Menu

Salmi 84

1Per il Capo de’ musici. Sulla Ghittea. Salmo de’ figliuoli di Kore.

2Oh quanto sono amabili le tue dimore, o Eterno degli eserciti!

3L’anima mia langue e vien meno, bramando i cortili dell’Eterno; il mio cuore e la mia carne mandan grida di gioia all’Iddio vivente.

4Anche il passero si trova una casa e la rondine un nido ove posare i suoi piccini… I tuoi altari, o Eterno degli eserciti, Re mio, Dio mio!…

5Beati quelli che abitano nella tua casa, e ti lodano del continuo!Sela.

6Beati quelli che hanno in te la loro forza, che hanno il cuore alle vie del Santuario!

7Quando attraversano la valle di Baca essi la trasformano in luogo di fonti; e la pioggia d’autunno la cuopre di benedizioni.

8Essi vanno di forza in forza, e compariscono alfine davanti a Dio in Sion.

9O Eterno, Iddio degli eserciti, ascolta la mia preghiera; porgi l’orecchio, o Dio di Giacobbe!Sela.

10O Dio, scudo nostro, vedi e riguarda la faccia del tuo unto!

11Poiché un giornone’ tuoi cortili val meglio che mille altrove. Io vorrei piuttosto starmene sulla soglia della casa del mio Dio, che abitare nelle tende degli empi.

12Perché l’Eterno Iddio è sole e scudo; l’Eterno darà grazia e gloria. Egli non ricuserà alcun bene a quelli che camminano nella integrità.

13O Eterno degli eserciti, beato l’uomo che confida in te!

Precedente Successiva