Lettura del giorno: il 14 Luglio 2018 -Matteo 24:6-7

Or voi udirete parlar di guerre e di rumori di guerre; guardate di non turbarvi, perché bisogna che questo avvenga, ma non sarà ancora la fine. 7Poiché si leverà nazione contro nazione e regno contro regno; ci saranno carestie e terremoti in vari luoghi.

-Matteo 24:6-7

Riflessioni sul versetto di oggi…

I sommi sacerdoti, gli scribi e i farisei amavano e apprezzavano il loro status, ed erano ansiosi che le persone li adorassero e li trattassero come Dio. Quando il Signore Gesù compì la Sua nuova opera fuori dal tempio, sempre più persone Lo seguirono. Quando la reputazione di Gesù aumentò, essi fomentarono l’odio verso Gesù. Per proteggere il loro status, essi offrirono ogni tipo di modo per resistere, condannare e negare l’opera del Signore Gesù. Più tardi, volevano anche ucciderlo. È scritto in Giovanni 11: “I capi sacerdoti quindi e i Farisei radunarono il Sinedrio e dicevano: Che facciamo? perché quest’uomo fa molti miracoli. […] Da quel giorno dunque deliberarono di farlo morire”. Da questi fatti si può chiaramente evincere che i sommi sacerdoti, gli scribi e i farisei avevano anteposto il proprio status a qualsiasi altra cosa. Alla fine, si accordarono con i capi del governo romano per crocifiggere Gesù. Diventarono coloro che sfidarono Dio e commisero un crimine efferato. Posso vedere dalle lezioni dei fallimenti dei farisei che coloro che credono in Dio e Lo servono devono onorare Dio come grande e porLo al primo posto nei loro cuori piuttosto che perseguire fama e status, e far sì che le persone li adorino.

Se ha nuove conoscenze sul contenuto del nostro sito web o quali sono le Sue perplessità e difficoltà nella fede,sia il benvenuto a condividerli con noi, perché il Signore Gesù disse: “Che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi” (Giovanni 15:12),desideriamo che ci aiutiamo e ci sosteniamo nel Cristo,la vita cresce. Può contattarci attraverso i seguenti modi:
1. Chiacchiera online con noi attraverso la finestra di online sotto il sito.
2. Manda l’email a [email protected]