanità da parte di Dio, il modo in cui Egli fa l’opera del giudizio negli ultimi giorni, qual è il significato dell’opera di giudizio, il mistero dell’incarnazione, la storia intrinseca alle tre fasi dell’opera, l’origine dei peccati dell’umanità, la verità della corruzione dell’umanità da parte di Satana, come Satana corrompe il genere umano, come Dio salva gli uomini, come gli esseri umani vengono separati secondo le loro specie, come Dio perfeziona un gruppo di vincitori, come verrà realizzato il Regno di Cristo e lo splendido scenario del Regno Millenario, ecc., tutti questi misteri sono rilevati da Dio Onnipotente. Queste parole sono verità e misteri che non abbiamo mai sentito prima, il che ha proprio adempiuto le profezie del Signore Gesù: “Molte cose ho ancora da dirvi; ma non sono per ora alla vostra portata; ma quando sia venuto lui, lo Spirito della verità, egli vi guiderà in tutta la verità, perché non parlerà di suo, ma dirà tutto quello che avrà udito, e vi annunzierà le cose a venire” (Giovanni 16:12-13).

Pensiamoci per un secondo, se Dio non venisse in persona a compiere la Sua opera e non pronunciasse le Sue parole, chi potrebbe esprimere così tante verità? Chi potrebbe spiegare chiaramente l’opera di Dio Stesso? E chi altro potrebbe mostrarci questi misteri? Poiché questi misteri si riferiscono a Dio, al Regno dei Cieli e a ciò che Dio compirà in futuro e al piano di gestione di Dio, nessun uomo tranne Dio può conoscerli. Come si dice nell’Apocalisse 5:3–5: “E nessuno, né in cielo, né sulla terra, né sotto la terra, poteva aprire il libro, o guardarlo. E io piangevo forte perché non s’era trovato nessuno che fosse degno d’aprire il libro, o di guardarlo. E uno degli anziani mi disse: Non piangere; ecco, il Leone che è della tribù di Giuda, il Rampollo di Davide, ha vinto per aprire il libro e i suoi sette suggelli” (Apocalisse 5:3-5). Noi esseri umani siamo solo le creature, non siamo capaci di rivelare i misteri. Prima che Dio ci rivelasse questi misteri, tutto ciò che potevamo comprendere nella Bibbia era solo il significato letterale. Anche se ci sono molti dottori di teologia che ripongono ogni pensiero e cura nello studio della Bibbia, possono solo dedurre alcuni significati letterali secondo la propria capacità mentale ed esperienza. Questa è la differenza sostanziale tra Dio e l’uomo.

Dalla comunicazione di cui sopra possiamo vedere che, in sostanza, ci sono grandi differenze tra le parole di Dio e le parole dell’uomo, se ascoltiamo attentamente, saremo in grado di riconoscere la voce di Dio.