Menu

Incarnazione di cristo, questo mistero è aperto

Quando lavorava all’estero, ha incontrato una sua concittadina che non aveva visto da molti anni, le ha detto la notizia del ritorno del Signore che si è fatto carne, questo non era in linea con la sua mente. Dopo averlo cercato e esaminato, ha compreso finalmente il significato dell’incarnazione.

Un vecchio conoscente da casa porta notizie sorprendenti

Il mio nome è Weiwei e alla fine del 2016 mi sono recato da solo in un Paese straniero, l’America, per lavorare. Sono cristiano e, quindi, la chiesa divenne naturalmente l’unico luogo in cui potessi sentirmi a casa. Ma rimasi deluso nel constatare che i sermoni del pastore riguardavano solo teorie teologiche o parlavano dell’indulgere nel mangiare, bere e divertirsi, e fissavano persino un importo specifico per le nostre donazioni. Sentivo che non si provvedeva alla mia vita e provavo un grande disprezzo per questi metodi, per cui col tempo finii per recarmi sempre meno spesso in chiesa. Dopo essermi imbattuto in Jingyi, appresi che sorella Jiang Ling, che proveniva dal nostro villaggio natale, viveva nella nostra stessa città, e che la sua casa era un luogo in cui si svolgevano incontri. Ne fui molto felice, per cui da allora in poi partecipai con Jingyi alle riunioni a casa di Jiang Ling.

Durante un incontro, Jiang Ling mi informò, serio: “Sapevi, Weiwei, che il Signore Gesù Si è fatto carne ed è già ritornato, e sta esprimendo le Sue parole e compiendo la Sua opera di giudizio a partire dalla famiglia di Dio?”

Rimasi sorpreso da ciò che Jiang Ling andava sostenendo e risposi: “Il Signore Si è fatto carne ed è ritornato? Non è possibile! La Bibbia esprime profezie molto chiare riguardo al ritorno del Signore: ‘Uomini Galilei, perché state a guardare verso il cielo? Questo Gesù che è stato tolto da voi ed assunto in cielo, verrà nella medesima maniera che l’avete veduto andare in cielo’ (Atti 1:11). Dopo che il Signore Gesù fu risorto, il Suo Spirito trascendente Si levò su una nuvola bianca. Quindi, quando ritornerà negli ultimi giorni, il Signore giungerà sicuramente nel Suo corpo spirituale. Come potrebbe il Signore farsi eventualmente di nuovo carne?”.

Sorridendo, Jingyi rispose: “Weiwei, lascia che ti legga le parole di Dio. Egli dice: ‘Mettete da parte la vostra concezione di ‘impossibile’! Più le persone credono che qualcosa sia impossibile, più è probabile che si verifichi, poiché la sapienza di Dio svetta più in alto dei cieli, i pensieri di Dio sono più elevati di quelli dell’uomo e l’opera di Dio trascende i limiti del pensare e del congetturare umano. Più quel qualcosa è impossibile, più la verità deve essere cercata; più quel qualcosa è al di là della capacità umana di concepirlo e immaginarlo, più contiene la volontà di Dio. […]’. Dio è talmente onnipotente e saggio, e il Suo pensiero va sempre oltre il pensiero dell’uomo. Siamo stati corrotti da Satana e la nostra comprensione di Dio è satura di nozioni e di immaginazioni. Per di più, non abbiamo neppure la capacità di penetrare direttamente nel mondo spirituale, come possiamo pertanto delimitare le azioni di Dio a questa o a quell’azione? Inoltre, le profezie della Bibbia contengono la saggezza e i misteri di Dio, e non possono essere semplici come le immaginiamo: ancor meno si adempiranno secondo il significato letterale delle loro parole. Ad esempio, ci sono molte profezie nell’Antico Testamento che riguardano il ritorno del Messia. L’immaginazione del popolo si scatenò, quando esso lesse tali parole: ‘Poiché un fanciullo ci è nato, un fanciullo ci è stato dato, e l’imperio riposerà sulle sue spalle; sarà chiamato Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre Jahvè, Principe della Pace, per dare incremento all’impero e una pace senza fine al trono di Davide e al suo regno, per stabilirlo fermamente e sostenerlo mediante il diritto e la giustizia, da ora in perpetuo: questo farà lo zelo di Jahvè degli eserciti’ (Isaia 9:6–7). Leggendo ciò, la gente credette che il Messia che sarebbe salito al potere sarebbe stato il Figlio del Padre celeste, ritenne che Egli sarebbe nato in un palazzo e che sarebbe stato trascendente, straordinario e incredibilmente brillante, e il modo in cui lo immaginavano finì per essere in contraddizione con i fatti. Il Signore Gesù nacque, infatti, in una mangiatoia, in un corpo comune, normale e, quindi, il popolo in quel momento non solo non Lo accettò, ma Lo condannò persino, e Lo respinse e Lo inchiodò sulla croce, e alla fine il popolo patì il dolore dell’asservimento della nazione. Non serve ciò forse da lezione per il fallimento di una fede che proviene da una spiegazione letterale della Bibbia? Può una comprensione così limitata come quella che ora possediamo rappresentare i fatti reali dell’opera che il Signore compirà al Suo ritorno? Pertanto, non possiamo delimitare l’opera di Dio con le nostre stesse immaginazioni e nozioni, ma invece solo se indagheremo con un cuore che ricerca, Dio ci illuminerà per comprendere il vero significato delle Scrittur”.

La Bibbia profetizza che il Signore si farà carne quando ritornerà?

Dopo aver ascoltato Jingyi, pensai che ciò che aveva detto suonava ragionevole. La venuta del Signore è un grande evento e dobbiamo indagarlo a fondo. Domandai: “C’è, pertanto, qualche fondamento nella Bibbia per quel che sostieni riguardo al fatto che il Signore Si farà carne quando ritornerà?”

Jiang Ling rispose, sorridendo: “Ci sono molti versetti delle Scritture che profetizzano che il Signore verrà nella carne, come: ‘Anche voi siate pronti, perché nell’ora che non pensate, il Figliuol dell’uomo verrà’ (Luca 12:40). ‘Perché com’è il lampo che balenando risplende da un’estremità all’altra del cielo, così sarà il Figliuol dell’uomo nel suo giorno. Ma prima bisogna ch’e’ soffra molte cose, e sia reietto da questa generazione’ (Luca 17:24-25). ‘E sulla mezzanotte si levò un grido: Ecco lo sposo, uscitegli incontro’ (Matteo 25:6), eccetera. Il ‘Figlio dell’uomo’ e lo ‘sposo’ di cui si parla in questi versetti sono formulazioni che riguardano tutte il Dio incarnato. L’espressione ‘Figlio dell’uomo’ fa riferimento a un uomo nato da uomo e che possiede una normale natura umana. Se si riferisse allo ‘Spirito’, allora non si direbbe ‘Figlio dell’uomo’. Per esempio, Jahvè è Spirito e non può, quindi, essere denominato ‘Figlio dell’uomo’; gli angeli sono esseri spirituali e non possono a propria volta essere chiamati ‘Figlio dell’uomo’; tutto ciò che possiede l’immagine dell’uomo e, tuttavia, è un essere spirituale, non può essere indicato come ‘Figlio dell’uomo’. Il Signore Gesù incarnato è chiamato Figlio dell’uomo e Cristo, perché Egli è l’incarnazione dello Spirito di Dio e Si è fatto uomo comune, normale ed è vissuto tra gli uomini. Fu proprio perché il Dio incarnato era così comune e normale, che il popolo non credette che il Signore Gesù fosse Dio e sostenne che si trattava solo del figlio di un falegname. Pertanto, la gente Lo ridicolizzò e Lo calunniò, Lo condannò e Lo respinse, e alla fine Lo inchiodò sulla croce. Perciò, espressioni come la ‘venuta del Figlio dell’uomo’ e ‘il Figlio dell’uomo verrà’, di cui il Signore Gesù parlò, significano che il Signore giungerà nella carne quando ritornerà negli ultimi giorni. Se uno Spirito trascendente discendesse su una nuvola bianca, allora tutti si prostrerebbero in adorazione, perché chi mai oserebbe sfidarLo o condannarLo allora? E la profezia del Signore: ‘Ma prima bisogna ch’e’ soffra molte cose, e sia reietto da questa generazione’ non potrebbe realizzarsi”.

Perché il Signore Si farà carne quando ritornerà

Mentre ascoltavo parlare Jiang Ling, diedi un’occhiata a questi versetti della Scritture e il mio cuore concordò con le sue opinioni. Jiang Ling proseguì, dicendo: “Negli ultimi giorni, secondo le necessità dell’uomo, Dio Si farà carne per esprimere le Sue parole, per compiere la Sua opera di giudizio a cominciare dalla famiglia di Dio, per rivelare con le Sue parole la corruzione e l’insubordinazione dell’uomo, per giudicare la sua natura satanica che sfida Dio e, alla fine, Egli purificherà, salverà e renderà perfetto l’uomo. Se Dio non venisse nella carne, non sarebbe possibile raggiungere tale risultato. Leggiamo ora un passaggio delle Sue parole”.

Presi il libro delle parole di Dio che Jiang Ling mi aveva porto e lessi con serietà: “La salvezza dell’uomo da parte di Dio non si compie direttamente per mezzo dello Spirito o in quanto Spirito, perché il Suo Spirito non può essere né toccato né visto dall’uomo e non può essere da lui avvicinato. Se Egli cercasse di salvare l’uomo direttamente alla maniera dello Spirito, l’uomo non sarebbe in grado di ricevere la Sua salvezza. Se Dio non avesse indossato la forma esteriore di un uomo creato, egli non sarebbe stato in grado di ricevere questa salvezza. L’uomo, infatti, non può in alcun modo avvicinarsi a Lui, proprio come nessuno poteva andare vicino alla nube di Jahvè. Solo diventando un uomo del creato, ossia mettendo la Sua Parola nella carne che diventerà, Egli può instillare personalmente la Parola in tutti coloro che Lo seguono. Solo allora l’uomo può udire la Sua Parola, vedere la Sua Parola e ricevere la Sua Parola e poi, attraverso di essa, essere pienamente salvato. Se Dio non Si facesse carne, nessun uomo carnale riceverebbe tale grande salvezza e nessun uomo verrebbe salvato. Se lo Spirito di Dio operasse direttamente tra gli uomini, l’uomo verrebbe colpito o completamente preso prigioniero da Satana, perché l’uomo non è in grado di associarsi con Dio. […]” “L’uomo è stato corrotto da Satana ed è la più alta di tutte le creature di Dio, così egli ha bisogno della Sua salvezza. L’oggetto della salvezza di Dio è l’uomo, non Satana, e ciò che deve essere salvato è la carne dell’uomo, e l’anima dell’uomo, e non il diavolo. Satana è oggetto dell’annientamento di Dio, l’uomo è oggetto della salvezza di Dio. La carne dell’uomo è stata corrotta da Satana, pertanto deve essere la prima ad essere salvata. La carne dell’uomo è stata più profondamente corrotta ed è diventata qualcosa che si oppone a Dio, che, persino, contrasta e nega apertamente l’esistenza di Dio. Questa carne corrotta è semplicemente troppo intrattabile e nulla è più difficile da affrontare e da cambiare dell’indole corrotta della carne. Satana entra nella carne dell’uomo per suscitare disturbo e la utilizza per disturbare l’opera di Dio e mettere in pericolo il Suo piano, così l’uomo è diventato Satana, il nemico di Dio. Affinché sia salvato, egli deve prima essere conquistato. Per questo motivo, Dio raccoglie la sfida e viene nella carne per compiere l’opera voluta e ingaggiare battaglia con Satana. Il Suo obiettivo è la salvezza del genere umano, che è stato corrotto, e la sconfitta e l’annientamento di Satana, che si ribella contro di Lui. Dio sconfigge Satana attraverso la Sua opera di conquista dell’uomo e salva contemporaneamente l’umanità corrotta. Così, Egli risolve due problemi in una volta. […]”.

Jiang Ling condivise, spiegando: “Dalle parole di Dio possiamo comprendere abbastanza bene che la ragione per cui Egli Si fa carne è legata interamente alle nostre necessità di umanità corrotta e al fatto che, anche se siamo stati redenti dal Signore Gesù e i nostri peccati sono stati perdonati, le nostre nature peccaminose permangono e sono ancora radicate in noi, e semplicemente non abbiamo la forza per vincere la colpa e liberarci dalla nostra carne. Essa è stata corrotta da Satana ed egli la usa per ostacolare e distruggere l’opera di Dio, in modo che anche noi diventiamo Satana e ci facciamo nemici di Dio. Se Egli giungesse a compiere la Sua opera direttamente attraverso lo Spirito, ci ucciderebbe tutti sul colpo, a causa della nostra sporcizia e corruzione; nessuno sopravviverebbe, per non parlare di raggiungere la salvezza. Come è riportato nell’Antico Testamento, quando Davide condusse gli Israeliti da Baale di Giuda e riportò indietro l’Arca dell’Alleanza di Dio, poiché un bue perse l’appoggio, Uzzà incespicò, allungò la mano e toccò l’Arca, e fu ucciso sul colpo dallo Spirito di Dio. ‘L’Arca dell’Alleanza’ a quel tempo rappresentava Dio; Egli è santo, quindi, come avrebbe potuto un uomo sudicio toccare l’Arca? Anche se aveva un cuore buono, Uzzà offese Dio e, pertanto, venne ucciso sul colpo. Invece, nel Nuovo Testamento è riportato che una donna sposata con comportamenti promiscui fu imprigionata e condotta innanzi al Signore; ma, in quell’occasione, non solo Egli non la condannò per le sue colpe, ma anzi gliele perdonò e la invitò a confessarsi e a pentirsi, e a non peccare di nuovo. Da questi due esempi possiamo comprendere che, durante l’Età della Legge, Dio operò nello Spirito e lo Spirito non avrebbe permesso a un’umanità sudicia di esistere, né avrebbe consentito all’uomo di offenderLo: ogni offesa significava la morte; nell’Età della Grazia, invece, il Dio nella carne compì la Sua opera in modo diverso. Egli sapeva adottare approcci differenti con gli uomini e le donne, a seconda delle loro effettive circostanze e del reale contesto delle situazioni in cui si trovavano. Vale a dire, il Dio incarnato fu capace di mostrare comprensione per le debolezze degli esseri umani, cosicché essi avevano la possibilità di pentirsi. Pertanto, l’opera del Dio incarnato è molto più benefica per l’umanità corrotta di quanto sia l’opera diretta dello Spirito di Dio. Allo stesso modo, i nostri peccati in questo momento hanno superato da tempo quelli del popolo alla fine dell’Età della Legge e hanno oltrepassato anche quelli della popolazione di Sodoma; la promiscuità, la malvagità e l’insubordinazione contro Dio hanno raggiunto il loro culmine. Prendi, ad esempio, noi fratelli e sorelle nel Signore: anche se siamo stati redenti dal Signore Gesù, poiché le nostre nature peccaminose sono ancora radicate in noi, ancora noi conduciamo vite in cui commettiamo colpe di giorno e le confessiamo di notte. Alcune persone appaiono all’esterno umili e tolleranti, quando in realtà non fanno che tramare e complottare l’una contro l’altra, e provocare liti basate sulla gelosia, cercando di ingannarsi e di imbrogliarsi reciprocamente. Ci sono molti fratelli e sorelle che sono pessimisti e deboli, e la loro fede e la loro compassione vanno scemando a poco a poco. Pensaci: corrotti come siamo, se Dio avesse usato il Suo Spirito per compiere direttamente la Sua opera di giudizio e purificazione negli ultimi giorni, non saremmo stati distrutti tanto tempo fa? Pertanto, Dio è tornato di nuovo facendoSi carne per operare in mezzo a noi secondo le necessità dell’umanità corrotta e sulla base del grado in cui l’uomo è stato corrotto. Perché solo se Dio Si fa carne per compiere la Sua opera può mostrare comprensione per le nostre debolezze, permetterci di pentirci e consentirci di venire completamente salvati”.

Ascoltando tale condivisione di Jiang Ling, mi commossi molto: ogni opera che Dio compie contiene il Suo amore. Dissi: “Ora capisco che i benefici per l’umanità di un Dio che si fa carne per realizzare la Sua opera sono davvero molto più grandi di quelli che l’uomo otterrebbe se Egli agisse nello Spirito. Nel qual caso verremmo uccisi sul colpo dallo Spirito di Dio a causa della nostra corruzione”.

In quel momento, Jingyi si rivolse con gioia a Jiang Ling ed esclamò: “Weiwei comprende! Grazie a Dio!”

Un altro significato dell’incarnazione

Jiang Ling aggiunse con allegria: “Esatto. Weiwei, c’è un altro significato del Dio che Si fa carne. Leggiamo ora un nuovo passaggio delle parole di Dio”.

Lessi: “L’indole corrotta, la ribellione e la resistenza dell’uomo vengono smascherate quando egli vede Cristo, e la ribellione e la resistenza vengono assolutamente e completamente svelate in quel momento più che in qualunque altro. È perché Cristo è il Figlio dell’uomo – un Figlio dell’uomo che possiede un’umanità normale – che l’essere umano non Lo onora né Lo rispetta. È perché Dio vive nella carne che la ribellione dell’uomo viene portata alla luce in modo così completo e vivido. Pertanto affermo che la venuta di Cristo ha rivelato tutta la ribellione del genere umano e ne ha messo in risalto la natura. Ciò si chiama ‘attirare una tigre giù dalla montagna’ e ‘attirare un lupo fuori dalla sua caverna’. […]”.

Riflettendo su quanto avevo letto, dissi piano: “Attirare una tigre giù dalla montagna e attirare un lupo fuori dalla sua caverna?

Ridendo, Jiang Ling aggiunse: “Tali parole forniscono un’immagine molto vivida della situazione! Dio Stesso è giunto sulla terra in un corpo comune e normale, e poiché non Lo riconosciamo, naturalmente sveliamo molte nozioni e immaginazioni, oltre a sentimenti di insubordinazione e di sfida. Se Dio giungesse negli ultimi giorni in forma di un grande Spirito trascendente, per compiere la Sua opera di porre fine a questa età, allora tutti cadrebbero a terra e si prostrerebbero, perché chi mai oserebbe ribellarsi a Lui o sfidarLo? Come si potrebbero distinguere il bene e il male? Pertanto, se Dio usasse il Suo Spirito per realizzare quest’opera, le nozioni, l’insubordinazione e la sfida di noi esseri umani non riuscirebbero a svelarsi. Solo grazie a Dio Stesso che giunge sulla terra e assume la forma di un corpo comune e normale, svelando le nozioni interiori dell’uomo, ossia la sua insubordinazione e la sua sfida e, quindi, solo grazie all’azione di giudizio e castigo dell’uomo da parte di Dio, Egli ha la possibilità di convincere le persone nel cuore e con le parole; coloro che obbediscono e Lo accettano, otterranno così la salvezza, e coloro che si ribellano a Lui e Lo sfidano, verranno puniti. Solo perché il Dio incarnato è normale e autentico, e non Si accorda con le nozioni delle persone, la loro insubordinazione e la loro sfida possono essere svelate; Dio, in tal modo, coglie i fatti, divide il bene dal male e alla fine raggiunge il Suo scopo di separare ciascuno secondo la propria specie e di ricompensare il bene e punire il male. Possiamo, quindi, constatare che in ciò risiede la saggezza dell’opera di Dio, e in ciò è la Sua giustizia. Pertanto, solo grazie al fatto che Dio Si fa carne ed esegue personalmente la Sua opera, Egli riesce a svelare le persone in modo più completo e più profondo, e a raggiungere il Suo scopo di conquistare l’uomo; l’opera del Dio incarnato è più utile all’azione di giudizio negli ultimi giorni di quanto non sarebbe l’opera dello Spirito”.

In quel momento, il mio cuore e i miei occhi si spalancarono e, ridendo, esclamai: “Ora capisco! Dio Si fa carne per compiere la Sua opera a causa delle nostre necessità di umanità corrotta e solo attraverso la Propria incarnazione Egli può svelare l’insubordinazione e la sfida dell’uomo e, conseguentemente, può raggiungere il Suo scopo di ricompensare i buoni e punire i malvagi. Sia resa grazia a Dio: tali parole sono tutte un mistero che solo Lui può rivelare. Ora credo che Egli sia davvero ritornato! Caspita, Dio che giunge è una cosa così grande e io non ne sapevo nulla. La mia fede in Lui è tanto ottusa…”.

Jiang Ling commentò: “Grazie a Dio, che non sia ancora troppo tardi per accettare la Sua opera!”

Annuii con gioia.

Trascorse un po’ di tempo ed io, assistendo agli incontri e guardando film sul Vangelo, divenni assolutamente certo dell’opera di Dio negli ultimi giorni, accolsi la manifestazione del Signore e il mio cuore ne fu colmo di gioia! Nella Chiesa di Dio Onnipotente, tutti i fratelli e le sorelle perseguono la verità e vivono secondo le parole di Dio, e in questa grande famiglia sono giunto a sperimentare l’amore di Dio e il calore di appartenere a una casa. Mi sento così grato!

condivide di più firm cristiani:

Esiste una base nella Bibbia per il ritorno del Signore attraverso l’incarnazione

Il mistero dell’incarnazione di Dio

Contattaci!

Ora i disastri si stanno verificando con sempre maggiore frequenza e questo è un momento critico per salutare il ritorno del Signore. Se vuoi accogliere il Signore prima dei grandi disastri ed essere rapito davanti al trono di Dio, non esitare a contattarci. Ne discuteremo insieme!