Menu

Salmi 68

1Al Capo de’ musici. Di Davide. Salmo. Canto.

2Lèvisi Iddio, e i suoi nemici saranno dispersi, e quelli che l’odiano fuggiranno dinanzi a lui.

3Tu li dissiperai come si dissipa il fumo; come la cera si strugge dinanzi al fuoco, così periranno gli empi dinanzi a Dio.

4Ma i giusti si rallegreranno, esulteranno nel cospetto di Dio, e gioiranno con letizia.

5Cantate a Dio, salmeggiate al suo nome, preparate la via a colui che cavalca attraverso i deserti; il suo nome è: l’Eterno, ed esultate dinanzi a lui.

6Padre degli orfani e difensore delle vedove è Iddio nella dimora della sua santità;

7Iddio dona al solitario una famiglia, trae fuori i prigionieri e dà loro prosperità; solo i ribelli dimorano in terra arida.

8O Dio, quando tu uscisti davanti al tuo popolo, quando ti avanzasti attraverso il deserto,Sela.

9la terra tremò; anche i cieli si strussero in pioggia per la presenza di Dio; lo stesso Sinai tremò alla presenza di Dio, dell’Iddio d’Israele.

10O Dio, tu spandesti una pioggia di benefizi sulla tua eredità; quand’essa era sfinita, tu la ristorasti.

11La tua greggia prese dimora nel paese, che tu avevi, o Dio, preparato nella tua bontà pei miseri.

12Il Signore dà un ordine: le messaggere di buone novelle sono una grande schiera.

13I re degli eserciti fuggono, fuggono, e la rimasta a casa divide le spoglie.

14Quando vi siete riposati tra gli ovili, le ali della colomba si son coperte d’argento, e le sue penne hanno preso il giallo dell’oro.

15Quando l’Onnipotente disperse i re nel paese, lo Tsalmon si coperse di neve.

16O monte di Dio, o monte di Basan, o monte dalle molte cime, o monte di Basan,

17perché, o monti dalle molte cime, guardate con invidia al monte che Dio s’è scelto per sua dimora? Sì, l’Eterno vi abiterà in perpetuo.

18I carri di Dio si contano a miriadi e miriadi, a migliaia di migliaia; il Signore viene dal Sinai nel santuario.

19Tu sei salito in alto, hai menato in cattività dei prigioni, hai preso doni dagli uomini, anche dai ribelli, per far quivi la tua dimora, o Eterno Iddio.

20Sia benedetto il Signore! Giorno per giorno porta per noi il nostro peso; egli ch’è l’Iddio della nostra salvezza.Sela.

21Iddio è per noi l’Iddio delle liberazioni; e all’Eterno, al Signore, appartiene il preservar dalla morte.

22Ma Dio schiaccerà il capo de’ suoi nemici, la testa chiomata di colui che cammina nelle sue colpe.

23Il Signore ha detto: Io ti ritrarrò da Basan, ti ritrarrò dalle profondità del mare,

24affinché tu affondi il tuo piè nel sangue, e la lingua de’ tuoi cani abbia la sua parte de’ tuoi nemici.

25Essi han veduto la tua entrata, o Dio, l’entrata del mio Dio, del mio Re, nel santuario.

26Precedevano i cantori, dietro venivano i sonatori, in mezzo alle fanciulle, che battevano i tamburi.

27Benedite Iddio nelle raunanze, benedite il Signore, voi che siete della fonte d’Israele!

28Ecco il piccolo Beniamino, che domina gli altri; i principi di Giuda e la loro schiera, i principi di Zabulon, i principi di Neftali.

29Il tuo Dio ha ordinato la tua forza; rafferma, o Dio, ciò che hai operato per noi!

30Nel tuo tempio, ch’è sopra Gerusalemme, i re ti recheranno doni.

31Minaccia la bestia de’ canneti, la moltitudine de’ tori coi giovenchi de’ popoli, che si prostrano recando verghe d’argento. Dissipa i popoli che si dilettano in guerre.

32Gran signori verranno dall’Egitto, l’Etiopia s’affretterà a tender le mani verso Dio.

33O regni della terra, cantate a Dio, salmeggiate al Signore,Sela.

34a colui che cavalca sui cieli dei cieli eterni! Ecco, egli fa risonar la sua voce, la sua voce potente.

35Riconoscete la potenza di Dio; la sua maestà è sopra Israele, e la sua potenza ène’ cieli.

36O Dio, tu sei tremendo dai tuoi santuari! L’Iddio d’Israele è quel che dà forza e potenza al suo popolo. Benedetto sia Iddio!

Precedente Successiva