Studiare la Bibbia: l’obbedienza nella Bibbia

Romani 13:1

Ogni persona sia sottoposta alle autorità superiori; perché non v’è autorità se non da Dio; e le autorità che esistono, sono ordinate da Dio.


Romani 13:5

Perciò è necessario star soggetti non soltanto a motivo della punizione, ma anche a motivo della coscienza.


Efesini 5:21

Sottoponendovi gli uni agli altri nel timore di Cristo.


Efesini 5:22

Mogli, siate soggette ai vostri mariti, come al Signore.


Efesini 5:24

Ma come la Chiesa è soggetta a Cristo, così debbono anche le mogli esser soggette a’ loro mariti in ogni cosa.


Colossesi 3:18

Mogli, siate soggette ai vostri mariti, come si conviene nel Signore.


1 Timoteo 2:11

La donna impari in silenzio con ogni sottomissione.


1 Timoteo 3:4

Che governi bene la propria famiglia e tenga i figliuoli in sottomissione e in tutta riverenza.


Tito 2:5

Ad esser assennate, caste, date ai lavori domestici, buone, soggette ai loro mariti, affinché la Parola di Dio non sia bestemmiata.


Tito 2:9

Esorta i servi ad esser sottomessi ai loro padroni, a compiacerli in ogni cosa, a non contradirli.


Ebrei 12:9

Inoltre, abbiamo avuto per correttori i padri della nostra carne, eppur li abbiamo riveriti; non ci sottoporremo noi molto più al Padre degli spiriti per aver vita?


Ebrei 13:17

Ubbidite ai vostri conduttori e sottomettetevi a loro, perché essi vegliano per le vostre anime, come chi ha da renderne conto; affinché facciano questo con allegrezza e non sospirando; perché ciò non vi sarebbe d’alcun utile.


Giacomo 4:7

Iddio resiste ai superbi e dà grazia agli umili. Sottomettetevi dunque a Dio; ma resistete al diavolo, ed egli fuggirà da voi.


1 Pietro 2:18

Domestici, siate con ogni timore soggetti ai vostri padroni; non solo ai buoni e moderati, ma anche a quelli che son difficili.


1 Pietro 3:1

Parimente voi, mogli, siate soggette ai vostri mariti, affinché se anche ve ne sono che non ubbidiscono alla Parola, siano guadagnati senza parola dalla condotta delle loro mogli.


1 Pietro 5:5
Parimente, voi più giovani, siate soggetti agli anziani. E tutti rivestitevi d’umiltà gli uni verso gli altri, perché Dio resiste ai superbi ma dà grazia agli umili.