L’angoscia di un predicatore: come accogliere il ritorno del Signore?

Sono una predicatrice in una chiesa, ma non predico niente di degno e non sono in grado di fornire qualcosa di utile ai fratelli e alle sorelle. La loro fede diviene sempre più debole e insipida, e durante i raduni spesso si addormentano o chiacchierano sottovoce. Questa scena, alla quale assisto regolarmente, mi turba. Ho pregato il Signore molte volte, e in più di un’occasione ho ricordato a fratelli e sorelle di stare attenti e vigili, ma poiché non hanno ancora assistito al ritorno del Signore stanno perdendo la fede. Qualunque cosa io faccia non è mai abbastanza per riportare la Chiesa a ciò che era. Ed ora che stiamo vivendo negli ultimi giorni, e persino i non-credenti sanno che stanno per abbattersi su di noi grandi catastrofi, è logico pensare che il Signore stia per ritornare. Eppure, perché ancora non Lo abbiamo accolto? Potremo davvero accogliere il ritorno del Signore semplicemente guardando il cielo e le nuvole? Il mio animo è rimasto nella confusione più totale fino a poco fa!

Proprio quando mi sentivo confusa e priva d’entusiasmo, 3 dei miei collaboratori – sorella Liu, fratello Zhang e fratello Wang – vennero a trovarmi a casa. Condivisi con loro il mio cruccio. Fratello Wang disse: “La desolazione delle Chiese è un fenomeno che accomuna l’intero mondo religioso, ormai, ma molti pastori e anziani non vogliono ammetterlo perché vogliono proteggere la propria posizione sociale e continuare a guadagnare, perciò si tengono stretto quel poco che rimane. Tuttavia, avvengono disastri di portata sempre maggiore e sono già apparse 4 lune di sangue, quindi si è avverata la profezia contenuta nel Libro di Gioele: ‘E anche sui servi e sulle serve, spanderò in quei giorni il mio spirito. E farò dei prodigi nei cieli e sulla terra: sangue, fuoco, e colonne di fumo. Il sole sarà mutato in tenebre, e la luna in sangue prima che venga il grande e terribile giorno di Jahvè’ (Gioele 2:29-31). Ultimamente penso spesso a questa profezia: l’apparizione delle 4 lune di sangue parrebbe la realizzazione del verso ‘la luna in sangue’. La profezia dice anche: ‘prima che venga il grande e terribile giorno di Jahvè’. Io credo che questo ‘il grande e terribile giorno’ si riferisca a una grande catastrofe. E il verso ‘E anche sui servi e sulle serve, spanderò in quei giorni il mio spirito’ si riferisce sicuramente all’opera che Dio compirà nel periodo precedente alla grande catastrofe. Questo è ciò che ho tratto da questo passo della profezia. Sembra che prima dell’avvento della terribile catastrofe, lo Spirito di Dio parlerà e le Sue parole disseteranno i Suoi servi e le Sue serve. Io credo che lo Spirito Santo compirà una nuova fase della Sua opera negli ultimi giorni!

L’enunciazione dello Spirito di Dio menzionata in quel passo sembra rifarsi alla profezia contenuta nel Libro dell’Apocalisse in cui lo Spirito Santo parla alle Chiese. La maggior parte degli studiosi della Bibbia ha confermato che, prima del grande disastro, Dio sceglierà un gruppo di vincitori. A questo proposito, io penso che l’enunciazione dello Spirito di Dio e la scelta del gruppo di vincitori siano collegate, e agli occhi di Dio i vincitori saranno tutti servi e serve!”.

Furono tutti illuminati dal discorso e rivolsero gli occhi a fratello Wang.

Stavo riflettendo sul discorso di fratello Wang quando fratello Zhang riprese da dove l’altro si era interrotto: “Se è davvero così, allora dovremmo andare tutti a cercare le enunciazioni dello Spirito Santo. Dovremmo trovare le Sue enunciazioni così da non fare la fine dei farisei, colpiti dai disastri ed eliminati da Dio!”.

Ascoltando le loro parole, sentivo che sempre più luce raggiungeva il mio animo. Dissi: “I vostri discorsi mi hanno fatto pensare alle parole del Signore Gesù: ‘Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; picchiate e vi sarà aperto’ (Matteo 7:7), e ‘Beati quelli che sono affamati ed assetati della giustizia, perché essi saranno saziati’ (Matteo 5:6). Credo che dovremmo sbrigarci e cercare le enunciazioni dello Spirito Santo e vedere quali sono le Chiese a cui sta parlando. Altrimenti, se indugiamo stupidamente, ho paura che verremo abbandonati dal Signore”.

Sorella Liu, allora, disse in tono misurato: “State dicendo che le enunciazioni dello Spirito di Dio sono date dallo Spirito Santo che parla alle Chiese. Mi ha fatto pensare ai fedeli del ‘Lampo da Levante’ che portano testimonianza di Dio Onnipotente come il ritorno del Signore. Dio Onnipotente ha espresso molte verità, ha compiuto l’opera di giudizio a partire dalla casa di Dio e ora sta scegliendo un gruppo di vincitori. Pensate che sia collegato al fatto che lo Spirito di Dio stia nutrendo i servi e le serve di Dio? Se lo è, allora non dovremmo perdere tempo a controllare se il Lampo da Levante è davvero opera di Dio”.

Fratello Wang disse: “Sì, l’ho sentito anche io. Per quanto riguarda l’accogliere il ritorno del Signore, il Signore Gesù ha detto una cosa molto importante, davvero cruciale, che può aiutarci a comportarci come vergini sagge. Ha detto: ‘E sulla mezzanotte si levò un grido: Ecco lo sposo, uscitegli incontro’ (Matteo 25:6). Da ciò possiamo vedere che quando Egli tornerà, userà le persone per trasmettere la Sua voce a tutti coloro che aspettano la Sua apparizione. Se ci capita di sentire di persone che testimoniano il ritorno del Signore, dovemmo comportarci da vergini sagge e ascoltare con attenzione la voce del Signore. Allora saremo in grado di accogliere la Sua apparizione”.

Poi, sorella Liu disse: “Una mia cugina che vive lontano crede in Dio Onnipotente e me ne ha predicato il Vangelo. Ho discusso di questa faccenda con lei, ma poiché il pastore della nostra chiesa ha minacciato di espellere chiunque legga i libri del Lampo da Levante, non ho osato investigare oltre. Mia cugina mi ha parlato delle profezie del Signore, come Apocalisse 16:15, ‘Ecco, io vengo come un ladro; […]’, Matteo 25:6, ‘E sulla mezzanotte si levò un grido: Ecco lo sposo, uscitegli incontro’ e anche Apocalisse 3:20 ‘Ecco, io sto alla porta e picchio: se uno ode la mia voce ed apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli meco’. Ha detto che stando alle parole del Signore, Egli verrà come un ladro e il fatto che qualcuno vedrà ‘l’arrivo dello sposo’ a ‘mezzanotte’ significa che, senza che le persone se ne rendano conto, Dio Si incarnerà come Figlio dell’uomo e verrà in segreto per esprimere parole e compiere la Sua opera. Ovviamente non tutti lo sanno. Solo coloro che sentono la voce del Signore e Lo riconoscono potranno accettarLo. Mia cugina ha detto anche che chiunque venga a sapere di persone che testimoniano il ritorno del Signore e ascolta con attenzione la voce del Signore, sarà rapito e portato davanti al Suo trono, dove parteciperà al banchetto del Signore”.

Fratello Wang disse: “In queste profezie, in effetti, il Signore Gesù dice che quando il Signore ritornerà, non tutti Lo vedranno. Solo coloro che ascoltano la Sua voce potranno accoglierLo. Sembra che se vogliamo accogliere la venuta del Signore dobbiamo prestare molta attenzione all’ascolto della Sua voce!”.

Fratello Zhang ci guardò pensoso, poi disse: “I vostri discorsi sono molto razionali. Il cielo e la terra svaniranno, ma non le parole del Signore. Il Signore disse: ‘e quando sarò andato e v’avrò preparato un luogo, tornerò, e v’accoglierò presso di me, affinché dove son io, siate anche voi’ (Giovanni 14:3). Anche questo, di certo, si avvererà. Per quanto riguarda il modo in cui le profezie del Signore si avvereranno, di sicuro ci sono dei misteri e delle verità che noi non possiamo comprendere. Pare, però, che non dovremmo limitarci a seguire i pastori che condannano e rifiutano il Lampo da Levante, ma dovremmo piuttosto sbrigarci a investigare. Altrimenti saremo messi da parte dal Signore e non avremo nemmeno tempo di pentircene!”.

Fratello Wang proseguì sul tema, dicendo: “Già, abbiamo creduto nel Signore per metà della nostra vita per accoglierNe il ritorno ed essere rapiti e portati nel Regno dei Cieli. Visto che abbiamo sentito parlare del ritorno del Signore, dovremmo ricercare e investigare, non lasciarci limitare dai pastori. Come il detto: ‘Non saprai se un mandatino è aspro o dolce finché non lo assaggi’”.

Ringrazio il Signore per avermi permesso di ascoltare i discorsi dei fratelli e delle sorelle, e per avermi aiutato a risolvere il mio problema. Non sprecherò più tempo a cercare una Chiesa in cui operi lo Spirito Santo che risolva il mio problema del non avere niente da predicare. Se il Signore è davvero tornato, almeno facendo ciò non impedirò a fratelli e sorelle di sperimentare un evento importantissimo come l’essere rapiti e portati nel Regno dei Cieli.

Scopri di più:

Qual è l’elemento più importante per accogliere il ritorno di Cristo

Ho accolto il Signore