Buone notizie ricevute alle riunioni di studio della Bibbia

Al momento, molti fratelli e sorelle non osano ascoltare altri sermoni per paura di essere ingannati dai falsi cristi. Ma chiudere le nostre porte e isolarci ritarderà i nostri progressi di vita, ci farà perdere l’opportunità di accogliere il Signore e farà sì che Lui ci abbandoni. In realtà, se impariamo a comprendere i principi per distinguere i falsi cristi, non verremo ingannati. Dopo aver frequentato alcuni incontri di studio sulla Bibbia, non solo ho capito i principi per distinguere i falsi cristi, ma ho anche ricevuto buone notizie.

Nel marzo 2018, io e sorella Li siamo andate a trovare una sorella che non si sentiva bene. Quando siamo arrivate presso la sua abitazione, sua nipote era lì. Dopo le presentazioni, mi ha detto che anche sua nipote, sorella Chen, credeva nel Signore, quindi abbiamo discusso tutte insieme. Sentivo che sorella Chen era piena di intuizioni e che c’era luce nelle sue parole. In seguito, sorella Chen ha proposto di studiare insieme la Bibbia e noi abbiamo accettato. Dunque, abbiamo letto e condiviso le Scritture sui segni degli ultimi giorni. Dalle parole della sorella Chen, ho capito che oggigiorno i credenti si aggrappano al mondo materiale e la loro fede e il loro amore si sono raffreddati; i pastori e gli anziani predicano gli stessi vecchi sermoni, si scontrano l’uno con l’altro, diventano gelosi l’uno dell’altro e litigano, e così via. Questi fatti dimostrano il grado di desolazione delle Chiese e sono segni degli ultimi giorni. Inoltre, l’adempimento della profezia delle quattro lune di sangue e il verificarsi di ogni sorta di disastro, sono segni che gli ultimi giorni sono ormai arrivati. Non avrei mai pensato che sarebbero arrivati gli ultimi giorni e che il Signore sarebbe arrivato presto! Quando ho pensato a queste cose, mi sono emozionata. Sebbene nella Chiesa avessi sentito i pastori spiegare queste scritture, non le hanno mai spiegate chiaramente come ha fatto questa sorella, e non ho mai avuto un tale senso di impazienza nel sentire le sue parole. Non avrei mai pensato che una sorella giovane come Chen potesse fare un discorso così fresco e vivace. Ho deciso di ascoltare attentamente.

Successivamente, sorella Chen ha riunito alcune delle profezie contenute nella Bibbia e ha parlato del ritorno del Signore, dell’opera di giudizio del Signore, del significato del giudizio di Dio, ecc. Ho ascoltato tutto con piacere e ho capito che il motivo per cui continuiamo a peccare costantemente è che la natura peccaminosa è ancora radicata dentro di noi. Perciò, il Signore ha profetizzato che negli ultimi giorni avrebbe compiuto un’opera di giudizio per purificare completamente la nostra nature corrotta e salvarci dai nostri peccati. Più ascoltavo le parole della sorella, più mi facevano sentire illuminata. Sebbene avessi ascoltato i sermoni nella Chiesa per molti anni, non avevo mai sentito un sermone così chiaro. Più tardi, sorella Chen ci ha fatto vedere video di canti e balli, video di inni cantati e recitazioni delle parole di Dio, e anche diverse scenette. Erano belli da guardare, non avevo mai visto programmi del genere prima. I video degli inni erano migliori di quelli che avevo visto in Chiesa, specialmente i video “L’attaccamento a Dio” e “Fino in fondo in Tua compagnia”, i cui testi rispecchiavano proprio quello che pensavo nella mia mente! Mi sono commossa dopo averli ascoltati. Prima che me ne rendessi conto, era già piuttosto tardi, e abbiamo fissato un appuntamento per studiare la Bibbia un’altra volta. Sulla via di casa, la felicità nel mio cuore e l’attesa del prossimo incontro mi hanno spinto a cantare inni di lode al Signore.

Tre cristiani leggere la Bibbia

Tornata a casa, ho pensato alla comunanza nell’incontro. Sentivo di aver appreso molto e di aver compreso molte delle scritture che non avevo capito prima. All’improvviso mi venne un pensiero: quello che sorella Chen predicava riguardava per caso la via del Lampo da Levante? I pastori ci avevano ricordato molte volte che il Lampo da Levante predica sermoni molto nobili, ma che non dobbiamo ascoltarli. Mi sono preoccupata molto e un’intensa battaglia infuriava nel mio cuore: se i miei sospetti erano corretti, dovevo andare all’incontro la prossima volta? Ma c’era luce nelle parole della sorella Chen, cosa che i pastori non avevano nelle loro prediche; inoltre, ciò che lei ha detto era basato sulla Bibbia e mi ha dato un piacere spirituale. Questi sentimenti erano tutti veri. Tutto questo dimostra chiaramente che nelle sue parole c’è l’opera dello Spirito Santo. Ho pensato: “Non dovrei ascoltare ciecamente i pastori. Se Gesù Cristo è davvero tornato, ma io non ho ascoltato, mi sfuggirebbe l’opportunità di accoglierLo e me ne pentirei per tutta la vita, o no?”. Così ho deciso di partecipare all’incontro seguente.

Alla riunione successiva, ho esposto a sorella Chen le mie apprensioni: “Ora nella Chiesa, i pastori spesso ci raccontano di falsi cristi che ingannano la gente negli ultimi giorni e che non dovremmo ascoltare altri sermoni, altrimenti possiamo cadere facilmente in inganno. Quindi, per paura di essere ingannati, non osiamo ascoltare altri sermoni”.

Sorella Chen ha detto: “Nella Bibbia, Jahvè disse: ‘Il vostro cuore non s’avvilisca, e non vi spaventate delle voci che s’udranno nel paese; […]’ (Geremia 51:46) La Bibbia dice anche: ‘Poiché Iddio ci ha dato uno spirito non di timidità, ma di forza e d’amore e di correzione’ (II Timoteo 1:7). Da queste scritture possiamo vedere che Dio ha messo il potere e il coraggio nei nostri cuori. Quando Dio è con noi, non c’è nulla di cui temere, perché Dio è onnipotente e ogni cosa nel mondo è nelle Sue mani. Timidezza e paura provengono da Satana; quando non abbiamo Dio nel nostro cuore, ci sentiamo timidi e paurosi. Proprio come il re Saul: quando aveva Dio nel suo cuore, vinse ogni battaglia; ma quando si ribellò contro Dio e fu abbandonato da Lui, divenne timido nell’affrontare il gigante, e lasciò che la sua negatività infettasse il suo esercito. E poi c’era Davide, un pastorello senza alcuna arma in mano. Ma aveva un posto per Dio nel suo cuore e credeva che, per quanto selvaggio fosse il nemico, era comunque sotto il dominio di Dio. Quindi, di fronte al gigante, non era timido. Timidezza e paura provengono da Satana. Se rifiutiamo di ascoltare il vero perché siamo timidi o spaventati, non siamo forse caduti nella trappola di Satana? Sappiamo tutti che è stato scritto molte volte nell’Apocalisse: ‘Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese. […]’ (Apocalisse 2:7). Questa è l’illuminazione dello Spirito Santo, ed è anche il promemoria di Dio che, nell’affrontare la vera via, dovremmo ascoltare, comprendere e giudicare in modo da poter comprendere il Suo desiderio. È anche riportato nella Bibbia che: ‘Così la fede vien dall’udire e l’udire si ha per mezzo della parola di Cristo’ (Romani 10:17). Da questa scrittura possiamo vedere che ascoltare e indagare sulla via del Signore sono le condizioni preliminari per credere nella vera via. Se non avessimo ascoltato il Vangelo del Signore all’inizio, come avremmo potuto venire al cospetto del Signore? Solo dopo aver ascoltato e indagato la via che gli altri ci predicano possiamo giudicare se è vera o no. Le pecore del Signore ascoltano la Sua voce. Quindi, solo dopo aver ascoltato possiamo capire se è la voce del Signore o no, e avere l’opportunità di accogliere il Suo ritorno. Dio ci protegge ed è il nostro sostegno. Quindi, cosa abbiamo da temere?”. Le parole di sorella Chen erano piuttosto razionali. Il Signore è onnipotente. Con il Signore che mi sostiene, cosa dovevo temere? In quel momento, ho iniziato a sentirmi più calma.

Sorella Chen ha continuato a dire: “Riguardo alla questione dei falsi cristi che emergono negli ultimi giorni per ingannare la gente, vediamo cosa disse il Signore Gesù: ‘Allora, se alcuno vi dice: “Il Cristo eccolo qui, eccolo là”, non lo credete; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno gran segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti. Ecco, ve l’ho predetto. Se dunque vi dicono: Eccolo, è nel deserto, non v’andate’ (Matteo 24:23-25). Quando il Signore ha detto questo, la Sua intenzione era di dire che dovremmo essere cauti e perspicaci quando si tratta del Suo ritorno. E ci ha chiaramente detto quali sono le caratteristiche dei falsi cristi, cioè la capacità di manifestare grandi segni e prodigi. Tuttavia, l’intenzione del Signore non è quella di assumere l’atteggiamento di non ascoltare coloro che predicano il ritorno del Signore o non cercare la comparsa di falsi cristi negli ultimi giorni. Il Signore dice che verrà presto. Se evitiamo e rifiutiamo tutti quelli che predicano il Vangelo del ritorno del Signore per paura di essere ingannati da falsi cristi, non è forse come chiudere le nostre porte o non mangiare per paura di soffocare? Se ci comportiamo così, come possiamo accogliere il ritorno del Signore? In realtà, è facile per noi non essere ingannati da falsi cristi. Finché comprendiamo la verità di distinguere il vero Cristo dai falsi, non saremo ingannati da falsi cristi né perderemo l’opportunità di accogliere la venuta del Signore. Quindi, come possiamo distinguere i falsi cristi? Facciamo chiarezza su questo aspetto della verità”.

Pensavo che ogni parola pronunciata da sorella Chen fosse ragionevole. Sembrava giusto dire che se ci difendiamo passivamente contro chi dice che il Signore è tornato per paura di essere ingannati da falsi cristi, perderemmo l’opportunità di accogliere la venuta del Signore. Se sappiamo distinguere i falsi cristi, non dobbiamo preoccuparci di essere ingannati. Quindi, ascoltando sorella Chen dire che avrebbe condiviso la verità sul discernere il vero Cristo dai falsi cristi, ho ascoltato con più attenzione.