Menu

Salmi 49

1Per il Capo de’ musici. De’ figliuoli di Core. Salmo.

2Udite questo, popoli tutti; porgete orecchio, voi tutti gli abitanti del mondo!

3Plebei e nobili, ricchi e poveri tutti insieme.

4La mia bocca proferirà cose savie, e la meditazione del mio cuore sarà piena di senno.

5Io presterò l’orecchio alle sentenze, spiegherò a suon di cetra il mio enigma.

6Perché temereine’ giorni dell’avversità quando mi circonda l’iniquità dei miei insidiatori,

7i quali confidanone’ loro grandi averi e si gloriano della grandezza delle loro ricchezze?

8Nessuno però può in alcun modo redimere il fratello, né dare a Dio il prezzo del riscatto d’esso.

9Il riscatto dell’anima dell’uomo è troppo caro e farà mai sempre difetto.

10Non può farsi ch’ei continui a vivere in perpetuo e non vegga la fossa.

11Perché la vedrà. I savi muoiono; periscono del pari il pazzo e lo stolto e lasciano ad altri i loro beni.

12L’intimo lor pensiero è che le loro case dureranno in eterno e le loro abitazioni d’età in età; dànno i loro nomi alle loro terre.

13Ma l’uomo ch’è in onore non dura; egli è simile alle bestie che periscono.

14Questa loro condotta è una follia; eppure i loro successori approvano i lor detti.Sela.

15Son cacciati come pecore nel soggiorno de’ morti; la morte è il loro pastore; ed al mattino gli uomini retti li calpestano. La lor gloria ha da consumarsi nel soggiorno de’ morti, né avrà altra dimora.

16Ma Iddio riscatterà l’anima mia dal potere del soggiorno dei morti, perché mi prenderà con sé.Sela.

17Non temere quand’uno s’arricchisce, quando si accresce la gloria della sua casa.

18Perché, quando morrà, non porterà seco nulla; la sua gloria non scenderà dietro a lui.

19Benché tu, mentre vivi, ti reputi felice, e la gente ti lodi per i godimenti che ti procuri,

20tu te ne andrai alla generazione de’ tuoi padri, che non vedranno mai più la luce.

21L’uomo ch’è in onore e non ha intendimento è simile alle bestie che periscono.

Precedente Successiva